NEWS

Opel Ampera-e: ora è un'elettrica

11 febbraio 2016

Cugina europea della Chevrolet Bolt EV, dovrebbe avere un’autonomia superiore ai 300 km e costo d’acquisto abbordabile.

Opel Ampera-e: ora è un'elettrica
GENI AMERICANI - Si chiama Opel Ampera-e l’erede dell’Ampera: se il nome non si discosta granché dalla prima generazione (che non ha goduto di un grande successo, a dispetto dell’elezione ad auto dell’anno nel 2012), la sostanza è alquanto differente. La base è l’elettrica Chevrolet Bolt EV (qui per saperne di più): promette un’autonomia superiore a 300 km e un prezzo abbordabile. La Volt, per fissare le idee, ha un listino pari a 30.000 dollari negli Stati Uniti, al netto tuttavia di un cospicuo incentivo di 7.500 dollari.
 
29 NUOVI MODELLI ENTRO IL 2020 - In pratica, la Opel Ampera-e è la versione europea della Bolt EV: quasi un atto dovuto, visto che la General Motors ha deciso di dismettere da buona parte del Vecchio Continente il marchio Chevrolet. Dunque, la Ampera-e sarà uno dei 29 nuovi modelli annunciati dalla casa tedesca da qui al 2020.
 
MONOVOLUME - Per adesso non sono stati diffusi dati tecnici della Opel Ampera-e (che non è certo dissimile nell’estetica dalla Bolt EV): c’è tuttavia da pensare che non si discosteranno significativamente da quelli della cugina americana. La Bolt EV ha un pack batterie da 288 celle complessive, con capacità 60 kWh, dal peso di 435 kg. La potenza è di 200 CV, la coppia di 360 Nm. Le forme della Ampera-e sono quelle di una monovolume compatta, con linea di cintura ascendente ed elemento nero sul montante posteriore per fare apparire sospeso il tetto (dall’andamento discendente); le batterie sono poste sotto il pianale per non influenzare negativamente capacità di carico e abitabilità - oltre ad abbassare il baricentro del veicolo, migliorandone le qualità dinamiche. 
 
SEMPRE CONNESSA - Secondo la Opel, l’Ampera-e è in grado di accogliere comodamente cinque passeggeri: sarà venduta anche con il servizio di connettività Opel OnStar, che prevede la connessione a Internet e l’invio automatico di segnalazioni di emergenza in caso di incidente. Le rivali sul mercato? Verosimilmente poche: la nuova Opel elettrica, in ogni caso, è chiamata a sottrarre clienti tanto alla Nissan Leaf quanto alla più esclusiva BMW i3.
Opel Ampera-e
TI PIACE QUEST' AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
6
3
2
8
VOTO MEDIO
2,7
2.727275
22
Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
11 febbraio 2016 - 12:54
Era molto più bella la precedente con impostazione bassa e sportiveggiante tipo liftback che sto coso che non si capisce neanche che tipo di auto sia.
Ritratto di andrea120374
11 febbraio 2016 - 13:29
2
Bene, io preferisco questa alla precedente. Certo che 7500 dollari in meno sono soldoni, da noi farebbero mai certi incentivi??? Comunque 30000 è sempre un prezzo salato per Molti! Vedremo.
Ritratto di ivanvalenti
11 febbraio 2016 - 13:36
1
assomiglia vagamente alla Honda Jazz
Ritratto di Gordo88
11 febbraio 2016 - 14:11
Cavolo 30k dollari per 200 cv elettrici non sono molti e l auto in se non è affatto brutta come molte sue concorrenti elettriche. Il problema è che da noi costerà di più e gli incentivi in Italia difficile che li metteranno mai fuori
Ritratto di FERRARI F1
11 febbraio 2016 - 15:02
Preferivo la Chevrolet stilisticamente, comunque speriamo bene.
Ritratto di giovi11
11 febbraio 2016 - 15:19
3
Fa semplicemente schifo!
Ritratto di FRANCESCO31
11 febbraio 2016 - 18:44
Fiat 500E elettrica con le dimensioni di una LAncia Y e con autonomia di 300 km a 20.000€ = troppo bello !
Ritratto di rikykadjar
11 febbraio 2016 - 20:22
3
Beh 200 cv per un corpo vettura di 417 cm non sono niente male. E poi il prezzo non è cosí alto. Quanto costa una seg. B con 200 cavalli?? Almeno 22000 euro. A 24-25000 euro andrebbe benino vista l' autonomia.
Ritratto di pycans
11 febbraio 2016 - 21:29
Alv Andrea Picano (pycans94@gmail.com) Aggiungi ai contatti 21:29 Mantieni il messaggio nella parte superiore della Posta in arrivo A: pycans_94@hotmail.it pycans94@gmail.com Tutti commenti "potevano importarla" "meglio Chevrolet che Opel" "la opel fa auto americane importate con un altro stemma" non capite proprio nulla di mercato e MONDO AUTOMOBILISTICO. Avete la mentalità di fiat che con tre marchi è stata capace di mettere in produzione tre (per due segmenti, quindi sei totali) auto dello stesso segmento, con stesse motorizzazioni, accessori e finiture (pessime come ogni fiat che si rispetti) senza differenziare i marchi destinandoli a fasce di mercato diverse (marchi come lancia e alfa hanno perso la loro identità, non mettete in mezzo la Giulia che ancora non esiste). È opel che progetta i pianali, i motori (l'accordo con fiat è terminato nel 2007, ora l'unico motore fiat montato sulle opel è il 1.3 diesel , informatevi su Wikipedia se volete) e sistemi di infotainment che successivamente vengono "passati" a chevrolet (trax, cruze, aveo, malibu), o buik (marchio storico americano che si differenzia da opel solo per marchio e motorizzazioni).
Ritratto di domenicofevi
12 febbraio 2016 - 09:31
non capisco quei geni della opel... fanno questa macchina stilisticamente uguale alla "cuginetta" chevrolet e poi fanno la karl stilisticamente diversa dalla nuova spark: karl bruttissima e spark davvero carina..... mah
Pagine