Partecipa ai nuovi forum

CREA UNA DISCUSSIONE
Ancora 4 MLN di vetture senza RCA
02 luglio 2015 - 22:36
Ritratto di PongoII
alVolante di una
Ford Galaxy 2.0 TDCi 140 CV Business
Il Presidente ANIA, l'associazione delle imprese assicuratrici, nel corso dell'annuale relazione ha fornito le paurose cifre che confermano ancora che quasi 4 milioni di vetture, quasi il 9% del parco circolante in Italia, è privo di copertura assicurativa. Ciò vuol dire che quando usciamo per andare al lavoro, a far spesa, a portare i figli a scuola, in media incrociamo una o due vetture (dipende dal traffico e dalle zone...) senza RCA: speriamo che quelle non "incrocchino" con noi! Sul fronte delle altre cifre a tema il citato papaverone ha però asserito che il costo medio è di soli 450 euro! Ma scherziamo? Guido senza incidenti dal 1992, auto a me intestate dal 1995, sono da 8 anni in prima classe e questa volta come in occasione dei precedenti rinnovi ho sempre dovuto minacciare l'AD della mia Compagnia (una nota telefonica milanese) per avere un prezzo che desse un senso al termine "bonus-malus": infatti ogni proposta di rinnovo che via via ho ricevuto negli anni era quantomeno pari al premio in scadenza, se non superiore! Poi, come detto, PEO, PEC al vetriolo e, a stretto giro di posta, "su indicazione del nostro AD" ecco miracolosamente che il servizio clienti mi proponeva un nuovo e più conveniente preventivo. Quest'anno ci ho guadagnato maxi pizza e due birre, ma, seppur lungi da me condividere gli evasori RCA, posso almeno comprendere che per taluni individui, magari non impeccabili oppure "solamente" residenti in alcune zone "calde", certe capacità contrattuali siano loro precluse e le scelte siano davvero poche. Ma perchè non ancorare i premi al conducente, magari in base al saldo di sta benedetta patente a punti? Perché bisogna rimpiangere il periodo pre liberalizzazione? L'auto è uno strumento oramai quasi indispensabile ed è già abbastanza tassato!
Aggiungi un commento
Ritratto di PongoII
2 luglio 2015 - 22:37
7
AH! Dimenticavo, col tagliandino digitale le cose miglioreranno....!
Ritratto di Vespa Primavera
3 luglio 2015 - 13:05
Dal 2015 non si è più obbligati a esporre il contrassegno perché sarà introdotto un mezzo che quando legge la targa sa già se è coperta da rca o meno. Si spera che questo abbasserà i costi delle polizze, altrimenti, una bella targa romania o bulgaria...
Ritratto di M93
3 luglio 2015 - 13:21
Ciao Gabriele, questi numeri che hai postato fanno davvero specie, sopratutto considerando tutti i rischi annessi e connessi. In particolar modo, nel momento in cui, si verificano incidenti tra coloro che sono assicurati e coloro che non lo sono: li si che sono cavoli amari. Concordo appieno la correlazione tra i punti patente (che rispecchiano la "condotta" di un individuo al volante) e il premio della polizza. Posto una parte di un commento che avevo inserito in un forum, concernente il contrassegno elettronico. Da quel che so in proposito, il nuovo contrassegno verrà introdotto ad ottobre 2015, come da decreto 27 del 24 dicembre 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 gennaio 2013. Il vecchio contrassegno cartaceo sarà sostituito da un chip, contenente tutte le informazioni sulla polizza: la sua validità e regolarità, oltre che il saldo del premio riconducibile alla polizza stessa. Tutto ciò per tentare di eliminare, o meglio arginare, tutti i problemi connessi alle false polizze e alle numerose vetture circolanti prive di RCA e rendere più semplice il monitoraggio e il controllo del parco circolante. Le premesse per fare bene ci sono e mi auguro che questo nuovo sistema venga gestito e organizzato al meglio, per tutti, automobilisti in primis. Un saluto. Marco
Ritratto di Mattia Bertero
