Maxi truffa fiscale con il leasing auto in Germania

8 ottobre 2012
La Guardia di Finanza di Bolzano ha portato alla luce una organizzazione che attraverso contratti stipulati in Germania, che formalmente erano di leasing o noleggio a lungo termine, molti automobilisti acquisivano permanentemente auto di prestigio senza pagare l’Iva e senza apparirne proprietari, sfuggendo così a eventuali controlli del Fisco. Sequestrate 120 vetture.

NON ERANO TURISTI - E alla fine intervenne la Guardia di Finanza. È l’epilogo (prevedibile) della ormai nota vicenda dei contratti di leasing sottoscritti da cittadini italiani con società specializzate. Il comando di Bolzano della Guardia di Finanza è intervenuto con una operazione che ha portato alla denuncia del responsabile di una società che operava nel settore e al sequestro di 120 vetture, tutte di categoria superiore. 

IVA EVASA E REDDITOMETRO “DRIBBLATO” - Secondo l’indagine, il presunto giro d’affari irregolare ammonterebbe a oltre 36 milioni di euro, con evasione di Iva pari a 6,7 milioni. Oltre all’Iva, con questo tipo di contratti non veniva versato il cosiddetto superbollo, e - cosa considerata molto attraente - l’auto non risulta nelle disponibilità di chi la usa, e quindi non è neanche un elemento da “redditometro” che può far scattare i controlli fiscali. Oltre a ciò, in caso di contravvenzione (cosa non difficile, visto che in buona parte si tratta di vetture di alte prefazioni, come Ferrari, BMW, Porsche, e via dicendo).

STRANIERI APPARENTI - L’indagine è partita principalmente in seguito alla semplice constatazione che in Alto Adige circolavano molte vetture con targa tedesca, ma guidate da residenti. Le indagini hanno permesso di risalire alla società tedesca di leasing, che sottoscriveva i contratti con i clienti italiani. In realtà ad operare in questo modo sono diverse società, basta navigare un po’ in Internet per verificare quanto e come  la prassi del leasing internazionale sia promossa e reclamizzata come una formula conveniente, per gli aspetti economici e per la non “rintracciabilità” del contratto. In particolare è stata individuata una società che operava molto in Alto Adige. Il titolare è stato denunciato, per omessa dichiarazione, con conseguente sequestro delle vetture pseudo straniere. 

RIVEDERE LE NORME - I più attenti avevano già notato questa strana coincidenza di una forte presenza di auto con targhe tedesche in Italia e AlVolante aveva denunciato il malcostume già il 26 luglio scorso (qui la news) . Ora non resta che vedere gli sviluppi della vicenda, non soltanto sotto l’aspetto giudiziario, ma anche normativo. Perché non c’è dubbio che l’inghippo, per l’ennesima volta nasceva (per ora si deve dire “nasce”) dalle carenze della legislazione vigente.

Commenti
Ritratto di MatteFonta92
8 ottobre 2012 - 14:38
3
Se conosco bene l'Italia, non solo le persone che hanno fatto questo contratto con le aziende di leasing tedesche se la caveranno con poco, ma anche le nuove norme che (forse) verranno varate, non verranno poi applicate.
Ritratto di Goal
9 ottobre 2012 - 17:11
Perché non si denunciano in modo altrettanto forte le truffe legalizzate !?!?!? Mi volete dire che differenza c'è fra i furbetti del Leasing e le note case costruttrici che pubblicizzando le loro Supercar da oltre 100.000 Euro con cavalli ridotti per eludere il Superbollo ?!?!? Trattasi di "truffa" legalizzata, ma sempre truffa rimane. Entrambi eludono il decreto sul Superbollo che dimostra ancora una volta la sua poca efficacia e la necessità di essere rivisto quanto prima. Ritengo comunque il fattore culturale alla base di ogni fallimento in materia fiscale e di legalità. Sicuramente una cosa è certa: le grandi case automobilistiche, che dovrebbero dare il buone esempio e lottare con metodi nobili contro questi decreti ingiusti e penalizzanti per tutto il sistema economico italia, con i loro atteggiamento “giustificano” in qualche maniera il furbetto della porta accanto. Mi domando se nel loro paese si comporterebbero nello stesso modo.
