Partecipa ai nuovi forum

CREA UNA DISCUSSIONE
Ferrari F1 2016, l'anno del riscatto?
28 novembre 2015 - 08:07
Ritratto di PongoII
alVolante di una
Ford Galaxy 2.0 TDCi 140 CV Business
Al pari del sole di questa foto (ANSA) il Mondiale 2015 sta volgendo al tramonto, vinto per il secondo anno consecutivo dal binomio Mercede-Hamilton (e per amore della verità, aggiungerei meritatamente), e poco importa il risultato di Abu Dhabi... In questa stagione l'egemonia è stata meno marcata che nel 2014, sintomo che gli altri non sono stati esclusivamente a guardare. E per "gli altri" intendo la Ferrari. Chiedo appunto al popolo del forum un parere sulle reali prospettive del Cavallino di impensierire e, perché no, battere, la Mercedes nel 2016. Da Arrivabene a Vettel pare che la Scuderia ci sia. Il pilota tedesco credo che nel cuore degli appassionati abbia ben soppiantato il suo illustre connazionale anche perché, diversamente dal Kaiser di Kerpen, Sebastian si è ampiamente italianizzato. Certo, una Scuderia che mira a vincere ha bisogno di due piloti che facciano punti e la riconferma di Kimi potrebbe dar adito a seri dubbi sulle prospettive 2016, a meno che l'auto non sia fenomenale ed Iceman svesta i panni di Calimero. Nel 2017 le auto cambieranno, con conseguente rincorsa a chi indovinerà prima la mossa vincente. Quindi, il futuro è adesso. FORZA FERRARI!
Aggiungi un commento
Ritratto di Vespa Primavera
28 novembre 2015 - 16:13
Buongiorno Gabriele :-) La cura "marchionne" ha superato ogni rosea aspettativa, ma l'importante è che non sia un fuoco di paglia. Tipo al debutto sia kimi ha vinto il mondiale, alonso ben 7 gare (perdendo il mondiale all'ultimo, vista la più grande gufata di Mazzoni e raisport) ma poi sempre in discesa, dunque "mr dito indice" (vettel) dovrà almeno ripetere i risultati del 2015 (macchina permettendo). Kimi, pur non essendo suo fan, ha saputo essere un pilota che nel bene o nel male si è distinto e ha dato spettacolo, a volte ha sbagliato lui, altre volte la squadra e altre volte sfortuna (problemi tecnici, incidenti), insomma la "solitudine dei numeri due" colpisce ancora. Quindi trovo sia giusto il rinnovo del contratto per il 2016, basta non combini pasticci durante l'ultima gara, (il circuito di Yas, a detta di Gianfry Mazz, è maledetto per chi parte in pole), potrebbe anche vincere con la giusta strategia, tanto hanno già sbagliato con vettel (un peso in meno sullo stomaco...). Nel 2016 spero che il gap fra i costruttori si ammortizzi di più possibile (le gare in solitaria dovrebbero essere il minimo possibile per quanto mi riguarda), per il bene dello spettacolo della F1 e che ginetto le prenda non solo da nico o da seb, ma anche da qualche altra scuderia, se tipo la Honda o Renault facciano il miracolo, altrimenti la red bull potrebbe persino prenderle dalla SRT motorizzata con la PU ferrari 2015 e le Mclaren continuare a fare a gara con le Manor-Mercedes.... L''orgoglio precede la caduta (gino), l'umiltà la vittoria. Ciao e spero ritorni il brand aston martin.
Ritratto di PongoII
28 novembre 2015 - 16:22
7
Grazie Paride del tuo contributo. A Qualifiche odierne concluse concordo con la tesi che ad Abu Dhabi salti qualche sinapsi al Muretto Ferrari... vista l'assenza di alcol, diamo la colpa al jet lag... Per il bene dello spettacolo e della Ferrari mi auguro seriamente che finisca l'epoca dei monopoli ma ogni tentativo di porvi un limite va solo a discapito dello spettacolo.
Ritratto di domi2204
28 novembre 2015 - 21:51
Speriamo di si anche se questa formula una dell'ultimo periodo non è per nulla spettacolare, regole un po' stupide volte a favorire questo è o quello a secondo delle necessità ma anche tecnicamente parlando cambi gomme obbligatori, motori contingentati, regole sui consumi. Anche il sound delle vetture fa decisamente schifo. Molti anni fa c'era il turbo lo stesso ma c'erano altre sinfonie in giro.
Ritratto di Mattia Bertero
29 novembre 2015 - 15:26
3
Ciao Gabriele. Questa stagione è stata sicuramente una stagione molto positiva per la Ferrari considerato il disastroso 2014, oltre alla macchina sembra che proprio l'ambiente sia migliorato moltissimo, creando i presupposti per lavorare meglio ed evitare certi errori del passato che hanno contribuito (in negativo) al risultato dei piloti in gara. Per il 2016 si prospetta un altro anno buono per svariate ragioni: un Vettel molto carico e famelico di vittorie, un progetto della macchina del prossimo anno avviato già da diversi mesi assieme ad un concreto sviluppo dell'odierna macchina nell'arco di tutta la stagione (nel 2014 le due cose non sono riuscite a combaciarsi), un Arrivabene severo ma giusto e molto competente al muretto, come affermi delle regole che non cambiano per l'anno prossimo rendendo possibile sfruttare l'ottimo lavoro fatto fino ad adesso. Gli elementi ci sono tutti però la Ferrari deve osare ulteriormente di più: nel progetto della macchina (una volta le macchine della Scuderia di Maranello erano quelle più copiate per le innovazione aerodinamiche e meccaniche che riuscivano a t.irare dal cilindro, ora sono anni che non accade questo, segno di una certa mancanza d'inventiva) e nei piloti (io non avrei più confermato Kimi avrei preso altra gente come Ricciardo o Hulkenberg o addirittura qualche pilota sconosciuto ma bravo come fece Enzo Ferrari con Gilles Villeneuve, quindi tanto vale svegliare ulteriormente il finlandese). Poi l'esempio della Red Bull è calzante: nessuna scuderia vince in eterno quindi ad un certo punto anche la Mercedes perderà colpi seriamente in futuro, però loro hanno un gruppo molto affiatato. una macchina con una velocità ed un'affidabilità semplicemente mostruosa ed un pilota che come talento puro oserei paragonarlo a Senna (solo per quello perchè in altri ambiti Hamilton si è dimostrato abbastanza nervoso ed immaturo), bisognerà vedere se Rosberg riuscirà a reggere ancora un anno con un compagno così, se crollasse ulteriormente sono sempre punti in più per gli avversari (e per la Ferrari). Non so, non oserei fare dei pronostici certi, sicuramente dico che la Ferrari ci sarà nuovamente ad insidiare la Mercedes e credo che possa di nuovo essere solamente la scuderia italiana a poter fare questo. La Honda è un disastro completo, difficilmente le cose potranno migliorare così tanto per il 2016, stesso discorso per la Renault, con l'aggravante che i rapporti con la Red Bull saranno ancora più ostili dopo tutto quello che è successo quest'anno (però la scuderia anglo-austriaca è quella di punta per il motorista francese, dubito che la scuderia madre nata dalla Lotus possa già competere per le posizioni di vertici dopo la vicenda finanziaria che la Renault è costretta a risolvere). Un saluto.