PROVATE PER VOI

Renault Scénic: consumi ottimi, divano discreto

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2017
  • Prezzo (al momento del test)

    € 29.500
  • Consumo medio rilevato

    19,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    100 grammi/km
  • Euro

    6
Renault Scénic
Renault Scénic 1.5 dCi 110 CV Bose
L'AUTO IN SINTESI

La Renault Scénic è una monovolume media tutta nuova, dalle linee dinamiche e sinuose. Accogliente e curata, ma non così spaziosa per chi siede sul divano, ha un bagagliaio capiente e pratico. Su strada, si apprezzano soprattutto la “docilità” di motore e cambio, i consumi molto bassi e la buona maneggevolezza. Sono meno convincenti le riprese nelle marce alte e l’efficacia del controllo elettronico di stabilità (che interviene con un certo ritardo). Il comfort è complessivamente buono, anche se si nota qualche fruscio di troppo alle velocità autostradali, mentre la dotazione è davvero ricca: sono di serie anche i fari full led, il sedile del guidatore con funzione di massaggio per la schiena e l’hi-fi della Bose (lo specialista del suono che dà il nome all’allestimento). E poi, non mancano i sensori di distanza (anteriori e posteriori), il navigatore, dell’avviso in caso di uscita di corsia e della frenata automatica d’emergenza.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Moderna e ricca, ma non così ampia

Tra le monovolume medie, la Renault Scénic si distingue per le forme sinuose (particolare il taglio dei quattro ampi finestrini laterali e delle protezioni alla base delle porte) e per le ruote di ben 20 pollici, studiate appositamente per questo modello. I pneumatici hanno un diametro ampio (dal forte impatto estetico) ma una larghezza ridotta (per non influenzare negativamente la resistenza all’avanzamento, e quindi i consumi); già disponibili anche in versione invernale e “quattro stagioni”, costano all’incirca come delle gomme “normali” (sui 130 euro l’uno). Interamente nuova (il pianale e la meccanica sono quelli delle Renault medio-grandi più recenti, ovvero Mégane, Talisman ed Espace) la Scénic è accogliente e curata, ma meno spaziosa ai posti dietro di quanto non fosse il vecchio modello. Il baule è molto ampio (506 litri anziché 437) e pratico (i sedili posteriori si reclinano elettricamente, con dei tasti) ma la capacità di carico totale cala da 1837 a 1554. Su strada, la Renault Scénic 1.5 dCi è gradevole soprattutto nella guida in souplesse: il quattro cilindri è pronto e omogeneo, e garantisce uno sprint discreto; i lunghi rapporti del cambio (dagli innesti morbidi e precisi) rallentano l’auto in ripresa, ma contribuiscono a limitare i consumi, che sono davvero bassi su tutti i percorsi. La maneggevolezza è buona e lo sterzo preciso, ma l’auto è abbastanza sensibile al rilascio dell’acceleratore nei cambi di traiettoria più bruschi; il controllo elettronico della stabilità riporta l’auto in carreggiata, ma con un certo ritardo, quanto basta per mettere in apprensione. Niente male il comfort, disturbato più che altro dai fruscii dell’aria sulla carrozzeria una volta superati gli 80-90 km/h, e notevole la dotazione: sono di serie i fari full led, il sedile del guidatore regolabile elettricamente e con massaggio per la schiena e l’hi-fi dello specialista Bose (da cui deriva il nome all’allestimento). Inoltre, già la meno costosa versione Intens (1.800 euro in meno) dispone dei sensori di distanza, del navigatore, dell’avviso in caso di uscita di corsia e della frenata automatica d’emergenza; manca, però, il portellone con apertura elettrica. Infine, precisiamo che la Renault Scénic ha ottenuto cinque stelle nei crash test Euro NCAP, con buoni giudizi in tutti i test (inclusi quelli che riguardano i bambini e l’investimento di un pedone).

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Bene il baule, meno i posti posteriori

Plancia e comandi
La plancia della Renault Scénic è semplice, elegante e moderna: un ruolo fondamentale lo gioca la consolle centrale, leggermente inclinata, che incorpora il display a sviluppo verticale (di 8,7”) del buon impianto multimediale, i semplici comandi del “clima” bizona e la leva del cambio, a comoda portata di mano. Dallo schermo si può scegliere fra quattro modalità di guida (privilegiando via via sportività, comfort o consumi), altrettante grafiche del semplice cruscotto digitale e cinque colori delle luci d’ambiente. Numerose le soluzioni che migliorano la praticità: dalle alette parasole estendibili ai vani disseminati ovunque (anche nel pavimento), dal mobiletto scorrevole (30 cm) fra i sedili allo specchietto supplementare per tenere d’occhio i bimbi seduti dietro. Dotati di ampi poggiatesta, i sedili sono delle vere poltrone; spegnendo il motore, quello del guidatore arretra automaticamente per facilitare l’uscita e l’accesso. I materiali sono gradevoli alla vista e al tatto, ma, quanto meno nell’auto della prova, qualche montaggio era da rivedere: passando sullo sconnesso, non mancavano fastidiose rumorosità. 

