NEWS

Il Bridgestone Turanza T005 non teme la pioggia

12 febbraio 2018

La nuova edizione del pneumatico estivo Turanza T005 è stata sviluppata per migliorare l'aderenza sul bagnato.

Il Bridgestone Turanza T005 non teme la pioggia

PAROLA AGLI AUTOMOBILISTI - A differenza di quello che si può immaginare, la tenuta di strada non è l’unico aspetto preso in considerazione dai produttori al momento di sviluppare un nuovo pneumatico. I tecnici infatti devono raggiungere un delicato equilibrio fra tante altre caratteristiche: la rumorosità, il comfort, le reazioni al volante (più o meno rapide a seconda che la gomma sia o non sia sportiva), la durata, la tenuta sul bagnato. I produttori effettuano quindi studi interni o ricerche di mercato per scoprire quali sono le priorità degli automobilisti, che da una gomma per tutti i giorni vogliono ad esempio minori consumi anziché un grip in curva sui livelli di una gomma sportiva. La Bridgestone ha commissionato un’indagine a campione per definire le caratteristiche del suo nuovo Bridgestone Turanza T005, una gomma estiva da viaggio ordinabile da gennaio 2018 che l’azienda giapponese ci ha fatto provare brevemente nel centro di sviluppo di Aprilia (Roma).

PER UTILITARIE E AMMIRAGLIE - Il Bridgestone Turanza T005 è un pneumatico di fascia alta che la casa definisce da viaggio, rivolto cioè ad automobili non particolarmente sportive, compatte, medie o grandi: si può avere con misure da 15 a 19 pollici, a partire da vetture come ad esempio l’utilitaria Audi A1 fino all’ammiraglia Lexus LS, ma secondo quanto ha anticipato il costruttore giapponese arriveranno entro il 2019 misure anche di 14” e 21”. I tecnici hanno ripreso le indicazioni delle quasi 23.000 persone intervistate in Europa e hanno puntato su tre caratteristiche al momento di sviluppare il Bridgestone Turanza T005: la tenuta di strada sul bagnato, la durata nel tempo e l’etichettatura, ovvero l’adesivo obbligatorio dal 2012 per ogni pneumatico in cui sono presenti valutazioni in scala (dalla A, la migliore, alla G) in merito all’impatto sui consumi di carburante, alla sicurezza su fondo umido e al rumore di rotolamento. L’etichetta viene emessa dagli stessi produttori, che l’hanno voluta per far semplificare la scelta agli automobilisti prima dell’acquisto. Il Turanza 005 ha ottenuto la A in aderenza sul bagnato e la B per l’impatto sui consumi.

FRENA MEGLIO - La Bridgestone ha puntato su queste tre caratteristiche e ottenuto un pneumatico che secondo i suoi studi è molto valido sull’asfalto bagnato, dov’è in grado di far diminuire gli spazi di frenata e rendere l’auto più stabile e precisa in curva: nel test di frenata sul bagnato da 80 a 20 km/h, effettuato dall’ente tedesco indipendente TUV (a cui molti produttori si affidano per ottenere comparazioni credibili), una Volkswagen Golf dotata del Bridgestone Turanza T005 ha frenato in 25,1 metri, facendo meglio di pneumatici concorrenti come Continental Premium Contact 5 (26,5 metri), Michelin Primacy 3 (27,4 metri) e Goodyear Efficientgrip Performance (28,2 metri). Il Bridgestone Turanza T005 si è dimostrato molto affidabile nell’unico test in cui lo abbiamo potuto mettere alla prova, il cosiddetto steering pad, un grosso anello bagnato in cui valutare la tenuta in curva. Ci è apparso molto “solido” e affidabile, anche guidando a forte velocità. In un altro test però, dove sedevamo come passeggeri al fianco di un pilota professionista, ci è sembrato sull’asciutto leggermente più rumoroso di quello che ci saremmo aspettati da un pneumatico stradale per tutti i giorni.

CAMBIA IL DISEGNO - I tecnici della Bridgestone non hanno modificato la composizione del materiale utilizzato per la superficie esterna dei pneumatici, la silice, che sul Bridgestone Turanza T005 (qui a sinistra) è presente al 90% come nel precedente T001 Evo (che viene sostituito). La silice è un composto chimico diventato essenziale nell’industria dei pneumatici visto che fa diminuire la resistenza al rotolamento e migliora quindi le percorrenze al chilometro. La Bridgestone ha ridotto il peso della struttura interna del pneumatico e disegnato un nuovo battistrada, composto dalle scanalature che servono per espellere l’acqua ed evitare che il pneumatico “galleggi” senza riuscire a frenare l’auto (il cosiddetto aquaplaning): gli intagli sui bordi servono proprio a questo scopo. Secondo i test effettuati dalla Bridgestone, il Turanza T005 è in grado di “durare” per quasi 40.000 chilometri e oltre 2 anni.
VIDEO
Aggiungi un commento