3 luglio 2015 - 15:20
3
Ciao Gabriele. A Marzo ho rinnovato l'assicurazione della macchina e la mia compagnia mi ha proposto, con l'aggiunta di 23 Euro al prezzo finale del rinnovo, la clausola che, nel caso faccia un incidente con un veicolo non assicurato che ha la colpa, io venga risarcito ugualmente. Ho accettato subito. Purtroppo le polizze auto in Italia sono le più care in Europa, è inconcepibile che in certe situazioni si debba pagare cifre anche di 1500 euro annuali per un'utilitaria in molte zone d'Italia. Non il biasimo le persone oneste che non possono pagare l'assicurazione ma devono per forza di cose utilizzare la macchina, i furbetti sono ancora un'altro discorso. Naturalmente non è affatto una scusante per non pagare l'assicurazione, tutti devono pagarla. L'idea di associare i punti della patente con il premio della polizia la trovo molto furba, inoltre aggiungo bisognerebbe attuare una legge seria nel caso in cui ogni volta che venga immessa una targa nel parco circolante di veicoli, l'intestatario ha tempo un tot di giorni per aprire una pratica assicurativa, nel caso contrario il controllo elettronico incrociato tra i vari enti riesca ad individuarlo ed ha sanzionarlo. Si, lo so che in teoria non potresti prendere la macchina in concessionario se non porti ed esponi il tagliandino dell'assicurazione ma, vedendo i dati che hai scritto, non funziona molto bene questo obbligo. Speriamo che con questo nuovo sistema informatico di assicurazione digitale si riesca ad individuare meglio i furbetti che viaggiano senza assicurazione. Un saluto da Mattia.
Ritratto di PongoII
3 luglio 2015 - 16:53
7
Ciao Mattia. Indubbiamente il mondo dell'RCA andrebbe, al pari di tanti altri italici settori, riformato. Situazione che ovviamente non sarebbe gradita dalla Lobby di genere. L'ANIA non ha fornito specifiche su la natura dell'evasione (che, diciamolo, quando ci fai un sinistro è per pura statistica) pertanto posso solo congetturare che tra gli evasori una minima parte sia di chi acquista il nuovo, mentre - credo - che il grosso delle auto non assicurate sia tra quelle i cui proprietari materialmente non possono più permettersi certi salassi (la c.d. "evasione di sopravvivenza") e che quindi non rinnovano o non stipulano in caso di acquisto tra privati del veicolo usato. Non sono abbastanza retrogrado da diffidare della tecnologia che il futuro ci offre, ma siamo in Italia... D'altronde il presidente ANIA ha detto che le Istituzioni devono però in tempi rapidissimi modificare l'articolo 201 del codice della Strada per abilitare all'accertamento i dispositivi telematici di rilevamento a distanza. E questo che mi preoccupa... Ogni tanto spunta un articoletto sui Media del vecchietto che guidava da decenni senza patente, credi che non possa accadere che qualcuno che si muove per periferie, zone montane e via dicendo non possa per anni guidare non assicurato? Vedremo...
Ritratto di onlyroma
4 luglio 2015 - 13:23
Parecchi anni fa sulla tangenziale di roma (il giorno di natale) stavo andando al lavoro e un ragazzo con una mini mi ha distrutto la mia opel tigra di 20 giorni. Sono intervenuti i vigili,abbiamo fatto il CID,e dopo 15 giorni avevo il mio bell'assegno di 9 milioni di lire in tasca. Dopo versato,la mia banca mi chiama dicendo che l'assegno era stato bloccato dal giudice fallimentare. L'assicurazione del ragazzo era fallita. Ho messo l'avvocato e dopo "soli" 4 anni ho preso 12 milioni di lire dalle vittime della strada. Quindi se per pochi spicci la mia assicurazione mi garantisce di prenderli subito sarebbe una cosa molto interessante. Per curiosità che assicurazione è?
Ritratto di Mattia Bertero
5 luglio 2015 - 11:01
3
Italiana Assicurazioni. Per solamente 23 Euro in più merita di brutto...