NEWS

Dakar Series China Rally 2017: la 7ª tappa

30 settembre 2017

De Villiers fuori dai giochi a seguito dell’incidente di ieri ha chiuso 18°

Dakar Series China Rally 2017: la 7ª tappa

ESCLUSO DALLA CORSA - Con tutti i favoriti fuori dai giochi, i riflettori della Dakar Series China Rally 2017 erano puntati oggi sui due nuovi protagonisti: i concorrenti  #130 Ma Hailong (Nissan VQ40), leader della generale, e #115 Zhang Ming (SMG Hanwei Team), secondo a +1min 44sec., con Zhang Ming che si è aggiudicato la tappa e Ma Hailong che ha vinto il rally e con questo anche un’iscrizione gratuita per la Dakar 2018. Il sudafricano Giniel De Villiers, che ieri aveva rotto le sospensioni e lo sterzo della sua Toyota Hilux nell’impatto con una grossa roccia nascosta dietro la sabbia, ha ripreso la corsa, anche se con una penalità di 12h 30min che lo ha definitivamente escluso dalla corsa per la vittoria ed ha chiuso 18°. 

UN MONDO DI DUNE - “È la gara più dura che abbia mai corso!” ha dichiarato Giniel De Villiers, vincitore della Dakar 2009. “Sinceramente non ci aspettavamo una corsa così impegnativa che richiede la massima concentrazione ed un notevole sforzo fisico. Ieri stavamo attraversando una serie di dunette, quando sono atterrato su una roccia rompendo sospensioni e sterzo. Ho cercato di riparare i danni sul percorso, ma era impossibile riprendere la corsa. Abbiamo dovuto guidare a quattro mani, tanto era dura girare. Nonostante l’incidente di ieri, ne è valsa la pena venire. Il deserto della Inner Mongolia è perfetto per allenarsi sulla sabbia in preparazione della Dakar. Abbiamo trovato ogni tipo di dune, dalle dunette più soffici, dalla sommità rotonda, a quelle più ripide ed infine vere e proprie montagne, soprattutto nella regione occidentale intorno ad Alxa Right. Siamo venuti qui per allenarci per la Dakar e credo che questa corsa abbia un gran potenziale”.      

UN BILANCIO - Anche Tiziano Siviero, il direttore sportivo della prova ha espresso la sua soddisfazione: “Era un po’ una scommessa, ma siamo veramente contenti. Abbiamo trovato un’ottima collaborazione e un gran supporto da parte di FB-Life, gli organizzatori, e la popolazione locale. Ho trovato molto entusiasmo, passione e professionalità. Anche in termini di piloti iscritti (104 concorrenti di 9 nazionalità) possiamo essere contenti considerato che le iscrizioni sono state aperte molto tardi. Il terreno è un perfetto parco giochi per gli amanti del deserto e un’ottima preparazione per la Dakar”. “Siamo veramente contenti”, ha dichiarato Zhao Wei, Vice Presidente di FB-Life, “la nostra intenzione è di offrire ai concorrenti cinesi un rally internazionale per confrontarsi con piloti stranieri e prepararsi al meglio alla Dakar. Il livello dei piloti di questa prima edizione era buono, ma questo è solo il l’inizio di una grande avventura”. 

Aggiungi un commento