Partecipa ai nuovi forum

CREA UNA DISCUSSIONE
Alfa Romeo Spider
29 gennaio 2016 - 18:35
Ritratto di IloveDR
alVolante di una
Volkswagen Polo 1.4 TDI 69 CV Comfortline
leggendo la prova della 124 Spider, ho voluto riscoprire la storia delle scoperte italiane più famose, e ho notato queste coincidenze:"L'Alfa Romeo Spider, comunemente conosciuta come "Duetto", è una delle più note vetture della Casa milanese, prodotta dal 1966 al 1994. Preliminarmente occorre precisare la nascita della popolare denominazione "Duetto". Non appena presentata ufficialmente al 36º Salone di Ginevra, nel marzo 1966, l'Alfa Romeo bandì un concorso per dare un nome adeguato alla vettura, che per l'esposizione elvetica era stata provvisoriamente denominata "1600 Spider". Tra le 140.000 proposte fu scelta quella di un ingegnere Bresciano, tale Guidobaldo Trionfi, che aveva suggerito il nome "Duetto". A partire dal mese di giugno 1966, l'appellativo venne affiancato in modo ufficiale alla 1ª serie della "1600 Spider", ma poté essere usato solo per i primi 190 esemplari, a causa dell'omonimia con una merendina al cioccolato dell'epoca, la cui azienda produttrice rivendicò il diritto di utilizzo commerciale della denominazione "Duetto", ottenendone l'uso esclusivo dal Tribunale di Milano.[1] La denominazione "Duetto", quindi, fu eliminata, ma rimase talmente radicata nel linguaggio comune che tutte le successive evoluzioni della spider Alfa Romeo, discendenti da quel primo modello, vengono normalmente (anche se impropriamente) identificate come "Duetto". Nel 1994 la denominazione "Duetto" ricomparve ufficialmente sulla carrozzeria della "Spider Veloce CE" che rappresenta l'ultimo allestimento commemorativo della 4ª serie, realizzato in 190 esemplari per il solo mercato USA." (fonte Wikipedia) quindi la prima Duetto fa la sua comparsa al Salone di Ginevra del 1966...la storia continua, dopo 4 serie della originaria Spider (Osso di Seppia, Coda Tronca, Aerodinamica, Ultima) nel 1995 con la Spider derivata dalla contemporanea GTV:"L'Alfa Romeo Spider è una roadster prodotta dalla casa automobilistica italiana Alfa Romeo a partire dal 1995, come erede del modello Alfa Spider Duetto divenuto l'icona dell'azienda milanese nel mondo delle autovetture sportive cabriolet. E' denominata anche "Spider 916" per distinguerla dalle omonime antenate in quanto fa parte del progetto Alfa Romeo 916 dal quale è nata anche la coupé 2+2 GTV.La Spider venne presentata insieme all'Alfa GTV nell'autunno del 1994 al Salone dell'automobile di Parigi. Il modello è in pratica la versione roadster a due posti secchi (anziché essere una 2+2) della GTV[1] frutto di Enrico Fumia per il centro stile Pininfarina (basandosi sul concept Alfa Romeo Proteo del 1991). Dalla GTV, la spider si differenzia per la coda completamente ridisegnata rispetto al GTV che presenta il cofano del bagagliaio sdoppiato con doppia apertura per contenere la capote in tela multistrato[2]. I parafanghi posteriori benché presentino le medesime nervature del modello coupé possiedono un accordo con il cofano del baule differente. La lunghezza totale della Spider (916) è pari a 4.285 mm e 4.295 mm per le versioni ristilizzate prodotte dal 2003. Immutato il frontale che espone il classico scudetto con il logo della casa, mentre il cofano di forma triangolare ingloba i fanali sdoppiati anteriori. Il bagagliaio possiede un volume pari a 110 litri mentre il serbatoio contiene fino a 70 litri di carburante." (Fonte Wikipedia"). Ed eccoci di nuova al Salone di Ginevra di 10 anni fa con la presentazione dell'ultima Spider:"L'Alfa Romeo Spider è una roadster prodotta dalla casa automobilistica italiana Alfa Romeo dal 2006 al 2010 presso lo stabilimento Pininfarina di San Giorgio Canavese in Piemonte come erede della precedente Spider degli anni novanta e della Duetto.Nata come Progetto 939, la nuova Spider viene presentata al Salone dell'automobile di Ginevra nel marzo del 2006, dove viene eletta a pochi giorni dal debutto ufficiale Cabrio of the year 2006[2] da una giuria di 23 giornalisti provenienti da 12 paesi d'Europa. Allo stand ginevrino i due esemplari esposti erano verniciati rispettivamente, il primo nel classico colore Rosso Alfa mentre il secondo nel più moderno bianco metallizzato." (fonte Wikipedia). Oggi nel 2016 non sarebbe stato opportuno, anche per dare un senso di continuità al modello presentare la MX-5 marchiata AlfaRomeo all'imminente Salone di Ginevra???
Aggiungi un commento
Ritratto di Vespa Primavera
30 gennaio 2016 - 11:16
Il maglioncino non si smentisce mai. Senza mezzi termini nel 2012 si è parlato di alfa romeo, poi dopo l'ennesimo (e a quanto pare quello buono) piano di rilancio di AR prevedeva modelli costruiti solo in Italia, quindi il duetto è diventato fiat/abarth 124. Se proprio vogliono fare un'erede del duetto, ben venga, sarebbe bello ma posizionato più in alto (leggasi premium) rispetto alla 124.
Ritratto di IloveDR
30 gennaio 2016 - 16:25
4
si meglio una AlfaRomeo costruita in Italia, ma l'occasione di ripetere la presentazione a 50 anni e a 10 anni della prima serie e della terza seria sarebbe stato più incisivo per l'immagine del marchio....dopo le 500 che sono andate a sostituire le più raffinate Lancia, ora ci troviamo di fronte a una Fiat/Abarth che va a sostituire le più sportive AlfaRomeo? (è solo una provocazione, ma...a pensar male)
Ritratto di Vespa Primavera
30 gennaio 2016 - 18:13
La spider del 2006 era bellissima, la top di gamma aveva il 3.2 V6 e la trazione integrale, spero che l'erede (probabilmente è la "special" del 2018) sia proprio lei anche senza ricorrenze particolari.
Ritratto di SINISTRO
1 febbraio 2016 - 15:12
3
Chissà, forse, come dici te, proprio perché trattasi di una marchiata.....