NEWS

Rc auto familiare: risparmio assicurato

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 11 giugno 2020

Secondo una indagine, chi ha utilizzato la classe di merito famigliare ha risparmiato mediamente fino al 58%.

Rc auto familiare: risparmio assicurato

I VANTAGGI CI SONO - Come stabilito dalla legge di bilancio per il 2020, a febbraio è entrata in vigore l’assicurazione di responsabilità civile (Rc auto) familiare, grazie alla quale è possibile beneficiare della fascia assicurativa più bassa fra tutti i veicoli di proprietà del nucleo familiare, anche per moto e scooter. La novità, accolta positivamente dagli automobilisti, non ha soddisfatto l'Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratrici (ne parliamo qui), che stimava un aumento dei costi per gli assicurati. Questo scenario non si è verificato, come testimonia un’indagine condotta dal sito internet Facile.it su un campione di oltre 87.000 preventivi, raccolti fra febbraio e maggio 2020. 

PIÙ VANTAGGI AL NORD - L’indagine ha preso in esame i prezzi suggeriti agli automobilisti che hanno usufruito della Rc familiare, passati dunque dalla classe 14 (per chi si assicura la prima volta) alla classe 1; questi sono stati confrontati con i prezzi di chi non ha beneficiato della Rc familiare, che ha assicurato il veicolo in classe 14. A Milano, la polizza Rc auto in classe 1 costa mediamente 233 euro, contro i 648 euro della classe 14: il risparmio è del 64%. A Roma, la Rc famigliare assicura un risparmio di circa il 55%: 419 euro per la classe 1, 766 euro per la classe 14. Il vantaggio è del 57% a Palermo, dove una polizza Rc auto in classe 1 costa mediamente 516 euro e per la classe 14 bisogna spendere circa 916 euro. Considerato il prezzo medio in Italia, si passa dai 356 euro per la classe 1 agli 857 per la classe 14 (il 58% in meno). 

LA DIFFERENZA LA FA LA CLASSE - Facile.it ha calcolato anche il risparmio per gli automobilisti in altre classi di merito: dalla 13 alla 1, il risparmio è del 45%; dalla 10 alla 1 si spende il 25% in meno e dalla 6 alla 1 c’è un vantaggio dell’11%.





Aggiungi un commento