Ritratto di MatteFonta92
9 ottobre 2012 - 17:30
3
Se devo essere sincero, io la pubblicità di una supercar da 100.000 €, non l'ho mai sentita, figuriamoci poi con cavalli ridotti...
Ritratto di PEPPER78
8 ottobre 2012 - 14:57
COME AL SOLITO... il povero lavoratore onesto con una auto di 10 anni è sempre quello che paga tutti gli aumenti che lo stato ci impone .... questi STR...I invece ci prendono pure in giro... possono permettersi di cambiare auto ogni anno e fanno sti giochini , oltre il danno la beffa! (la nostra , di noi poveri mortali lavoratori).... Come diceva Totò .... "E io pagooo! .....
Ritratto di fabri99
8 ottobre 2012 - 15:41
4
Ma in verità sono proprio tonti... So che sono spudorati, ma fanno figure di M**** evitabili: cosa dichiarate di aver trovato questi tipi del leasing a fare, se tanto poi se la caveranno con poco?! Fate che se la cavino ma non dite niente, non fate queste figure: perchè farcelo sapere?! Per farci notare l'ingiustizia?! Per farsi notare?! Per fare la figura degli idioti?! Mah... Ciao ;)
Ritratto di herm52
8 ottobre 2012 - 16:12
Adesso che le forze dell'ordine hanno i nominativi di quelle autovetture guidate da fantasmi caduti in infrazioni riusciranno a incrociare targhe con nominativi ? Penso di no perghè uscirà qualche decreto legge che cancella il tutto per salvare il fodoschiena di alcuni signorotti o figli di papà difesi dai vari Ghexxni di turno.
Ritratto di Yellowt
8 ottobre 2012 - 16:18
Se fosse conveniente comprare in Italia, tutti ( anche i tedeschi ) verrebbero a comprare qui. Peccato che in Italia nulla sia conveniente rispetto ai nostri vicini. Potessimo compreremmo fuori anche l'elettricità e l'acqua potabile. IL problema dell'Italia non è essere furbi o meno per fregare il sistema: quale def**** andrebbe a comprare o noleggiare in Germania se in Italia fosse più conveniente? Il problema è che i politici tassano, depredano, rubano, corrompono senza dare un minimo essenziale di sevizio. Poi cercano di salvarsi dicendo che l?italia è in crisi per gli evasori: l'Italia è in crisi perchè ogni 10 euro prodotti lo stato ne mangia 6. Non è evasione, è autodifesa del cittadino. Senza contare che anche il "povero lavoratore" se ne avesse la possibilità non pagherebbe queste tasse ai livelli di robin hood e sceriffo di sherwood. Infatti nessun "povero lavoratore" chiede la ricevuta, tutti chiedono lo sconto senza scontrino, tutti fanno il pieno in Francia al rientro dalle vacanze. L'evasione si uccide abbassando le tasse e rendendo il paese competitivo nei confronti dei vicini. Non con la repressione. Solo che in questo modo il politico, il dipendente pubblico e il dirigente ministeriale non potrebbero più mangiare a sbafo sulle nostre teste ( di tutti, non solo di poveri o ricchi )
Ritratto di dario911
8 ottobre 2012 - 18:16
Concordo in pieno con quello che dici , dalla prima all'ultima parola.
