NEWS

Alfa Romeo 33 Stradale: al Museo di Arese si celebrano i 50 anni

29 agosto 2017

Organizzata una mostra temporanea che ripercorre i successi del marchio

Alfa Romeo 33 Stradale: al Museo di Arese si celebrano i 50 anni

50 ANNI PORTATI ALLA GRANDE - L’Alfa Romeo 33 Stradale (nelle foto) compie 50 anni. Per celebrarla, il Museo Storico di Arese ha pronta una mostra interamente dedicata a quest’auto senza tempo a, più in generale, a tutto il progetto 33. La mostra temporanea, ribattezzata “33 La bellezza necessaria” è una sorta di viaggio ideale: in 33 tappe, l’Alfa Romeo vuole far rivivere una bella parte della storia, dei protagonisti e dei successi che l’hanno resa celebre nel mondo. L’inaugurazione è prevista il 31 agosto e, da questo giorno, sarà accessibile al pubblico negli orari di apertura del Museo dell’Alfa, dalle 10 alle 18, tutti giorni tranne il martedì.

MENÙ RICCO - La mostra inizia, neanche a dirlo, dalle auto. La prima è il prototipo dell'Alfa Romeo 33 Stradale, stabilmente esposto al Museo nella posizione più prestigiosa, proprio davanti alla gigantesca installazione luminosa che raffigura il DNA Alfa Romeo. Un modello, quello della 33 Stradale, ancora oggi portato ad esempio per descrivere il perfetto bilanciamento tra la meccanica raffinata e lo stile. Ci sono, poi, cinque dei sei concept derivati dal telaio della 33 e realizzati da grandi maestri del car design: Carabo, Iguana, 33/2 Speciale, Cuneo e Navajo.  E ancora: le vetture da corsa 33/2 Daytona , la 33/3, la 33 TT12 e la 33 SC12 turbo. Il cammino nell’allestimento prosegue attraverso tanti altri capitoli di una storia che, dal 1967 ad oggi, ha contaminato la produzione  Alfa Romeo. 

UN PO’ DI STORIA - L'Alfa Romeo 33 Stradale venne presentata il 31 agosto 1967, alla vigilia del GP d'Italia di Formula 1, all'Autodromo di Monza; il tempio italiano della velocità rappresentava la massima espressione del legame fra il mondo delle corse e le auto da strada. Un legame suggellato dalla presenza del quadrifoglio, utilizzato per la prima volta da Ugo Sivocci nel 1923 e adottato, a partire dagli anni Sessanta, come simbolo ufficiale sulle Alfa Romeo dalle prestazioni sportive più marcate, come Giulia Q. La bellezza immortale della 33 Stradale, dovuta all'estro di Franco Scaglione, e la tecnologia direttamente derivata dalla Tipo 33 ne fanno una delle icone più rappresentative di Alfa Romeo, fascinosa rappresentante di una famiglia di vetture nate per vincere.

PRIMO EVENTO DELLA SERIE - “33 La bellezza necessaria” è il primo tassello di un programma di eventi che il Museo, il brand Alfa Romeo e FCA Heritage, l’area del Gruppo dedicata alla tutela e alla promozione del patrimonio storico dei marchi italiani di FCA, dedicheranno al 50° anniversario della 33 Stradale. La volontà è quella di sottolineare il legame tra la storia, inesauribile fonte di ispirazione per la creazione dei nuovi modelli, e il futuro, in un equilibrio tra innovare e al tempo stesso mantenere vivo il "DNA", garanzia di una riconoscibilità unica dei modelli Alfa Romeo.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fausto Carello
30 agosto 2017 - 03:46
Credo di essere uno dei pochi fortunati ad aver provato la 33 Stradale. Durante il salone dell'auto di Torino nel 67 Teodoro Zeccoli mi portò sul "percorso di prova". Quel giro rimarrà per sempre scolpito nel mio cuore. Che macchina, e parlavamo appunto di 50 anni fa.
Ritratto di francu
30 agosto 2017 - 08:03
che sana invidia mi provochi,mi ricordo come fosse ieri il giro che feci 40 anni fa su una stratos gruppo 4,la 33 stradale e' di una bellezza mozza fiato
Ritratto di Fausto Carello
30 agosto 2017 - 14:24
Caro francu, la tua sana invidia è totalmente giustificata. Buona giornata Fausto
Ritratto di palazzello
30 agosto 2017 - 13:23
Queste sono auto!! Linee senza tempo, capaci di farti uscire una lacrima, di emozionare!! Ancora ho i brividi nell'aver guidato una Lancia Delta integrale per scarrozzare mia cugina al suo matrimonio....
Ritratto di impala
30 agosto 2017 - 19:04
... un opera d'arte !!!
Ritratto di Fabio Reggio Emilia
30 agosto 2017 - 21:49
E poi negli anni 80 hanno reinventato la 33. Mah