NEWS

Mercato dell'auto in Europa: +10,9% a marzo 2017

19 aprile 2017

Bene la FCA, mentre il gruppo Volkswagen e la PSA crescono meno rispetto alla media.

Mercato dell'auto in Europa: +10,9% a marzo 2017

BILANCIO POSITIVO - Il mercato europeo dell’automobile conferma di essere in buona salute e registra un incremento del 10,9% fra marzo 2016 e marzo 2017, pari a 1.936.839 immatricolazioni, per effetto dei risultati favorevoli in tutti i principali mercati del continente. I risultati del mese scorso sono i migliori di sempre registrati in marzo. Positivo è anche il bilancio del trimestre gennaio-marzo, passato dalle 3.932.911 unità del 2016 alle 4.256.202 di quest’anno (+8,2%). Lo confermano i numeri pubblicati dalla Unrae, l’associazione delle case automobilistiche estere presenti in Italia, che non sottovaluta però le incertezze a livello politico, istituzionale ed economico che permangono in Europa. 

RENAULT SECONDA A MARZO - La crescita registrata a marzo 2017 giova a tutti i principali costruttori, anche se i primi due non tengono la stessa andatura della media: la Volkswagen guadagna il 6,5% e supera il traguardo delle 400.000 immatricolazioni, la PSA (Peugeot, Citroën e DS) cresce del 6,9% ma rincorre a 178.810 unità. Il gruppo francese è secondo in termini di auto vendute fra gennaio-marzo, dopo la Volkswagen, ma lo scorso mese è stato superato dal gruppo Renault (+14,4%), che ha venduto 180.481 vetture grazie all’ottima prestazione del marchio Renault (+16,3%). Quarta è la Ford (+16,7%), davanti alla FCA (+17,7%), che si conferma in grande spolvero e insidia la posizione occupata dalla Ford: la casa americana ha venduto 308.452 vetture fra gennaio e marzo, la FCA 298.605.

VOLA MERCEDES - Le percentuali di crescita non sono altrettanto favorevoli per le Opel (+3,1%) ed il gruppo BMW (+7,7%), che sente il fiato sul collo del gruppo Daimler (+12,7%), cresciuto del 12,7% a marzo e del 9,7% nel trimestre: la casa tedesca deve ringraziare il +14,7% conseguito dalla Mercedes, che lo scorso mese ha sfondato quota 100.000 esemplari e superato di un soffio la BMW (99.106 auto) e in maniera più significativa l’Audi (95.822), balzando in testa anche nella classifica da gennaio a marzo. La nona posizione della graduatoria mensile è occupata dalla Nissan (+18,2%) e dal gruppo Toyota, in aumento del 19,2%: le due case giapponesi hanno venduto rispettivamente 90.509 e 86.216 automobili.

Aggiungi un commento
Ritratto di Eccomi
19 aprile 2017 - 16:15
Da notare FCA che batte il mercato in tutti I paesi, specie Alfa e Maserati. Alfa +45% in Europa. In Germania, a fronte di un mercato che segna +6.7%, Alfa fa +88%. Ma c'è che dice che di Alfa non se ne vendono e che fallirà a breve...
Ritratto di Magnificus
19 aprile 2017 - 16:44
Se prima vendeva un auto ...adesso due =100% in piu :-))
Ritratto di nicktwo
19 aprile 2017 - 19:28
secondo me in germania venderanno relativamente abbastanza giulia, e scommetterei con inaspettate percentuali dei benzina rispetto al diesel... alla fine mi viene di ritenerli dei buongustai che forse, senza offesa per i nostrani, ci superano nei gusti per auto di livello medio alto (sara', presumibilmente, che sono anche piu' avvezzi grazie al reddito mediamente piu' elevato)... io ad oggi l' unica quadrifoglio vista aveva targa teutonica, per dire... saluti
Ritratto di Corsaro72
19 aprile 2017 - 22:51
Vero,che il reddito é mediamente più alto, vero che probabilmente hanno gusti più abituati al meglio... ma anche vero che in Italia abbiamo una tassazione che rende una pazzia la quadrifiglio. Non solo per il super bollo di diverse migliaia di euro all'anno...
Ritratto di Alfiere
19 aprile 2017 - 22:29
Per Alfa si tratta di 5000 unità vendute in più sul periodo Gen Mar rispetto al 2017, un po' pochine considerato il nuovo modello. Perciò non canterei vittoria, anzi, sono risultati non molto buoni.
Ritratto di nicktwo
19 aprile 2017 - 23:09
secondo me, come gia' dissi piu' volte, himo mi interessa piu' l' aspetto qualitativo che quello prettamente quantitarivo delle vendite (probabilmente non lo stesso sara' per i vertici aziendali)... esempio, in u.s.a. vendono circa 500 giulia al mese, e va be' cifre irrisorie, pero' sembra (se non ho frainteso) che il 90x100 sono quadrifoglio...a questo punto il risultato per me sarebbe da orgoglio assoluto, nel senso che 400 al mese farebbero 5000 quadrifoglio all'anno nei soli u.s.a., se consideriamo che mediamente (sempre se non erro) di m3 se ne vendono un 10 mila annui in tutto il mondo, bhe direi niente male per un modello esordiente e praticamente senza piedigree quale la berlina di arese... no? ...saluti
Ritratto di Eccomi
19 aprile 2017 - 23:46
Come no, risultati non buoni... Attendi i dati che analizzano le varie categorie così ti schiarisci le idee. Inoltre le vendite sul mercato inglese sono appena iniziate.
Ritratto di Luzo
20 aprile 2017 - 13:22
i dati vanno ' normalizzati'.......non si possono paragonare i singoli numeri per stabilire qualcosa.....in germania , per dire ,giulia Q vende più delle corrispettive MB e BMW e gli analisti queste cose vanno a guardare, non certo quante vetture(?) vende ds per poter dire che ha venduto più di GIulia
Ritratto di Alfiere
19 aprile 2017 - 22:31
Persino DS ha fatto +6000 unità...di cosa parliamo...
Ritratto di Eccomi
19 aprile 2017 - 23:42
Stiamo parlando di DS che perde da mesi quote di mercato, e cali di vendite a botte di meno 35%. Di vetture che costano molto meno di Giulia e Stelvio. Paragone che non regge. AR ha segnato una crescita di oltre il 40%. Crescita dovuta al solo effetto Giulia, dato che Stelvio è in vendita da troppo poco tempo. Appunto, di cosa stiamo parlando...
Pagine