Abitabilità
Mentre davanti si viaggia “alla grande”, dietro lo spazio è inferiore a quello che ci si può aspettare da una monovolume: chi è alto non ha molta “aria” sopra la testa, ma soprattutto ha poco agio per le ginocchia (i pur utili tavolini pieghevoli fissati agli schienali anteriori sottraggono centimetri preziosi). Per il resto, tutto ok: l’imbottitura del divano è comoda, ci sono le bocchette del “clima” e il mobiletto centrale ospita un vano e tre prese (due Usb) per la ricarica dei dispositivi elettronici. 

Bagagliaio
Il baule, capiente in rapporto alle misure della carrozzeria, ha il pianale che si può posizionare su due altezze e un accesso agevole (soglia di carico a soli 62 cm da terra e ampio portellone, che però non prevede neppure fra gli optional l’apertura elettrica). Il divano è composto da due parti scorrevoli (per 14 cm), così che si può portare la profondità del vano da 80 a 94 centimetri; gli schienali sono reclinabili con comodi tasti vicini all’apertura, e anche il sedile anteriore destro si può ripiegare (ma non se si scelgono i sedili in pelle. Le finiture sono buone.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Bassi consumi, buon comfort e riprese lente

In città
Nel traffico conviene inserire la modalità di guida Comfort: il volante della Renault Scénic diventa molto leggero, mentre il 1.5 risponde docilmente già a 1000 giri. Queste doti, unite alla manovrabilità agevole del cambio e alla buona visibilità complessiva, rendono la guida rilassante. Sensori di distanza e telecamera di retromarcia (quest’ultima optional a 800 euro) sono una manna nei parcheggi, e lo Stop&Start limita i consumi (molto bassi: abbiamo misurato 18,2 km/litro).

Fuori città
Tenendo il motore sopra i 2000 giri, e grazie alla buona prontezza dello sterzo, la Renault Scénic consente di tenere anche un buon ritmo sui percorsi tortuosi. Con una guida molto aggressiva, invece, la vettura tende a “galleggiare” un po’ sulle sospensioni, limitando la precisione nelle traiettorie, e nei casi limite l’Esp non sempre interviene con la dovuta prontezza. Bene anche qui il comfort e i consumi: 21,7 km/litro.

In autostrada
La sesta lunga (a 130 km/h si viaggia a 2400 giri) riduce i consumi a soli 16,1 km/litro a 130 orari costanti. Basso anche il rumore del motore della Renault Scénic: per le orecchie, sono più evidenti i fruscii dell’aria che scorre lungo i finestrini. Dopo i rallentamenti, occorre scendere anche in quarta marcia per riuscire a riprendere con un certo brio; buona la stabilità direzionale in rettilineo e nei curvoni, e comodo il cruise control con radar di distanza (che fa parte del pacchetto Cruising, a 800 euro).

PERCHÉ SÌ

Capacità di carico
Il bagagliaio è capiente e ha forme regolari; numerosi e ampi i portaoggetti nell’abitacolo.

Consumi
Ottimi risultati: poche vetture (anche utilitarie) bevono meno della Scénic.

Dotazione
L’auto non costa molto in rapporto ai tanti accessori di pregio offerti di serie (citiamo fari full led e navigatore). E gli optional non sono cari.

Maneggevolezza
La Scénic è pronta nei cambi di traiettoria, e si guida senza fatica.
  

PERCHÉ NO

Assemblaggio
Nell’auto in prova, abbiamo notato molti “rumorini” causati dal montaggio impreciso dei componenti interni.

Controllo di stabilità
Il sistema elettronico corregge in ritardo la sbandata che si verifica sterzando bruscamente mentre si rallenta (come nelle situazioni di emergenza).

Riprese
Ai bassi regimi il motore gira con regolarità, ma spinge poco. In quinta e sesta marcia, anche accelerando a fondo, la velocità sale lentamente.

Spazio sul divano
Da una monovolume di queste dimensioni, è lecito aspettarsi più agio per i passeggeri posteriori.

