Con l'Ateca la Seat si dà alle suv

11 febbraio 2016

La Seat Ateca è lunga 436 cm e monta anche il 1.0 TSI, oltre ad un moderno sistema multimediale ed alle immancabili dotazioni di sicurezza.

Con l'Ateca la Seat si dà alle suv
LUNGHEZZA DA CITTÀ - Consolidare la crescita, intercettare un nuovo bacino d’utenza e migliorare l’immagine del marchio. Questi capisaldi hanno guidato la Seat verso il lancio della sua prima vettura con carrozzeria suv, denominata Seat Ateca, il cui esordio ufficiale è in programma durante il salone dell’automobile di Ginevra (3-13 marzo). La Ateca misura in lunghezza 436 cm e va pertanto ad inserirsi fra le suv destinate alla famiglia, fascia di mercato fra le più vivaci ed in continua espansione: la casa stima un aumento delle vendite pari al 25% su scala europea. Sarà avversaria delle Hyundai Tucson, Kia Sportage e Nissan Qashqai. L’arrivo nelle concessionarie è previsto entro la fine del 2016, ma informazioni più dettagliate saranno comunicate durante la rassegna svizzera.
 
LUCI DI BENVENUTI - La Seat Ateca riprende lo stile della Leon e si allontana in maniera piuttosto radicale dalla 20V20, prototipo esposto nel 2015 che si pensava avrebbe anticipato lo stile esterno della vettura definitiva. Gli stilisti della casa hanno scelto forme più convenzionali e meno d’impatto. Rimane comunque una forte attenzione verso i dettagli, facile da riscontrare nella fanaleria (anche di tipo full-LED) e nella scelta di integrare “luci di benvenuto” negli specchietti laterali: si illuminano quando viene aperta una delle due portiere anteriori, in maniera da illuminare l’area circostante e scongiurare il pericolo di bagnarsi o sporcarsi le scarpe. L’abitacolo mantiene un’impostazione rigorosa e non si concede troppi “svolazzi”, ma dovrebbe conservare la solidità tipica delle Seat di ultima generazione.
 
Seat Ateca
 
IL TASTO DELL’AVVIAMENTO PULSA - Nella dotazione tecnologia rientra il monitor da 8 pollici, posizionato al vertice del mobiletto e porta d’accesso al sistema multimediale Easy Connect: consente di analizzare i principali parametri della vettura e si integra con i sistemi Apple CarPlay ed Android Auto. Lo schermo da 8 pollici è riservato alle versioni meglio allestite. Nella plancia si trova anche una basetta dove ricaricare senza fili lo smartphone, mentre un anello luminoso circonda il pulsante d’accensione e si illumina per simulare il battito cardiaco: in questo modo la Seat prova a sottolineare l’aspetto più emozionale della Seat Ateca. La suv rimane in ogni caso una vettura pratica e versatile, grazie ad un bagagliaio ampio 510 litri con il divanetto in posizione. La volumetria scende a 485 litri in presenza della trazione integrale.
 
PUÒ “SPEGNERE” UNA BANCATA - A disposizione vi saranno quattro motori, sovralimentati, che lavoreranno in simbiosi con la trasmissione manuale oppure con il cambio doppia frizione DSG. L’unità d’accesso sarà il benzina 1.0 TSI, a tre cilindri, accreditato di 115 CV e capace di garantire ottime percorrenze: la casa dichiara una media di 18,8 km/l. Il 1.4 TSI sviluppa 150 CV e garantisce alla Seat Ateca una percorrenza media di 16,1 km/l, ottenuta anche grazie al sistema per la disattivazione dei cilindri: una bancata viene messa a riposo quando l’auto viaggia lungo tratti di strada non impegnativi. Il fronte dei motori a gasolio è composto dal 1.6 TDI (115 CV) e dal 2.0 TDI, offerto nelle varianti da 150 CV e 190 CV. Le percorrenze medie dichiarate oscillano fra 20 km/l e 23,5 km/l. La Seat Ateca prevede tutti i più moderni sistemi di aiuto ed assistenza alla guida, compreso quello che mantiene velocità e traiettoria quando si affronta un tratto di strada rettilineo. Il nome Ateca deriva dall’omonimo villaggio spagnolo, nei pressi di Saragozza.
VIDEO
loading.......
Seat Ateca
TI PIACE QUEST' AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
39
29
12
45
VOTO MEDIO
3,3
3.28962
183
Aggiungi un commento
Ritratto di pippolotto
11 febbraio 2016 - 11:41
Praticamente la Tiguan...
Ritratto di autolog
11 febbraio 2016 - 11:58
A me ricorda un pò di più una specie di Audi dei poveri, specie dietro... il design non è memorabile ma non è neanche brutta, senza infamia e senza lode a mio parere.
Ritratto di alex_rm
11 febbraio 2016 - 21:04
la trovo migliore esteticamente della nuova Tiguan e anche della Q3 e se avrà un prezzo onesto sarà un auto interessante(nel settore preferisco Land rover Discovery,Mazda cx5 e Honda CRV).Tanto poi quelli che seguono le mode si compreranno sempre le Audi che vanno di moda e fanno figo pagando un auto 5000-10000 in più del loro reale valore per affermare il loro status sociale.
Ritratto di rapinos
14 febbraio 2016 - 16:18
secondo me meglio
Ritratto di SINISTRO
11 febbraio 2016 - 12:19
3
potevano anche risparmiarsela....
Ritratto di xtom
11 febbraio 2016 - 12:23
Perché? Scommettiamo che venderà più di tutte le altre Seat messe assieme?
Ritratto di SINISTRO
11 febbraio 2016 - 12:29
3
Guarda, me lo auguro, soprattutto perché in passato c'era una certa italianità in questo marchio. Però, se guardiamo il settore suv low-cost, dacia duster la fa da padrona, purtroppo.
Ritratto di mirko.10
11 febbraio 2016 - 13:06
2
perche' purtroppo SINISTRO, la duster, che io posseggo, non deve rimarcare nulla della rumeneita' ma ad oggi il controllo piu' sicuro e valido di renault. va bene che ci sia ed e' unica con i suoi difetti naturalmente legati alla bassa qualita' e contenuti ma non per portafogli ed esigenze da soddisfare.
Ritratto di AMG
11 febbraio 2016 - 15:08
Perché la Duster è un bidone di auto. A livelli di qualità e tecnologie. Inoltre diventa uno scherzo della natura perché benché sia un bidone, segue una ridicola moda nel modo più vergognoso e i suoi clienti pensano pure di essere alla moda ad andare in giro con un tale aborto mancato
Ritratto di mirko.10
11 febbraio 2016 - 15:33
2
a livello di qualita' e tecnologia l'ho confermato io senza sentenziare sulla bidonata. sai pure che io faccio parte di quella categoria del sentirsi alla moda o mi salvo perche' ho confermato "per mia esigenza"?
Pagine