NEWS

Accise per il terremoto? Il no di Alfano

31 agosto 2016

Terremoto del Centro Italia: il ministro dell’Interno esclude un aumento delle accise sul carburante per aiutare la ricostruzione.

Accise per il terremoto? Il no di Alfano

RISPOSTA SECCA - Gli automobilisti italiani pagheranno nuove accise per il terremoto del Centro Italia del 24 agosto? “No”, la risposta secca del ministro dell’Interno Angelino Alfano (qui sopra in una foto di repertorio), ospite a “In Onda” su La7 ieri sera, che ha aggiunto: “Siamo già al lavoro con il sistema delle prefetture per assicurare una ricostruzione mafia-free e mazzette-free”. Scongiurata per ora l’ipotesi, circolata sul web, di tasse sul carburante. Che aveva scatenato la polemica sui forum online. Timori basati sulle esperienze del passato, quando i governi hanno aumentato le accise per far fronte alle emergenze: tasse che avrebbero dovuto essere temporanee e che invece sono diventate eterne. Basti ricordare le accise per il terremoto dell’Aquila del 2009, per l’alluvione che ha colpito la Liguria e la Toscana nel novembre 2011, e per i terremoti dell’Emilia del 2012. Intanto, per un aiuto immediato e concreto, ricordiamo il numero solidale 45500: sono stati finora raccolti undici milioni di euro. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al dipartimento della Protezione civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma del Centro Italia.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fxx88
31 agosto 2016 - 17:07
4
http://www.allaguida.it/articolo/prezzo-benzina-le-10-accise-piu-assurde/84491/
Ritratto di Fxx88
31 agosto 2016 - 17:10
4
Tanto vale metterla un'accisa per questo terremoto, con tutti i soldi che ci rubano quotidianamente. Oppure potrebbero mettere un obolo in busta paga che tanto paghiamo poche tasse sugli stipendi.
Ritratto di gynt
31 agosto 2016 - 17:12
Ma... io sono rimasto che gli aumenti del carburante, in questi casi, riguardasse solo la regione colpita, stando a quella legge.
Ritratto di basti73
31 agosto 2016 - 19:05
Si, certo... Per "Aiutare i Terremotati".... Come no? Una volta tanto uno dei nostri governanti ha detto NO. Tanto, come da prassi Italiana, più della metà sarebbe finita nelle tasche di qualche politico.
Ritratto di luigi sanna
31 agosto 2016 - 19:18
5
A beh se lo dice Alfano sto tranquillo. Speriamo si ricostruisca in fretta e "in legno", chissà se un giorno riusciranno ad arrivarci, morire per un terremoto OGGI, lo trovo "assurdo". Tornando al nostro Angelino, che conta come un 2 di picche, non è lui che decide.... se e quando sarà, deciderà Renzie.
Ritratto di money82
31 agosto 2016 - 19:41
1
Numero solidale? Scusate ma già oltre la metà di quello che guadagno va in tasse, il resto nel mutuo, nelle bollette, nelle assicurazioni e nei bolli...ah si mi rimane anche qualcosa per mangiare e bere. CHE TIRI FUORI I SOLDI CHI GUADAGNA 10.000 EURO AL MESE E CE NE SONO MOLTI A ROMA O COMUNQUE IN GENERALE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, GLI "AMICI" DEI PARTITI ecc..sempre a chiedere, chiedere, chiedere. BASTAAAAA!!! I SOLDI LI AVETE SE NON SAPETE AMMINISTRARLI LASCIATE LA VOSTRA RICCA POLTRONA AD ALTRI ED ANDATEVENE CON UMILTA' PARASSITI.
Ritratto di fiattaro
31 agosto 2016 - 20:10
La Ricca poltrona non la lasceranno mai, con quello che guadagnano.
Ritratto di manuel1975
31 agosto 2016 - 23:48
le accise sono 50 centesimi da cui applicare l'iva al 22% quindi ci sono 72 centesimi di tassa. la benzina costa circa 40 centesimi da cui aggiungere 22% di iva e si arriva a 62 centesimi. infine il margine di guadagno del benzinaio che varia dai 5 agli 8 centesimi totale 1,42.
Ritratto di Mattia Bertero
1 settembre 2016 - 08:06
3
Beh, aumenteranno dal altre parti.
Ritratto di PongoII
1 settembre 2016 - 10:08
7
Passi pure... basterebbe aggiornarle... Etiopia, ad esempio...
Pagine