Opel Adam, non ce n'è una uguale all'altra

27 settembre 2012

In poco più di tre metri e mezzo, la nuova Opel Adam offre infinite possibilità di personalizzazione, e finiture molto curate per una citycar. La vedremo in concessionaria a metà dicembre, con prezzi a partire da 11.750 euro.

Opel Adam, non ce n'è una uguale all'altra

VUOL PIACERE AI GIOVANI - La nuova Opel Adam ha forme moderne e muscolose che si staccano nettamente dalle altre vetture della gamma Opel, se non per alcuni dettagli come la forma a boomerang delle luci diurne e dei fanali di posizione posteriori. Singolare il frontale con la mascherina bassa, disponibile non solo cromata ma anche nera. L'unica perplessità è che ci sembra un po' troppo esposta agli urti da parcheggio, quindi facile da rovinare, come del resto il retronebbia e il faretto di retromarcia  nel paraurti posteriore. Originale anche il tetto che sembra sospeso sopra la carrozzeria e che si “stacca” ancora di più scegliendolo in colori in contrasto con il resto della vettura. Tre le possibilità: bianco, nero o marrone scuro. Persino la tinta dei singoli copriraggi dei cerchi (da 15 a 18 pollici) si può cambiare, anche dopo l'acquisto: basta rivolgersi alla concessionaria.

{C}

Opel adam lopes 05 0

DENTRO È UN MONDO DA SCOPRIRE - Ancora più sorprendente l'interno in cui spiccano le infinite personalizzazioni: oltre al colore dei rivestimenti (12 le possibilità) della plancia, degli inserti nel volante e nelle porte, si può scegliere il tema che le decora. Si parla addirittura di 30.000 combinazioni. Singolare anche il soffitto, che può essere impreziosito da 63 luci a led che danno l'effetto di guidare sotto un cielo stellato. Altra possibilità, la colorazione che riproduce un cielo azzurro “macchiato” di nuvole. Anche per l'abitacolo dell'Opel Adam sono diversi gli elementi che si possono modificare dopo l'acquisto: dagli inserti nelle porte alle cornici delle bocchette per l'aria. 
 

Opel adam lopes 10 0
 

LA QUALITÀ NON MANCA, MA LO SPAZIO SÌ - Per essere una citycar, la Opel Adam si distingue per la qualità delle finiture. Dalla plancia laccata, alla buona qualità delle plastiche. Nella consolle spicca lo schermo a sfioramento di 7 pollici e sul volante (che è pure riscaldabile, come i sedili) si ritrovano i comandi per la radio e il cruise control. Tra le armi per conquistare i giovani, la possibilità di connettersi a internet attraverso il proprio smartphone. Si può ad esempio utilizzare applicazioni come il navigatore Gps del telefono attraverso il touch screen. Qui si possono anche visualizzare video e foto, o scorrere la propria rubrica telefonica. E se davanti lo spazio è discreto, sul divano, ben sagomato per due non c'è granché agio in altezza (89 i cm dalla seduta) e per le gambe restano da 4 a 28 cm, in funzione della posizione dei sedili anteriori. Piccolo anche il baule (mentre i vani portaoggetti nell'abitacolo sono ampi), che ha il piano di carico molto scavato: 51 cm sotto la cappelliera e 32 cm sotto la soglia di carico. Questi valori si riducono di ben 22 cm nel caso si installi il subwoofer dell'impianto audio ad alte prestazioni.
 

Opel adam lopes 12
 

DUE MOTORI, TRE ALLESTIMENTI - Al lancio, previsto per la metà di dicembre (anche se i primi ordini si potranno fare già a novembre) la Opel Adam si presenterà con due motori a benzina: un 1.2 da 69 cavalli e un 1.4 da 100 CV, entrambi con Stop&Start. Invece, non arriverà in Italia la 1.4 da 87 cavalli. Prevista, ma in una seconda fase, anche una variante a Gpl (sulla base del 1.2), mentre è da escludere una  Opel Adam turbodiesel, come pure una versione elettrica. I prezzi partono da 11.750 euro per la Jam (che da noi dovrebbe essere la più richiesta), mentre non è ancora stato comunicata la differenza degli altri due allestimenti: Glam (il più chic) e Slam (il più sportivo).

loading.......