SCHEDA TECNICA
Carburante gasolio
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/4000
Coppia max Nm/giri 260/1750
Emissione di CO2 grammi/km 110
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 441/187/165
Passo cm 273
Peso in ordine di marcia kg 5
Capacità bagagliaio litri 506-n.d./1554
Pneumatici (di serie) 195/55 R20
Serbatoio litri 52

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 3900 giri   180,6 km/h 183 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 12,3   12,4 secondi
0-400 metri 18,4 120,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 34,1 150,3 km/h 34,2 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 43,8 136,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 37,1 136,3 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 4a 18,8   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 17,3   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   18,2 km/litro 21,3 km/litro
Fuori città   21,7 km/litro 23,8 km/litro
In autostrada   16,1 km/litro non dichiarato
Medio   19,2 km/litro 25,6 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,4 metri non dichiarata
da 130 km/h   64,4 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,3 metri 11,2

 

Renault Scénic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
39
35
17
13
16
VOTO MEDIO
3,6
3.566665
120
Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
17 luglio 2017 - 15:40
3
Bella fuori, ma la plancia.......
Ritratto di Fxx88
17 luglio 2017 - 16:45
2
Concordo, Renault fa sempre linee piacevoli e particolari, ma gli interni non sono belli...
Ritratto di lucios
17 luglio 2017 - 21:57
3
Un po troppo al risparmio e non proprio belli. Per nulla proporzionati alle belle linee esterne.
Ritratto di MAXTONE
17 luglio 2017 - 15:58
Cerchi da 20 pollici su un minivan da famiglia... parte il fatto che cerchi di tali dimensioni riducono irrimediabilmente il comfort (in ogni caso succede rispetto alla stessa auto con cerchi più piccoli) e non vanno assolutamente d'accordo con le condizioni del manto stradale italiano, da quanto ho saputo comunque non è impeccabile neppure in molti altri paesi d'Europa, ma quello che mi chiedo io è che salassata ti arriva al momento di cambiare le gomme? Io mi sono sentito chiedere ben 108€ per gomma (totale ben 432€) e la mia LEXUS IS monta cerchi da "soli' 17 pollici, e non che avessi fatto il preventivo per delle Yokohama o Toyo, tantomeno per delle Bridgestone, Pirelli o Michelin, bensì per delle ben più modeste Hankook identiche a quelle che già ho.
Ritratto di marcoveneto
17 luglio 2017 - 16:47
in teoria renault ha stipulato un accordo con dei fornitori di gomme per tenere a un prezzo "conveniente" le gomme di questa scenic...anche perchè una gomma da 20 pollici larga come una da 16 (195...) non credo esistesse prima..ne parlava un articolo di al volante tempo fa...sull'auto che dire: dovrebbe spiccare per spaziosità e invece tra i difetti c'e il divano ridotto all'osso..
Ritratto di HaldeX
17 luglio 2017 - 18:43
1
La gommatura attuale delle auto è veramente senza senso. Non sapevo dell'esistenza su raggio 20" delle 195. Non ne ho mai viste e spero di non vederne mai, ma proporzionalmente ho paura faccia effetto "carrozza".
Ritratto di MAXTONE
17 luglio 2017 - 23:42
Il rapporto raggio/larghezza in questo modo è terribile perché un raggio ampio deve essere supportato anche da una larghezza notevole (ad esempio, proprio adesso sono andato sul sito di Yokohama e le Audi RS che le montano di primo equipaggiamento hanno dimensioni tipo 275 su cerchi da 19 o 20 allora li si che si può capire, non dico che su un monovolume uno debba avere dimensioni mostre come quelle ma neppure dovrebbe avere i 20. I quali tra l'altro non sembrano neppure "eclatanti" in questo caso, paiono solo leggermente più grandi del solito.
Ritratto di MaurizioSbrana
17 luglio 2017 - 17:11
1
Perdonami ma di modesto hankook non hanno nemmeno il nome... sono gomme di alta gamma, molto piu di yokohama o toyo quasi... fra l'altro so che il gruppo coreano punta proprio ai vertici di michelin e bridgestone...
Ritratto di MAXTONE
17 luglio 2017 - 23:35
Yokohama vengono montate come primo equipaggiamento dalle Audi RS tanto per dire un premium brand che le utilizza e parliamo di RS non Audi normali, ma ce ne sono tanti altri, da Mercedes-Benz AMG a Volkswagen passando, e qui è più scontato essendo giapponesi, per Honda e Toyota/Lexus. Le Hankook sono coperture molto commerciali dal buon rapporto qualità prezzo e molto versatili e longeve un po' come erano le CEAT negli anni 80 ma certo non possono competere con i marchi che ho citato i quali sfruttano da decenni l'esperienza maturata nelle corse. In altre parole per strada vedrai tantissime Hankook ma non credo che se vai ai track day le trovi sulle auto di quelli che ci corrono in pista.
Ritratto di MAXTONE
17 luglio 2017 - 23:53
Le Yokohama della serie ADVAN sono di primo equipaggiamento anche su Bentley e Porsche oltre a AMG, non saprei dire le Bmw M ma non mi sorprenderei affatto di trovarle anche su di esse.
Pagine