Partecipa ai nuovi forum

CREA UNA DISCUSSIONE
Citroen C6: un'ammiraglia incompresa
25 settembre 2014 - 14:55
Ritratto di miciolino
alVolante di una
Lexus GS 300 Plus
2005-2012. Queste le date della Citroen C6, l'ultima ammiraglia della casa francese Citroen. E' stata rimossa dai listini per colpa delle vendite non riuscite, solo 28'384 ne sono state vendute per colpa della sua linea...per alcuni è bellissima, per altri no. Ma un dubbio rimane...la C5. Voglio intendere la C5 3 volumi dal 2008,infatti anche lei ha una linea che assomiglia alla C6 ed ha il lunotto circonflesso. Ma ha differenza dell'ammiraglia ha avuto un buon successo. Perché allora la C6 no? Non si può dare la colpa neanche alle rivali tedesche, dato che si poteva scegliere una tedesca al posto della C5, cosa non avvenuta nel caso della C5, ma si nel caso della C6. Insomma la C5 è tutta plastica, la C6 è pelle e legno. Consiglierei a tutti i possessori di una Citroen C5, di venderla e di comprare una C6, più veloce,sicura,lussuosa ed a prezzi stracciati, dato il suo insuccesso. Grazie per la lettura
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
25 settembre 2014 - 15:37
3
E anche meno pratica, la C5 era presente pure in versione station wagon. La C6 ha sofferto molto la blasonata concorrenza tedesca.
Ritratto di M93
25 settembre 2014 - 17:48
Citroen C6: affascinante quanto incompresa, e ultima berlina di lusso di casa Citroen, erede delle varie DS, CX e XM. A mio avviso era un'ottima vettura, ma peccava nei dettagli. Il discorso, che mi permetto di fare, è piuttosto articolato. Andiamo per ordine. Nel 1999 Citroen presenta la concept C6 Lignage, che anticipa in tutto e per tutto la futura C6 di serie. Nello stesso anno, l'ammiraglia XM è in listino da 10 anni e il successo sul mercato è a dir poco scarso, tanto da decretarne l'uscita di listino nel 2000 (proprio a causa delle vendite molto deludenti) senza alcuna erede. Nel medesimo anno, in sostituzione della Xantia, viene lanciata la C5, che però si pone più in alto rispetto alla progenitrice, proprio per sopperire alla mancanza di una vettura di segmento E che possa prendere il posto della XM. Intanto, continuano i lavori sulla futura ammiraglia, che si culminano solo nel 2005, con la presentazione della C6, ben 5 anni dopo l'uscita dal mercato della XM. Un lasso di tempo molto lungo, che ha fatto si che la blasonata concorrenza tedesca potesse trovare terreno ancor più fertile per i propri prodotti. Non dimentichiamoci poi che, a sua volta, la C6 si poneva leggermente più in alto della sua antenata, per lasciare spazio anche alla C5 (che come detto prima, era anch'essa posta più in alto nella gamma): ciò si evince non solo dal listino importante, ma anche dalla gamma motoristica: la XM aveva come motore di base un 2 litri a carburatore da 109 cv, mentre la C6 montava come motore a benzina d'ingresso, un 3.0 V6 e 211 cv. Per cui anche il target di riferimento era differente, proprio per le ragioni che ho enucleato sopra. A ciò va aggiunto anche il fatto che la C6 era molto originale fuori, con tratti che ricordavano le mitiche DS e CX, mentre gli interni erano piuttosto scialbi e fin troppo semplici per una vettura di questo tipo, a maggior ragione se marchiata Citroen. L'impostazione dell'abitacolo e i comandi (manopole, pulsanti etc) erano ripresi pari pari da altre vetture del gruppo PSA, come la 407, di classe inferiore. E anche i materiali e le finiture erano parecchio inferiori rispetto alle tedesche, altro elemento negativo, vista la classe e il segmento. Era comunque una vettura che aveva anche parecchie pregi, quali il proverbiale comfort Citroen e la tenuta di strada eccellente, accentuata dalle sospensioni pneumatiche, oltre ad un'elevata sicurezza attiva e passiva, tenuto conto che si parla del 2005, quasi 10 anni fa... La C5 attuale è una buona auto, molto sicura e confortevole, e anche dal punto di vista stilistico è gradevole: ma anche qui, la concorrenza tedesca è molto forte: ha un buon mercato in Cina, dove viene commercializzata una versione modificata di quella venduta in Europa: diversi motori (solo a benzina) e cambi, più elementi cromati (molto graditi in Cina, e in Asia in generale) interni ed esterni e sospensioni di tipo tradizionale, senza possibilità di averle idropenumatiche. Anche a me piace la particolarità, nella berlina, del lunotto concavo: non circonflesso (quello è un tipo di accento)... ;) Un saluto da Marco.