Ritratto di fogliato giancarlo
9 ottobre 2012 - 01:55
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di AyrtonTheMagic
9 ottobre 2012 - 12:54
1
L'italiano tende sempre a pensar di esser più furbo del prossimo, e anche in un regime concorrenziale favorevole, cercherebbe sempre un modo per pagare meno tasse.. mentre il povero dipendente, le tasse le pagherebbe comunque
Ritratto di ClaudioBi
9 ottobre 2012 - 13:24
In realtà, se il nostro Paese non è conveniente è perché sotto sotto siamo un popolo di furbetti: troppo facile prendersela con i politici magna-magna, come se il resto della popolazione fosse di santi immacolati. I politici rispecchiano gli elettori che li votano. Fiorito "Batman" ha preso 30.000 preferenze e somiglia tanto all'idraulico che finge un danno più grave del reale per spillarti più soldi, al dentista che ti propone un onorario inferiore senza ricevuta, al benzinaio che trucca le pompe e ti eroga meno carburante di quello che gli paghi, al finto funzionario dll'Inps che deruba in casa i pensionati, a quelli che fingono incidenti per truffare le assicurazioni...e chi più ne ha più ne metta. Il probelma di fondo, Yellowt è proprio quello di credere che l'evasione sia un'autodifesa, che è una storiella che si inventano gli evasori per provare a stare in pace con la loro coscienza. Se conviene andare in Gremania a fare il leasing o altro (senza arrivare alla Svezia) è perché lì non funziona questo ragionamento rozzo ed è solo pagando tutti le imposte che si permette alle stesse di scendere, ai servizi di funzionare (ovviamente cercando di non mandare poi al governo quelli che depenalizzano il falso in bilancio e ostacolano l'approvazione della legge anti-corruzione). Perché a Bolzano l'assicurazione auto costa molto di meno che a Napoli? E' sempre così: a turno ciascuno prova a fare il furbetto con il risultato che i "sistema" collassa e questo spiega perché come dice Yellowt "in Italia nulla è conveniente rispetto ai nostri vicini". Guardiamoci in faccia e decidiamo: vogliamo diventare un Paese veramente europeo dove tutto funzioni meglio? Bene: ognuno faccia la sua parte e la smetta di pensare che la sua piccola o grande "furbizia" fraudolenta sia in fondo un peccato veniale, perché in questo modo non andremo mai da nessuna parte!
Ritratto di fafner
9 ottobre 2012 - 14:36
Il "marcio", come un cancro maligno, s'incunea dal volgo. La "casta", null'altro è che il ritratto di Dorian Gray di questo disgraziato Paese. Cordiali saluti.
Ritratto di alfa orsetto
10 ottobre 2012 - 23:23
Concordo pienamente, dobbiamo imparare dai furboni si dice "se pecora fai lupo ti mangia"
Ritratto di Facip
8 ottobre 2012 - 16:44
.... una cosa è l'accertamento della Guardia di Finanza , un'altra cosa è la sanzione. Non mi pare che ci sia nessuna norma che vieta di prendere il leasing un un'auto dalla Germania (infatti, questa "prassi" se leggete quanche articoli apparsi su questo sito era considerata legale, anche se moralmente discutibile). Io però mi domando perchè c'è questo interesse ? Se fossimo in un paese civile prendere un'auto in leasing dovrebbe essere indifferente in Italia o in Germania. Non sarà che in Italia abbiamo un superbollo che a tuttti gli effetti è un furto a carico dei cittadini ? L'IVA la si paga anche in Germania. Se lo Stato prendesse i disonesti senza mettere alla gogna gli onesti con folli redditometri, forse le cose sarebbero diverse. Mi stupisco che in Italia ci siano ancora persone che fanno impresa (di solito questi sono i c.d. "furbi"). Io fossi un imprenditore chiuderei la mia società e andrei all'estero, in primi Fiat. Abbassate la tasse ! Non rendere la ricchezza un crimini ! Far si che sia conveniente avere un'auto in Italia perchè è meno tassata che nel resto di Europa .... questa è la strada
Ritratto di Giumaz
8 ottobre 2012 - 18:09
2
Non è questione di essere "furbi", ma di avere un briciolo di buonsenso. Quanto vediamo Batman e soci che se magnano tutto, come si può pensare, per il cosiddetto "senso civico", che la gente non cerchi di evitare di farsi fregare i soldi da uno stato inetto e sprecone? Comunque, se le normative europee permettono questi leasing, finirà tutto in una bolla di sapone, anzi, nella ennesima figura di mer*a del fisco italiano.
Ritratto di dario911
8 ottobre 2012 - 17:40
Mi sembra molto poco chiara la faccenda ,sequestrano automobili creando disagi e perdite di soldi ai cittadini, rischiano la chiusura di aziende del settore ...e la situazione delle norme/leggi non è chiara ?? ???? Credo che legalmente questi furbi..abbiano trovato una scappatoia legittima a queste tasse assurde che riguardano l'automobile , il problema se mai è un altro , Lo stato dei professori è sempre piu' accanito verso il cittadino , fa come vuole , sequestra l'auto e ti fa i conti in tasca ect. , mette i poveri contro i ricchi e viceversa , l'unica cosa su cui non mette mano è lo spreco !! l'unico vero motivo per cui stiamo tutti male sono i soldi che si mangiano, non lo dimentichiamo mai.
