NEWS

“Vacanze Sicure” 2016: partono i controlli

16 maggio 2016

In vista della stagione estiva, dove gli spostamenti in auto aumentano, controlli sulle gomme da parte della Polizia.

“Vacanze Sicure” 2016: partono i controlli

OLTRE 10.000 CONTROLLI PREVISTI - I pneumatici, in vista degli spostamenti dei vacanzieri, saranno sotto la lente d’ingrandimento della Polizia Stradale. Dal 15 al 20 giugno, in particolare, si intensificheranno i controlli in Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Toscana, Veneto e Sicilia nell’ambito dell’iniziativa Vacanze Sicure 2016, giunta alla tredicesima edizione. In soldoni, gli agenti sulle strade dedicheranno alcune giornate al controllo specifico delle gomme e alla sensibilizzazione degli automobilisti sull’importanza di questa parte della vettura. In poco più di un mese, verranno fermati e controllati circa 10.000 veicoli tra automobili, veicoli per il  trasporto leggero (fino a 35 quintali),  camper, roulotte e carrelli appendice.

CRITICITÀ IMPORTANTI - Strade sicure è un’idea nata dalla collaborazione tra la Polizia Stradale e Assogomma, sodalizio che riunisce diversi produttori di pneumatici. “È necessario sensibilizzare i conducenti sulla necessità di un’attenta  manutenzione del veicolo, in particolare dei pneumatici, per viaggiare in sicurezza”, sottolinea Giuseppe Bisogno, direttore del servizio di Polizia Stradale. Grazie alle edizioni passate di Vacanze Sicure, sono emersi criticità importanti su molte vetture. Lo conferma l’analisi dei controlli, da anni affidata al modello studiato appositamente dal Politecnico di Torino che valida i risultati del grande lavoro sul territorio svolto dagli agenti della Polstrada. A partire dalla forte presenza di gomme non omologate, di pneumatici lisci o danneggiati, per arrivare in tempi recenti ad individuare una percentuale elevata di gomme invernali durante i mesi estivi (dato emerso particolarmente in Puglia):  un fenomeno, quest’ultimo, che ha portato all’individuazione di un preoccupante e fiorente mercato del pneumatico usato importato.

VIETATA LA RISCOLPITURA DELLE GOMME - Oggi, un fenomeno nuovo è quello della gomma riscolpita. “Si tratta di una pratica che nel nostro Paese è vietata per le vetture e potenzialmente pericolosa” afferma il Direttore di Assogomma, Fabio Bertolotti che invita anche gli automobilisti “ad accertarsi che i pneumatici vettura, acquistati presso canali tradizionali o su internet, non siano altro che riscolpiture di pneumatici usati”. Tra poche settimane, le temperature saliranno fino a portare il grande caldo estivo. Condizioni che richiedono il ripristino delle gomme estive per viaggiare nel modo più sicuro possibile. Uno pneumatico estivo offre più ridotti spazi di frenata (oltre il 20% in meno), quando fa caldo e quando l’asfalto è asciutto; senza dimenticare che offre vantaggi economici e ambientali, ottimizzando il consumo di carburante e delle gomme stesse. Dal 16 maggio al 14 ottobre, non è più consentita la circolazione con pneumatici M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione. È un’infrazione che può dar luogo non solo a sanzioni pecuniarie.

I DATI ACI - Con un parco auto sempre più vecchio, il 50% ha più di 10 anni, e gli incidenti stradali che aumentano, la manutenzione dell’auto assume un ruolo fondamentale per la sicurezza stradale. Dal 2003 ad oggi sono stati effettuati dalla Polizia Stradale ben oltre 130.000  controlli specifici sui pneumatici ed i relativi  risultati hanno evidenziato non conformità di diversa natura complessivamente pari al 15%, percentuale che supera il 20% se si considera anche la mancanza della revisione del veicolo: un fenomeno purtroppo diffuso omogeneamente su tutto il territorio nazionale.





Aggiungi un commento