Mercedes EQV Concept: anche la multispazio va a batterie

05 marzo 2019

La Classe V fa da base all’elettrica EQV, un van con 6, 7 o 8 posti atteso entro fine 2019.

Mercedes EQV Concept: anche la multispazio va a batterie

FRONTALE OTTIMIZZATO - La crossover EQC ha fatto da “apripista” per le elettriche della Mercedes, che lancerà il secondo modello entro fine 2019: è la multispazio Mercedes EQV, esposta sotto forma di prototipo qui al Salone di Ginevra 2019 in attesa del modello di vendita (lo vedremo a settembre). La EQV è basata sull’edizione 2019 della Mercedes Classe V, ma il fascione anteriore nero lucido ed i rinnovati fari a led fanno sembrare il frontale più moderno e tecnologico. Rispetto alla Classe V cambiano inoltre le prese d’aria: la mascherina infatti è chiusa per migliorare l’efficienza aerodinamica, ottimale perché i flussi non devono raffreddare un motore a pistoni. La EQV di conseguenza “fende” meglio l’aria e oppone meno resistenza all’avanzamento.

MECCANICA RIVISTA - L’interno della Mercedes EQV ospita 6, 7 o 8 passeggeri, che possono contare sull’agio a bordo tipico della Classe V: le batterie si trovano al di sotto del pavimento e non “rubano” spazio ai piedi o ai bagagli. Il pianale della multispazio è stato adattato e ha ora la trazione sulle ruote davanti (la Mercedes Classe V ha la trazione posteriore), mosse da un motore elettrico con 204 CV di potenza, sufficienti secondo la casa tedesca per muovere agilmente anche a pieno carico un’auto che non ha pretese di sportività. La velocità massima, però, è di 160 km/h. Una carica completa delle batterie da 100 kWh può essere portata a termine anche in meno di un’ora, collegandosi ad una rete elettrica ultraveloce da 150 kW (le colonnine sono ancora molto rare), mentre dall’impianto di casa vanno messe in conto ricariche di oltre 30 ore. L’autonomia è di 400 chilometri.

Mercedes V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
25
18
10
26
VOTO MEDIO
3,4
3.375
120




Aggiungi un commento