Ritratto di yeu
8 ottobre 2012 - 18:05
Per essere contento, sono contento, però ho paura che si tratti di un fuoco di paglia perchè la normativa non è chiara e quindi questi signori rischiano di riavere le loro bellissime supercar con tanto di scuse perchè, probabilmente, il reato non sussiste. Purtroppo se ne parla da troppo tempo e si è sempre parlato di una falla legislativa e che quindi era tutto pseudoregolare.
Ritratto di dario911
8 ottobre 2012 - 18:24
Sei contento perchè hanno sequestrato l'auto a gente che presumi ricca .... Dovresti preoccuparti del fatto che gli sono state sequestrate le macchine , parole tue : "probabilmente ,il reato non sussiste"
Ritratto di yeu
8 ottobre 2012 - 18:32
Non so come la pensi tu, però le auto premium sono auto costose e questi signori pagavano l'auto senza risultarne proprietari evadendo multe, Iva e Bollo. Per non parlare della RCA che gli costa circa il 40% in meno ed in più è anche casko, mentre noi poveri mortali, sull'RCA, paghiamo il 26% di tasse fra comuni, provincie, regioni e stato. Non mi sembra giusto.
Ritratto di Yellowt
8 ottobre 2012 - 18:41
Le auto premium sono auto che solo 15 anni fa si poteva permettere tutta la classe media. Oggi sono ipertassate e una persona che magari ha risparmiato per il sogno di una bella macchina viene additata come evasore. L'iva non è stata evasa, è stata pagata in Germania. Il bollo viene pagato in Germania dalla società finanziaria. Idem per l'assicurazione. Le multe potrebbero essere mandate in Germania ma l'Italia è forte coi deboli e deboli coi forti quindi il comune che spadroneggia coi suoi cittadini mette la coda tra le gambe coi land tedeschi. è giustizia questa? Inoltre l'assicurazione tedesca costa il giusto. Qui da noi costa di più perchè i politici corrotti non sono in grado di vigilare e pèreferiscono girarsi dall'altra parte nel migliore dei casi. Nel peggiore vedono tutto ma non arrivano a comprendere ( vedi veline in parlamento e nei palazzi regionali solo per la loro "arte oratoria". L'italiano che va all'estero non lo fa per fregare lo stato ma non essere dallo stato fregato... Ti chiedo di nuovo: questa è giustizia?
Ritratto di yeu
8 ottobre 2012 - 19:03
Devi sapere che in Germania il bollo non esiste, mentre per l'iva tutte le aziende se la detraggono interamente dalle tasse. Poi ci sono tante persone che hanno risparmiato per permettersi un sogno, come posso essere proprio io(Mercedes E270 avantgarde full full optional vedi la prova che ho pubblicato), però pago tutto.
Ritratto di Giuss
8 ottobre 2012 - 19:09
ma stai giustificando quelle "persone"?!?! Quelli non sono i poveracci che rubano per il tozzo di pane per il figlio! Per la miseria, qui si parla di gente che ruba agli italiani per andare in Ferrari o Mercedes!! c'è una bella differenza! Ma come si fa a rivoltare così la realtà?
Ritratto di Yellowt
9 ottobre 2012 - 09:55
@giuss La realtà è ribaltata da quello che fa comodo ai politici cioè far credere che il malee dell'Italia siano queste persone. COme ho già scritto sopra, se in Italia si pagasse il giusto nessuno andrebbe in Germania. Non sono queste persone ( che beate loro nella vita ce l'hanno fatta, parlando sempre di aziende ovviamente ) che rubano ma è lo stato che ruba a tutti noi. E in media, anche se non fa comodo dirlo, ruba molto di più ai poveracci che ai ricchi semplicemente perchè è più comodo vessare chi non ha le armi per difendersi. Se la prendono con i benestanti ( occhio, non i ricchi, perchè i veri ricchi sono già andati via da un bel pezzo ) perchè si oppongono a un sistema basato sullo spreco e il privilegio della casta politica. Il nemico comune del cittadino di qualunque reddito è la macchina statale inefficiente. Non bisogna prendersela gli uni con gli altri. Se andare a comprare l macchina in svizzera o germania ti facesse risparmiare 1000 