NEWS

A tu per tu con Elon Musk, l’uomo-Tesla

11 febbraio 2011

All’apertura in Italia del primo punto-vendita delle vetture elettriche Tesla, non ci siamo lasciati sfuggire l’opportunità di fare quattro chiacchiere con chi ha fatto nascere e dirige la casa americana: Elon Musk.

A tu per tu con Elon Musk, l’uomo-Tesla

LE AUTO DELLA SILICON VALLEY - L’azienda si chiama Tesla, ha sede in quella culla della tecnologia che si chiama Silicon Valley, in California, e produce auto supersportive che corrono come delle Ferrari. Solo che queste “belve” sono elettriche; le uniche vetture al mondo in vendita (ne circolano già 1.500 esemplari) che mettono insieme prestazioni stratosferiche (meno di quattro secondi dichiarati per passare da 0 a 100 km/h) con le emissioni-zero. Lui si chiama Elon Musk, è un giovanottone biondo, simpatico e alla mano, che potrebbe fare la parte del bravo ragazzo in un film di Hollywood. Ma non è un attore: è il miliardario che nel 2003 ha fondato la Tesla, e ne è attualmente l’amministratore delegato. Un sudafricano di 39 anni al quale di certo non manca l’iniziativa: oltre a dedicarsi alle auto, è lui che ha fatto nascere su Internet il sistema di pagamenti Paypal, ed è lui il fondatore e titolare di SpaceX, azienda con un migliaio di dipendenti (più o meno quanti ne ha la Tesla) che produce missili e capsule spaziali per mettere in orbita i satelliti. Insomma, uno che si dà da fare. E l’ultimo piccolo tassello della sua attività è stata l’inaugurazione del primo punto vendita italiano della Tesla, in via Borgogna, pieno centro di Milano (proprio a questo evento si riferiscono le foto). Ne abbiamo approfittato per fare una chiacchierata e conoscerlo meglio.

 

Tesla musk milano 2011 02 10

Per ora producete la Roadster, una due posti velocissima e non proprio economica: da 100.000 euro in su. Si vedranno delle Tesla meno esclusive?
Certo, i programmi sono già ben definiti. Ovviamente si tratterà solo di auto elettriche; l’anno prossimo metteremo in vendita il modello S, la berlina a quattro porte che abbiamo già presentato come prototipo, e nel 2013 arriverà la X, una suv a quattro ruote motrici; saranno costruiti sulla stessa base e avranno un’autonomia molto elevata: oltre 480 chilometri. Contiamo di riuscire a contenere il prezzo di questi due modelli in 50.000 dollari. Entro il 2015, poi, l’idea è di presentare un modello più compatto e ancora meno costoso, intorno ai 30.000 dollari, da produrre in quantitativi decisamente superiori: potremmo arrivare a 200.000 esemplari l’anno.

La Tesla è un’azienda minuscola in rapporto alle grandi case, che stanno dedicando molte energie (e soldi) alle auto elettriche. Come contate di confrontarvi con simili colossi?
Innanzitutto, siamo contenti che tanti altri costruttori si dedichino alle auto elettriche: in fin dei conti in questo modo si aiuta l’ecologia, e questo non può che farci piacere. Rispetto ai colossi, comunque, noi siamo molto più agili, rapidi nel prendere decisioni, e questo ci consentirà di proporre modelli all’avanguardia; per questo, sono convinto che ci sarà spazio anche per le Tesla. E poi, non dimentichiamo che per sviluppare i loro modelli le grandi case si rivolgono proprio a noi, che abbiamo esperienza: è il caso della Smart EV (già in circolazione) e della Mercedes Classe A (in arrivo a breve). Senza dimenticare la Toyota, che ha investito 50 milioni di dollari nella Tesla, e con la quale stiamo portando avanti una serie di progetti, tra cui la Rav4 elettrica, che dovrebbe arrivare nelle concessionarie americane nel 2012.
 

Tesla musk milano 2011 02 06

Adesso sbarcate in Italia. Pensate che potrà essere un mercato importante? 
Certo, già a partire dalle sportive che vendiamo adesso. L’Italia è la patria delle auto più veloci e affascinanti del mondo, è un paese che ama il bello, che ama l’innovazione. E le nostre macchine sono questo: belle, sportive, velocissime, emozionanti. Ma hanno anche qualcosa in più: sono “verdi” al 100%. Inoltre, il salone è a Milano, in pieno centro, vicino alle vie della moda: una posizione che abbiamo scelto con attenzione. Noi contiamo di far conoscere rapidamente le Tesla e di fare in modo che diventino un oggetto di moda, di distinzione.
 

Tesla musk milano 2011 02 02

Le case stanno spingendo molto presso i governi per ottenere incentivi che favoriscano l’acquisto delle auto elettriche. Secondo voi questi aiuti sono fondamentali per riuscire a vendere?    
Fondamentali no, anche perché le nostre vetture non sono care rispetto a quello che offrono: vanno come una Ferrari e costano la metà. Ciò detto, ritengo gli incentivi una cosa più che giusta. Non solo perché la Tesla produce auto elettriche, ma perché aiutare l’ambiente è qualcosa che va incentivato. La benzina e il gasolio si pagano quando si fa il pieno, ma c’è un costo nascosto, quello dell’inquinamento, che poi paghiamo tutti quanti. Anche in salute.

