Renault

Renault
Scénic

da 22.350

Lungh./Largh./Alt.

441/187/165 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

506/1.554 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

La linea della quarta serie della Renault Scénic riprende fedelmente quella del prototipo R-Space del 2011: è una monovolume media particolarmente moderna, filante e personale. Parte della riuscita estetica dipende anche dall'adozione della ruote di 20 pollici per tutte le versioni, che "riempiono" molto bene la fiancata. Di solito, ruote con un diametro così grande sono anche larghe; ne derivano un maggior costo del ricambio e un peggioramento dei consumi e delle prestazioni, dovuti al maggior attrito sull'asfalto e all'aerodinamica meno favorevole. Tutti problemi che in questo caso non ci sono: le gomme, infatti, sono realizzate appositamente per la Scénic, abbinando un grande diametro a una larghezza contenuta. Alla guida, queste ruote "strane" non sembrano creare problemi: la Renault Scénic è una delle monovolume più maneggevoli e precise nell'affrontare le curve. Lo sterzo leggerissimo a bassa velocità richiede un po' di abitudine, ma quando l'andatura cresce il "servo" lavora meno, e il volante richiede quel pizzico in più di sforzo che aiuta nella guida. Tuttavia, nelle manovre più brusche, nelle emergenze, il retrotreno perde aderenza per qualche istante prima che il controllo elettronico della stabilità rimetta in linea la vettura. L'abitacolo è moderno, con il cruscotto completamente digitale in molte versioni, l'ampia consolle centrale con comoda leva del cambio rialzata e una gran quantità di portaoggetti (inclusi gli ampi pozzetti sotto il pavimento). Giudizio buono per qualità dei materiali e discreto per precisione nelle finiture, mentre la capienza del bagagliaio è notevole; trattandosi di una monovolume, però, l'abitabilità posteriore non è un granché (l'auto ospita con un certo comfort al massimo cinque persone di statura media). E, diversamente che nei vecchi modelli, dietro non ci sono tre sedili singoli e smontabili, ma un divanetto a due posti affiancato da un sedile (entrambi scorrevoli e reclinabili); la praticità, quindi, è apprezzabile ma inferiore a prima. La scelta di motori è ampia, a benzina e a gasolio. I primi sono regolarissimi, silenziosi, e, nelle versioni più potenti, anche brillanti; tutti molto economi e silenziosi i diesel.

Versione consigliata

Basterebbe la versione base della Renault Scénic per avere tutti gli accessori davvero necessari in un'auto moderna, ma è la Intens ad avere il miglior rapporto fra qualità e prezzo. Quanto ai motori, la scelta è ampia. Chi conta di tenere molto a lungo l'auto e fa meno di 15.000 km l'anno può pensare ai 1.3 TCe a benzina, che sono molto fluidi nel funzionamento e non bevono molto. Per i "macinachilometri", invece, ci sono i diesel di 1.749 cm3 .      

Perché sì

Dotazione In rapporto al prezzo, gli accessori di serie sono parecchi; interessanti quelli a richiesta.

Guida L'auto è decisamente maneggevole.

Motori Prestazioni e gradevolezza di funzionamento sono degne di nota.

Portaoggetti Gli interni sono ricchi di vani, ampi e ben realizzati.  

Perché no

Dettagli interni Alcuni elementi non sono il massimo della funzionalità.

Fruscii L'aria che scorre sulla carrozzeria si sente già a media velocità.

Stabilità Nelle sterzate molto brusche, le ruote posteriori allargano sensibilmente la traiettoria prima che l'Esp rimetta a posto la situazione.

Spazio posteriore Una monovolume lunga quasi quattro metri e mezzo dovrebbe offrire qualche centimetro in più a chi siede dietro.

GLI INTERNI
Renault Scénic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
48
50
25
18
20
VOTO MEDIO
3,5
3.546585
161
Photogallery