euro l'anno lo faresti anche tu. Semplicemente perchè in Italia rendono impossibile vivere con le continue rapine da parte dello stato. Sono tentato pure io di andare fuori per principio anche se ho una misera opel corsa ( che tralaltro secondo lo stato non potrei permettermi -_- ). Non perchè prenda multe o vada a 200 all'ora ma perchè il principio è opporsi IN MANIERA LEGALE a quello che è ingiusto. L'EUROPA FINO AD ORA L'HANNO SFRUTTATA I POTENTI. ORA CHE LA SFRUTTANO I PRIVATI CITTADINI LO STATO PROTESTA? EH NO! I dipendenti non protestano perchè non se ne accorgono a causa delle trattenute alla fonte sullo stripendio. Ma quando si paga l'imu, si paga l'iva, si viene controllati dai finanzieri perchè una volta al mese si va fuori a cena o perchè ogni dieci anni si compra una macchina nuova mi chiedo se tutti siano contenti... Oppure l'Italia sarebbe un paese migliore se ci fossero solo operai? Sarebbe un paese morto, senza arte, senza turismo, senza nulla che non sia lavoro. Può piacere o meno ma nella realtà dei fatti chi guadagna di più fa girare l'economia di più. Il politico invece fa solo i suoi interessi personali spacciandosi per il portatore della verità quando in realtà gioca solo per mettersi migliaia di euro in tasca. IL POLITICO RUBA, NON L'IMPRENDITORE. questo ovviamente in media, ci saranno le pecore nere da entrambe le parti ma le statistiche sono nettamente a favore di dei privati. Poi credete pure alla televisione se volete... LE AUTO PREMIUM NON SONO FERRARI O PORCHE, qui si parla di auto premium anche per una A4 da 35-40 k euro. chi compra una a4 è ricco sfondato?
Ritratto di PEPPER78
8 ottobre 2012 - 19:57
Concordo in pieno con GIUSS !!! Infatti tutti i possessori di auto premium... ferrari, maserati , porsche ecc , quindi persone molto molto benestanti , si sono liberati delle auto (che sono andate a finire tutte all'estero) e si sono fatti il leasing eludendo iva , bollo manutenzione, rca , eccc... RITENGO DOVEROSO che si devono pagare le tasse in proporzione al proprio reddito, non solo quando si fa la denuncia dei redditi .... al 99 % ritoccata al ribasso da questi furbetti bast...di , ma anche nell'acquisto di auto, per cui chi puo acquistare una auto da 80mila in su ..... o intestarsersene 5-6 -7 ecccc.... dovrebbe anche pagare piu iva piu bollo piu rca eccc ..... rispetto a chi si puo permettere una semplice panda da 10 mila euro.... PER CUI A CHI DICE CHE NON è GIUSTO SEQUESTARE L'AUTO ... RISPONDO : che il leasing è conveniente solo per certe tipi di auto .... non per la panda o la punto ..... quindi è LOGICO CHE STANNO TRUFFANDO!!!
Ritratto di fogliato giancarlo
9 ottobre 2012 - 02:04
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di gilrabbit
9 ottobre 2012 - 08:14
in Italia un lavoratore è un poveraccio perchè la sua busta paga è falcidiata. La boletta di luce e gas è falcidiata così come ogni cosa che muoviamo anche prendendo un semplice caffè e il povero lavoratore non ha nessuna possibilità di difesa essendo trattato da uno stato ingordo come il peggiore degli imperatori romani non avrebbe fatto nei confronti degli schiavi. In Germania per andare al cesso in autostrada si pagano 70 cent però quel cesso da posti di lavoro e sulla busta paga di un lavoratore il prelievo fiscale è minimo e questo fa si ceh tutti paghino il dovuto senza lamentarsi più di tanto perchè sanno che lo stato sono loro e ciò che pagano lo pagano per se stessi e i loro figli. POi da noi è scoppiata la moda della caccia all'untore senza renderci conto che per avere lavoro occorre capitale e oggi trovare privati pazzi che impiegano capitale per dare lavoro è sempre più difficile perchè è un grave errore quello di mettere contro padroni e lavoratori. Quiesto porterà ad una nuova tragedia mondiale come già nel secolo scorso e a quanto pare la lezione non è stata imparata!