 

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Baf
27 settembre 2012 - 10:20
I dirigenti della Opel vogliono competere con la 500 e con la Mini senza motori diesel? Sono pazzi.
Ritratto di nero zabriski
28 settembre 2012 - 16:47
Volere puntare solo sulle linee e sulle personalizzazioni non è una scelta vincente. La Adam paga dazio alla 500 in quanto ad originalità e il mercato dimentica le piccole senza motori a Gasolio. La Twingo non aveva gasolio nemmeno la serie precedente ma era immensa e versatile , ora è una scatolina personalizzabile ma senza il diesel se ne vendono poche. La VW Up ha iniziato bene ma l'assenza di un diesel, l'uscita di ben due modelli identici con altri marchi e a costi inferiori, la non particolare originalità di fondo e il costo elevato ne stanno decretando un mezzo flop. La i10 Hyundai è un pezzo di antiquariato derivata dalla vecchia Atos, se ne vendono da sempre poche perchè di fondo è la stessa vettura da 20 anni. La Micra non solo è stata privata del gasolio (scelta folle con la benzina a 2 euro il litro e con i consumi a 14 km in ciclo urbano) ma è stata pure imbruttita ed impoveriuta rispetto la precedente... Infatti il risultato si vede: concessionari che svendono Micra 1,2 e gente che gli preferisce la Pixio (che consuma moooolto meno ed ha un prezzo di listino piu' esiguo). Tra le prime 50 vetture piu' vendute in europa non ne figura nemmeno una piccola priva della versione Diesel... Pure le piccole C1, Aygo e 107 hanno subito una palese flessione delle vendite con la scomparsa del gasolio... MAH!
Ritratto di Baf
28 settembre 2012 - 19:27
In linea di massima sono d'accordo con quello che dici, in particolare sulla follia del privare auto già dotate di motori diesel di quest'ultima opzione (mi riferisco proprio al trio C1, 107, Aygo, alla i10). Devo però correggerti sulla Twingo, che può essere equipaggiata con il 1.5 dCi da 75 cavalli.
Ritratto di lucaveyron94
1 ottobre 2012 - 21:18
Non potrei essere più d'accordo. Da semi-proprietario di una Twingo I serie, penso che queste piccole rivoluzioni non siano più possibili oggi, dove assistiamo a fenomeni come la nuova Classe A (totalmente conformata al segmento di BMW serie 1 e Audi A1), mentre anche la Twingo, come da lei giustamente detto, oggi soffre più che mai il non aver una motorizzazione a gasolio e la linea poco originale, oltre a uno spazio interno poco sfruttabile (basti dire che nella nostra Twingo, togliendo i sedili posteriori, sono riuscito a fare stare un divano due posti smontato) Guardandosi attorno, si vedono sempre più macchine che non solo utilizzano le stesse piattaforme, cosa assolutamente logica, visto l'abbattimento dei costi che ne deriva, ma addirittura delle forme differenti solo nei gruppi ottici e nelle forme degli interni. Non resta che chiedersi: arriveremo forse, nel tempo, ad avere pochissimi produttori di automobili, ma con una vastissima gamma di modelli, come sta già facendo il gruppo FIAT? Staremo a vedere...
Ritratto di Claus90
27 settembre 2012 - 10:24
Peccato non ci sia una versione diesel
Ritratto di Jinzo
27 settembre 2012 - 16:51
i diesel sono cancerogeni.... tutti i diesel in circolazione.... benzina e gas i migliori
Ritratto di barby_93l03l407m
13 ottobre 2012 - 14:06
ci sei cascato!!! hahhahha, credi che le p.m.2,5 che vengono emessi dai motori benzina, nn siano cancerogeni!!!!!!, invece il diesel emette solo p.m.10, molto più facili da bloccare con i filtri dpf!!!
Ritratto di osmica
27 settembre 2012 - 10:55
E' Più piccola, ma meglio rifinita. La scelta del non-diesel è da bocciare in pieno. Anche per il fatto che i 2 benzina non credo siano ottimi... Il 1.2 Opel (l'odierno) seppur ha una buona dose di cavalli è lento in ripresa e poco elastico. E il 1.4 aspirato beve parecchio.
Ritratto di PEPPER78
3 ottobre 2012 - 00:34
costa meno della clio perche è piu piccola, va paragonata con 500, panda I10 , Venga eccc come misure .Per quanto riguarda i motori i piccoli benzina opel sono avidi di carburante .... e fanno pena come coppia/cv , il diesel lo metteranno quando capiranno che non ne venderanno nessuna e per salvare la faccia le faranno diesel, o gpl, esteticamente ORRIBILE , copia ed incolla di qua e di la , NIENTE DI ORIGINALE..... la 500 MANCO LA VEDE....
Ritratto di osmica
3 ottobre 2012 - 00:46
Con Panda, i10, Venga??? Le prime due sono city car con la carroezzeria monovolume (e 350-360cm di lunghezza) , questa è una berlina a 2 volumi. La venga 400cm ca, è una monovolume più grande (come la Idea, che si basa sulla Punto II). Questa Adam è fatta meglio della Corsa, puntando al "premium" (e costando di più). Come carrozzeria e clientela, presumo che sia più una piccola vettura da città "sfiziosa", come la 500, Mini, Ds3, A1. Tutte, seppur di dimensioni differenti, sono concorrenti tra di loro (qualcuna con prezzi più abordabili, altre con prezzi più alti). Per i motori ha benzina ho già detto.
Pagine