NEWS

Per la FCA un ottimo 2018, ma la borsa non apprezza

08 febbraio 2019

Il gruppo viene “trainato” dai risultati del Nord America: l’utile netto a 3,6 miliardi, ma il titolo perde in borsa.

Per la FCA un ottimo 2018, ma la borsa non apprezza

NUMERI POSITIVI - Il 2018 è stato un anno positivo per i conti della FCA, che ha venduto 4.842.000 automobili nel mondo (102.000 in più rispetto al 2017) e visto migliorare tutti i risultati economici. Il “balzo” più importante è del guadagno al lordo di interessi, imposte e ammortamenti, cresciuto dai 3,770 miliardi di euro del 2017 ai 5,047 miliardi dell’anno scorso (+34%), mentre l’utile netto di bilancio è aumentato del 3% da 3,510 a 3,632 miliardi di euro. La FCA ha visto crescere l’anno scorso anche il giro d’affari: due anni fa era di 110,934 miliardi, nel 2018 ha raggiunto i 115,410 miliardi (+4%). Il gruppo italo-statunitense aveva al 31 dicembre quasi 1,90 miliardi di liquidità netta, mentre al 31 dicembre 2017 era indebitato di 2,39 miliardi. 

L'EUROPA RALLENTA - Nel bilancio 2018 della FCA sono positivi anche i dati sulle vendite, aumentate del 2% da 4,740 milioni a 4,842 milioni di unità. Questa crescita è stata “trainata” dalla regione nordamericana, dove la FCA ha visto passare le consegne da 2,412 milioni a 2,534 milioni. Il Nord America resta di gran lunga l’area più redditizia per la FCA, che l’anno scorso ha venduto 2,663 milioni di automobili e guadagnato 6,230 miliardi di euro (erano 5,227 miliardi nel 2017). Ciò significa che in media il gruppo guadagna l’8,6% lordo da ogni auto venduta in Canada, Messico e Stati Uniti. La FCA non riesce a ottenere gli stessi risultati in America Latina, dove il guadagno lordo è passato da 151 a 359 milioni, né tantomeno in Europa, dove a fronte dei 1,318 milioni di auto consegnate (erano 1,365 nel 2017) il gruppo ha guadagnato 406 milioni di euro al lordo delle tasse, contro i 735 milioni del 2017. 

MASERATI IN CRISI - A “stonare” nel rendiconto annuale della FCA sono i risultati della Maserati, che sconta le difficoltà in Cina e vede crollare le vendite: erano 51.500 nel 2017, sono state 34.900 l’anno scorso (-32%). Nel 2018 la casa del Tridente ha registrato un giro d’affari di “soli” 2,663 miliardi di euro, contro i 4,058 miliardi dell’anno prima, mentre il guadagno al lordo delle tasse si è “ristretto” da 560 milioni a 151 milioni. Nel 2017 la Maserati guadagnava il 13,8% lordo da ogni auto venduta, percentuale scesa al 5,7 dell’anno scorso. 

MERCATI PESSIMISTI - I numeri contenuti nel bilancio della FCA non sembrano aver soddisfatto i mercati azionari, perché il titolo del gruppo ieri è stato sospeso in borsa per eccesso di ribasso dopo la pubblicazione del rendiconto. Questo può significare che i mercati non sono troppo ottimisti sul futuro a medio e lungo termine dell’azienda, in particolare considerando le incertezze circa il lancio dei nuovi modelli e la sua dipendenza sempre più marcata dal Nord America, mentre America Latina, Asia ed Europa stentano.



Aggiungi un commento
Ritratto di tramsi
8 febbraio 2019 - 18:31
Sulla TT ci siamo espressi io ed altri nel Topic dedicato. Se non hai capito (e ancora insisti!), pazienza.
Ritratto di Giuliopedrali
8 febbraio 2019 - 19:13
Avrà venduto tanto in passato. Ma la realtà attuale europea della TT sono 60 unità circa ogni mese a ottobre, novembre, dicembre in tutta Europa.
Ritratto di 82BOB
8 febbraio 2019 - 21:16
Come non condividere? Hanno cannato anche il premium, partorendo una Alfa Romeo zoppa, una Maserati anziana e una Lancia defunta!
Ritratto di Giuliopedrali
8 febbraio 2019 - 22:15
E Maserati era considerata quella che doveva diventare l'esempio da seguire per tutta la parte premium di FCA, si l'esempio per buttarsi nel baratro.
Ritratto di Spock66
8 febbraio 2019 - 15:00
Pochi giorni fa dicevo che manco Jeep può essere tranquilla..la Renegade è uno sgorbio che vende solo in Italia e che stà facendo perdere una grossa fetta di immagine al marchio..(è una Punto cartonata da Jeep), la Wrangler è un mito, ma non è auto da grandi numeri, se la compri e non sei un vero appassionato puro scappi subito..la siura che ci porta a scuola i figli con la Wrangler non resiste due giorni..(troppo hard, troppo rumorosa, troppo maschia)..la Gran Cherokee, si bella, ma non regge con X5, Q8, GLE, Velar per via dei troppi compromessi (resta infatti una buona fuoristrada, troppo per essere anche una buona stradista)..Cherokee è un aborto, tralasciamo per pietà..rimane la Compass, SUVvino decente e ragionevole, vendicchia, ma non fa sognare..forse la Jeep più azzeccata..
Ritratto di Giuliopedrali
8 febbraio 2019 - 15:36
Guardatevi un Bestsellingcars.blog o Carsalebase per le tanto decantate vendite Jeep all'estero. Tolti gli USA e in parte Francia e Spagna, non ci sono altri mercati. In Francia comunque è tallonata dall'Alpine la Jeep... In UK superata insieme a tutta FCA da MG, in Croazia per esempio venduti 8 esemplari, in Norvegia non pervenuta, in Cina superata da Nio mi sembra dopo tre mesi di vendite da zero, ecc ecc.
Ritratto di tramsi
8 febbraio 2019 - 18:43
Ti è stato spiegato INFINITE VOLTE che i numeri della Alpine in Francia sono dovuti allo smaltimento degli esemplari preordinati! Ha il modus facendi di chi si accosta alle cose senza nemmeno capirle. Dimmi la verità, hai conseguito il diploma? Se sì, privatamente? Uno col tuo modo di operare non riuscirebbe a superare un esame!
Ritratto di Giuliopedrali
8 febbraio 2019 - 19:17
Ma quando mai?! Poi sto tono: ti è stato spiegato... Le 300 unità della Alpine in Francia sono costanti ad ogni mese invece, basta guardare, cosa avete parenti che lavorano a Dieppe che sanno segreti, e fortuna che è l'unico modello e che i concessionari sono solo in Francia, sai quanto vende la 911 in Francia o UK: una frazione dell'Alpine. E da noi circa 20 esemplari a novembre.
Ritratto di tramsi
8 febbraio 2019 - 19:51
La 911 costa il doppio della Alpine, quando si dire ragionare a cdc (o alla Pedrali, diventeranno sinonimi sul dizionario). Poi, sì, ti è stato spiegato perché così è. E ti è stato altresì spiegato che occorre guardare l'evoluzione futura delle vendite, oggi, l'anno prossimo e, come nel caso della TT, tra 20 anni.
Ritratto di Giuliopedrali
8 febbraio 2019 - 22:19
Appunto quindi ho ragione, dato che la TT oggi è sinonimo di Troppo Tombale, insomma ormai è defunta. La Alpine campeggia in foto in ogni post di Bestsellingcars.blog o Carsalebase solo per citare i siti che guardo io poi ce ne saranno altri, come esempio di improvviso successo in Francia.
Pagine