Ritratto di PariTheBest93
25 settembre 2014 - 19:42
3
Beh l'ultima non direi, perché ora c'è la sfiziosa (e vistosa) ds5 come top di gamma.
Ritratto di M93
26 settembre 2014 - 07:30
Bellissima la DS5, ma faccio fatica a vederla come una vera e propria sede della C6, anche per via del sub brand di cui fa parte. Per ciò che concerne la gamma Citroen, la C6 è stata l'ultima e incompresa ammiraglia del double chevron.
Ritratto di miciolino
25 settembre 2014 - 18:52
Mi scuso per aver sbagliato circonflesso con concavo...pero il discorso e che la c6 era sotto tutti i punti di vista meglio della c5....quest ultima e ancora prodotta la c6 no...le tedesche sono migliori non ce dubbio! Ma per chi vuole avere un auto lussuosa che vuole distinguersi dalla massa consiglierei una C6
Ritratto di M93
26 settembre 2014 - 07:39
Figurati, ci mancherebbe altro: non ti preoccupare xd. Concordo che la C6 era un'ottima auto ma purtroppo ha subito la schiacciante concorrenza tedesca. Come già la sua progenitrice XM: insieme ai suoi problemi di affidabilità, anche quest'ultima ha dovuto fronteggiare l'aggierrtira concorrenza teutonica. Un saluto.
Ritratto di miciolino
26 settembre 2014 - 12:49
Mi puoi spiegare i problemi di affidabilità legati alla c6??
Ritratto di M93
26 settembre 2014 - 13:27
I problemi di affidabilità erano, come è possibile evincere sopra, alla antenata XM, legati alle sospensioni idropenumatiche e alla loro gestione. Il problema si è completamente risolto con la Phase 2, datata 1994, con l'adozione delle nuove sospensioni oleopneumatiche Idrattiva 2. Oltre a ciò, la XM era anche nota per piccoli difetti legati alla componentistica elettrica e ad alcuni materiali utilizzati per gli arredamenti interni. La C6, invece, è molto affidabile e non ha avuto mai noie di sorta: anche per questo, acquistandola, si può stare tranquilli.
Ritratto di miciolino
26 settembre 2014 - 19:57
Grazie a M93 e forse mi faro una c6
Ritratto di M93
26 settembre 2014 - 20:48
Figurati, di nulla ;) La C6, complice il suo grosso insuccesso, si trova a quotazioni molto interessanti e a mio avviso, potrebbe avere un roseo futuro collezionistico. Un saluto.
Ritratto di DJ sixty five
27 settembre 2014 - 12:12
Salve a tutti, mi sento di entrare in merito a questa conversazione in quanto da automobilista appassionato di Citroen da sempre (ho avuto negli anni, Cx pallas, Cx turbo 2, Xm, Ax) e non possessore attualmente di auto di questa marca perchè essendo un grande viaggiatore ho dovuto fare una scelta dettata più dalla praticità che non dalla passione (intesa come affidabilità del mezzo), volendo cambiare la mia Skoda Superb 1.9 tdi arrivata ormai alla soglia del mezzo milione di km (senza mai guasti rilevanti tra l'altro), stavo pensando di prendere una C6 di seconda mano, che essendomi piaciuta sempre molto, consideravo viste le quotazioni attuali molto favorevoli, di fare qualche buon affare e tenerla finchè va; da premettere che faccio tutta autostrada al 90% e lunghi tragitti con il cruise control a velocità da codice. Quindi un uso non molto gravoso del mezzo. Bene, allora ho cominciato a leggermi un po di blog dove si parlasse di "come va la C6" ed ho potuto riscontrare che mediamente, sul discorso affidabilità, ora ci siamo (salvo casi particolari), ricordiamoci che parliamo di auto che costavano anche 60K €; quel che invece mi ha spaventato a morte, sono stati i commenti all'unanimità relativi ai costi di manutenzione stratosferici oltre a quelli più ovvi di gestione, trattandosi di motori 2.7 o 3.0 a gasolio. Ragazzi, non cascate nel trabocchetto di una vettura che sembra messa bene e che seppure non molto anziana, viene via per un tozzo di pane, perchè basta una sola