Ritratto di sciamano.web
8 ottobre 2012 - 18:38
... io pensavo: Ma mica questi qui della finanza sono dei fessi che non si accorgono della furbata, ed i geni di ALVOLANTE invece si... Così ho pensato... e se la finanza li ha lasciati fare per un pò solo per purgare il furbetto della macchinona dopo, non solo per la mcchinona in se, ma anche per il redditometro al quale, magari, riusciva a sfuggire con spese oculate (tipo risultare nullatenenti nonostante il macchinone, la barca, etc..). Così i furboni ingolositi dal fatto di poter pavoneggiarsi col macchinun senza risultare ricchi, non hanno resistito ed hanno comprato appunto in base alle loro VERE possibilità di spesa, e non a quelle millantate eeeeee.... zac!!! Presi nella rete. Che dite potrebbbe essere??? Certo la vera soddisfazione sarebbe vederli in mutande ai semafori a pulirmi il vetro per pochi cents, ma... siamo in italia!!! Saluti.
Ritratto di Yellowt
8 ottobre 2012 - 18:44
Il finanziere è un dipendente pubblico che fa il minimo indispensabile. Idem per l'agenzia delle entrate. Ti chiediamo "solo" 200 euro, paga anche se hai ragione così non hai problemi. Metodi maf iosi operati dallo stato. Quindi non c'è da stupirsi se la gente comune vede le cose anni prima di chi dovrebbe controllare...
Ritratto di gilrabbit
9 ottobre 2012 - 08:28
se continua così ai semafori a pulire i vetri ci finiamo tutti. 20 anni arrivarono i polacchi a lavare vetri ed oggi a distanza di 20 anni quegli stessi polacchi se ne stanno pian pianino tornando tutti al loro paese Chi pulirà a questo punto i vetri se non noi stessi? Sono un professionista e da 2 anni a questa parte pago tutto in ritardo dalla bolleta della luce all'iva che verso regolarmente in ritardi con multe e more. Purtroppo la mia attività è rivolta a servizi che non mi permettono di evadere nemmeno un centesimo e se voglio riscuotere la parcella devo presentare regolare fattura e anche se non riscuoto, cosa orami consueta, lo stato mi chiede ugualmente il dovuto su un reddito che non è entrato in casa. Questo mi fa rimpiangere anche un minimo di stipendio dipendente però alla fine continuo a vivere senza lamentarmi più di tanto. Ma questo purtroppo non durerà molto perchè ho amici e conoscenti che hanno aziende con dipendenti e sono stati costretti a farsi mettere ipoteche sulla casa per ottenere i mutui per pagare gli stipendi o versare le tasse. Durerà? Non credo e da quì a 6 mesi la disoccupazione dilagherà mettendo in pesante crisi lo stato democratico oramai allo stremo. Questa è la conseguenza di una caccia dissennata all'untore, all'evasore e ai profitattori di stato che una precisa e mirarta campagna mediatica ha fatto credere ai più ceh sia una vasta maggioranza. Così non è perchè oggi evade sono chi non lavora ed è sconosciuto al fisco. Per tutti gli altri la partita iva è diventata una sorta di Alcatraz dalla quale si evade solo dopo morte avvenuta!!
Ritratto di sciamano.web
9 ottobre 2012 - 21:20
.... leggo nella tua risposta rassegnazione e rabbia insieme e ne condivido la stato. Non condivido invece il voler far passare come un mito l'esistenza dei furboni imprenditori (i quali destano tutto il mio sdegno), i quali sono ben conscio, non sono certo il male assoluto di questa nazione. In fatto di governare, amministrare e gestire la cosa pubbblica, sembra per noi italiani cosa impossibile da fare bene, o sbagliarla almeno in buona fede. La situazione attuale è certamente dovuta a un ventennio almeno di malgoverno e ruberie varie, mentre sicuramente il ruolo degli imprenditori furbetti non è che marginale. Ciò nonostante a chi come me e te (da come leggo) non resta che pagare fino all'ultimo tozzo di pane che ci verrà strappato dalla bocca, non viene rabbia verso queste persone che con la scusa del "SE PAGO TUTTO POI DEVO CHIUDERE..." si fanno beffe di noi e dello stato (che sempre noi siamo)?. La soluzione secondo me è soltanto in un profondo cambiamento non in chi, ma di chi ci governa e cioè è ora che a governarci ci salga chi sà che vuol dire pagare una bolletta e che se non ci riesce a pagarla si sente a disagio dentro, prechè quel fastidio si chiama onestà, orgoglio e serietà. Spero di non essere stato troppo prolisso, ti auguro migliori fortune. Saluti
Pagine