Commenti
Ritratto di Claus90
11 febbraio 2011 - 23:11
Sono bellissime auto però assomigliano un po alle lotus comunque non diciamo che vanno come le ferrari alla tesla già si sono fatti grandi tanto a noi italiani piacciono i cilindri che esplodono(es i 12 cilindri) e il motore che tuona non un motore silenzioso e freddo della tesla
Ritratto di 19miki90
11 febbraio 2011 - 23:30
1
In un servizio di top gear, provando la tesla in pista la carica si é consumata in meno di 100 chilometri mi pare... ovvio nessuno la userebbe mai in quel modo, ma il dubbio che mi é sorto é che per raggiungere i 480 di autonomia bisogna andare veramente piano...
Ritratto di Al86
11 febbraio 2011 - 23:55
Bè la Tesla è sicuramente l'auto elettrica migliore al momento, a patto di andare in giro come se si avesse una normale utilitaria e non usarla sportivamente (però a questo punto, perché prendere una sportiva?), altrimenti l'autonomia è la stessa delle altre elettriche (cioé ridicola), comunque rimane il problema della "vita utile" delle batterie, cioé quanti cicli di carica-scarica possono supportare, e dei tempi di ricarica, oltre al fatto che la corrente elettrica è prodotta sopratutto da centrali a combustibile fossile, comunque, per pura conoscenza, qui c'è il video della prova di Top Gear: http://www.youtube.com/watch?v=JSFehyN8X7w&playnext=1&list=PL063595A920B58C78
Ritratto di lambofan
12 febbraio 2011 - 07:57
per essere una sportiva in curva non mi sembra molto veloce.
Ritratto di SHAOLIN QUAN
12 febbraio 2011 - 15:17
BELLA,VELOCE E ECOCOMPATIBILE,A PATTO CHE VI SIANO INFRASTRUTTURE ADEGUATE...PER FAR CIRCOLARE IN SERENITA'LE AUTO DEL FUTURO..
Ritratto di Fede97
12 febbraio 2011 - 22:17
a ferrara ce n'è una blu... bellissimaaaa *_* però con quel che costa...
Ritratto di ypacar90
13 febbraio 2011 - 16:46
1
comunque bella macchina anke se costosa..
Ritratto di jamp83
14 febbraio 2011 - 10:52
1
spettacolare quella gialla parcheggiata sul passaggio pedonale...ahahah
Ritratto di gabryf
14 febbraio 2011 - 15:29
simili alle lotus?per chi ha un minimo di buon occhio si accorge che sono praticamente identiche!in ogni caso un'auto elettrica é ancora una fantasia del futuro.Costa il triplo di una sportiva "normale" e non se ne conoscono le doti di affidabilità, in più hanno un'autonomia ridicola che costringerebbe a guidare con una centrale elettrica nel bagagliaio se non ci si vuole fermare a fare "il pieno" ogni mezz'ora.Che poi, questo famigerato pieno non si potrebbe neanche fare, perché ditemi chi di voi ha mai visto un distributore di elettricità in Italia,ce ne saranno 3 in tutto! gli ingegneri dicono che possiamo fare il pieno nel garage? beh,non tutti ce l'hanno un garage,e poi nel 2011 mi sembra una soluzione alquanto limitata non credete?
Ritratto di Claus90
14 febbraio 2011 - 22:25
negli anni 50 credevano che nel 2000 uscivano le auto volanti invece nel 2011 non si capisce niente più
Ritratto di Bepi Ankara
14 febbraio 2011 - 22:44
Ciao a tutti quelli che credono nell'elettrico... Andate su youtube a guardare il video: "auto ad aria compressa". Non ridete, andate a guardare prima di ridere. Poi potete anche continuare con i motori a magneti permanenti...
Ritratto di antonellof
15 febbraio 2011 - 10:46
saranno il futuro, molto prossimo. Anche sulle fotocamere digitali c'erano molti scettici. Quando siete in qualche località turistica guardate quanti usano ancora i rullini. Nel giro di 20 anni sono pressochè scomparsi. Lo stesso accaderà alle automobili a motore termico. Riflettete gente riflettete.
Ritratto di steverm
15 febbraio 2011 - 14:44
le macchinette digitali hanno soppiantato le analogiche appena il loro prezzo è drasticamente calato ma almeno le batterie si trovavano...sfido chiunque a caricare questo tesla con l'impianto domestico di casa !
Ritratto di enterprais
5 aprile 2011 - 18:44
le auto elettriche non sono altro( non so l'iglese) che la punta di un aisberg per ora,le macchine con il motore termioo cioè ha scoppio sono il titanich.
Ritratto di SaverioS
21 novembre 2012 - 10:46
"qualcosa" di Inglese lo hai imparato.....( sono parole comuni !! ma occorre scriverle bene x non passare da ignorante ) Enterprise,Iceberg,Titanic. :) ciao