manutenzione (dico manutenzione, non imprevisto per un guasto) tipo rifare la distribuzione, per avere una spesa che può anche essere superiore al prezzo di acquisto! Non ci credete? Sapete che un faro soltanto costa 2.000 €? E uno specchietto oltre 1.000€? Oppure un ricambio dal valore intrinseco irrilevante come un "tampone", che sono arrivati a farli pagare 700 € l'uno? Bene, siccome non sono più un ragazzino e so che su internet si possono leggere anche tante sciocchezze, ho pensato di chiedere un parere al capomeccanico di una concessionaria Citroen, così senza influenzarlo su quel che mi piace e su quel che ho letto. Volete sapere cosa mi ha detto, ma in via molto informale e ovviamente non ufficiale? Bene, ma lei la macchina la vuole usare o le basta guardarsi l'ammiraglia nel garage? Per chi la usa davvero, conviene lasciar stare la C6 e optare per una C5 che è solo leggermente al di sotto se non uguale considerando il tutto, immagine, confort, prestazioni, meccanica, ecc. magari con il motore 2 litri a gasolio, il cambio automatico e a seconda delle versioni anche le sospensioni idrattive. Si avranno dei costi di gestione e manutenzione (lasciando sempre stare gli imprevisti) ridotti della metà! Questo il succo, e se lo dicono loro stessi! Considerate che a me è dispiaciuto rinunciare a questo acquisto, perchè davvero desiderato ora, però dato anche i tempi che corrono, credo tutti debbano considerare anche l'aspetto successivo all'acquisto, quando ormai l'auto è tua e te la devi tenere. Per concludere, credo che l'affare l'abbiano fatto quelli che hanno acquistato le ultime C6 magari a km 0, pagandole anche 30K €, con un bel risparmio del 50% sul listino e che le stanno sfruttando a fondo, per poi togliersele prima dei 240.000 km (vedi distribuzione), anche per un tozzo di pane! Meditate gente, meditate...
Ritratto di miciolino
27 settembre 2014 - 15:11
Come possono ricambi di una citroen costare 2000€?? Prezzi veramente esagerati
Ritratto di miciolino
27 settembre 2014 - 15:16
Sono sicuro che i ricambi della peugeot 607 non costeranno come quelli della c6...ma che ne dite voi?
Ritratto di DJ sixty five
27 settembre 2014 - 18:28
Ciao, considera che il gruppo è PSA, cioè Peugeot + Citroen, quindi sostanzialmente la stessa famiglia; non ricordo se la 607 montasse la stessa meccanica della C6 (la 407 si per esempio), quindi nel caso di stessi componenti credo che anche i prezzi siano simili. Questo resta inteso non per scoraggiarti a priori, dipende sempre dall'uso che uno ne fa dell'auto. Se non facessi molti km potresti considerare anche il 3.0 benzina del C6, che generalmente si può pensare di trovare esemplari (rari) non molto sfruttati e magari con pochi km. Io avevo trovato due C6 che sembravano discrete, 2006 e 2007, a 3.500 e 4.000 €; tutte e due quasi a 240.000 km e poi ho letto che per la distribuzione del 2.7D ci vogliono 3/4.000 € e sai com'è finita. Quindi la corretta valutazione è: tu che ci devi fare con la macchina? Saluti
Ritratto di miciolino
27 settembre 2014 - 19:59
Per la distribuzione 3/4000 € e un esagerazione....e una cosa spropositata....
Ritratto di Top Gear01
27 settembre 2014 - 21:10
Concordo con miciolino: secondo me è una gran bella auto molto più della c5
Ritratto di Top Gear01
27 settembre 2014 - 21:10
Concordo con miciolino: secondo me è una gran bella auto molto più della c5
29 settembre 2014 - 15:52
La C5 è una vettura di segmento D, la C6, E. Quindi aveva un prezzo maggiore ed essendo una premium, se la vedeva direttamente con le tedesche. E qui già è un punto a sfavore, a cui dobbiamo aggiungere una linea troppo "coraggiosa" e il fatto che Citroën non sia un marchio di lusso. Ecco quindi i motivi del flop.