NEWS

Dakar 2019: nella terza tappa Al-Attiyah torna in testa

10 gennaio 2019

Il pilota della Toyota si riprende la vetta dopo il secondo posto della terza, dietro a Peterhansel.

Dakar 2019: nella terza tappa Al-Attiyah torna in testa

GIOCHI SEMPRE APERTI - La prima regola della Dakar è non dare mai per “spacciato” un pilota, anche se il ritardo dalla vetta è di minuti: la celebre corsa in fuoristrada, che quest’anno si svolge in Perù, è talmente ricca di insidie e imprevisti da regalare sempre colpi di scena. Lo dimostra quanto successo da San Juan de Marcona ad Arequipa, un “tappone” di 331 km cronometrati (su 467 km totali) della Dakar 2019 in cui si è riportato al comando della classifica generale l’esperto pilota qatariota Nasser Al-Attiyah, fra i candidati alla vittoria finale, che al volante della Toyota Hilux ha recuperato terreno in classifica dopo la disastrosa seconda tappa, quando aveva tagliato il traguardo con un ritardo di oltre sei minuti dal primo. Dopo tre tappe Al-Attiyah guida la classifica davanti al saudita Al Rajhi e al francese Peterhansel.

COLPI DI SCENA - Al-Attiyah ha recuperato lo svantaggio che aveva in classifica generale arrivando secondo nella terza tappa, alle spalle di un altro pilota che sembrava già tagliato fuori: la vittoria da San Juan de Marcona ad Arequipa è andata infatti al francese Stéphane Peterhansel, primo all’arrivo con oltre 3 minuti di vantaggio su Al-Attiyah e oltre 11 minuti sul polacco Jakub Przygonki. Peterhansel, alla guida di una Mini, è alla ricerca del quattordicesimo successo alla Dakar (sei vittorie con le moto, sette con le auto) e cercherà di “rosicchiare” lo svantaggio che lo separa in classifica generale da Al-Attiyah, pari a 7 minuti e 3 secondi, nonostante il ritardo accumulato nella seconda tappa dopo essere rimasto bloccato di una duna di sabbia. La terza tappa è stata ostica per Carlos Sainz o Giniel De Viliers, che hanno perso ore dai primi a causa di problemi meccanici. Pesante anche il ritardo di Leob: nella terza tappa ha accumulato 42 minuti.

SENZA ASSISTENZA - La quarta tappa inizierà per le auto alle 14.57 (ora italiana) e si preannuncia molto complessa, non soltanto per i 259 km cronometrati: i piloti non avranno mezzi di assistenza ad aiutarli nei 405 km fra Arequipa e Tacna, quindi in caso di rotture meccaniche dovranno essere bravi a sistemare rapidamente il danno e ripartire.



Aggiungi un commento