NEWS

Ford: l’auto senza guidatore consegna le pizze

1 settembre 2017

L’azienda sta lavorando insieme a Domino’s Pizza per effettuare il trasporto delle pizze a bordo di un’auto controllata dall’elettronica.

Ford: l’auto senza guidatore consegna le pizze

NUOVE PROSPETTIVE - Nei progetti di Uber e di alcune case automobilistiche c’è l’utilizzo di vetture controllate dall’elettronica per nuove forme di noleggio a breve termine, basate su auto da prenotare attraverso un’applicazione e capaci di portare il guidatore alla meta senza che questo debba mettersi al volante: sarà compito dell’elettronica di bordo raggiungere il cliente, stabilire il percorso e guidare la macchina. Una possibile nuova applicazione della tecnologia è allo studio presso la Ford, che negli Stati Uniti sta lavorando per trasformare le auto a guida autonoma in veicoli per la consegna delle pizze (guarda il video qui sotto): attraverso il supporto di Domino’s Pizza, una grande catena specializzata, i clienti di Ann Arbor (nei pressi di Detroit) saranno i primi a ricevere l’ordinazione attraverso una vettura di prova guidata dall’elettronica. La Ford ha annunciato che i clienti verranno selezionati in maniera casuale.

INCOGNITE DA RISOLVERE - Il progetto è da intendersi come sperimentale, ma serve alla Ford e alla Domino’s Pizza per valutare le reazioni delle persone davanti a una tecnologia di questo tipo: nel futuro le auto senza conducente potrebbero rivoluzionare il settore del trasporto, stando ad alcune previsioni, ma nessuno conosce ancora l’opinione dei clienti sulle consegne automatizzate o sa individuare possibili malfunzionamenti della tecnologia nell’uso pratico. La vettura scelta per il test è le Fusion Hybrid che l’azienda da mesi sta provando su strada, nell’ambito dei collaudi per migliorare l’affidabilità della tecnologia. L’auto è controllata a distanza da alcuni ingegneri e raggiunge la casa del cliente dopo che questo ha dato il proprio assenso all’operazione. Domino’s Pizza, attraverso un’app, gli consentirà di tracciare la posizione dell’auto e sbloccare lo sportello posteriore per ritirare l’ordine. La Ford conta di mettere in vendita nel 2021 la sua prima auto senza conducente.

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
1 settembre 2017 - 17:56
Sarebbe stata più pratica la Tourneo.
Ritratto di BARRACUDA74
2 settembre 2017 - 18:58
Certo con la guida autonoma... potrebbero prendere un furgone, allestirlo con un forno... il pizzaiolo fa la pizza e il furgone te la porta a casa appena sfornata....
Ritratto di Rav
3 settembre 2017 - 12:30
2
Sarà felice quello che prima consegnava le pizze e ora non potrà comprarsi nemmeno un'auto normale. Sono ridicoli. Studiano un progetto che potrebbe veramente rivoluzionare il mondo e la vita di persone con gravi difficoltà motorie, che oggi sono costrette a casa o a doversi affidare alla disponibilità degli altri... gli fanno consegnare le pizze.
Ritratto di BARRACUDA74
3 settembre 2017 - 13:13
Beh... dai, sono esperimenti. Che gli voi fa consegna' un rene???? E se poi si sbaglia???
Ritratto di federico p
3 settembre 2017 - 15:04
Ci sarà un calo degli occupati molto elevato non solo dei portapizze ma anche tassisti ncc autisti privati autotrasportatori quelli che guidano l'autobus Chi consegna le pizze porta a casa sui 500 euro e la macchina é forse l'ultimo dei suoi pensieri
Ritratto di Prrrrr
4 settembre 2017 - 16:07
Si ma me le deve portare al piano ste pizze! Chiaro? Il ragazzo con il motorino è più comodo.;-)
Ritratto di Robespierre
4 settembre 2017 - 18:57
La guida autonoma è al momento solo uno specchietto per allodole ed attrarre azionisti sprovveduti. Su una rivista del settore si legge che attualmente la guida autonoma commette statisticamente 1 errore ogni mille miglia percorse ma per poterla considerare sicura deve scendere ad 1 errore ogni 5 milioni di miglia. Questa è una scomoda verità. Siamo ben lontano.