NEWS

Al via i test del super-asfalto

26 settembre 2018

Ecopave è realizzato con grafene, un materiale noto per essere più resistente ed elastico. Viene sperimentato a Roma su 250 metri di strada.

Al via i test del super-asfalto

STUDI APPROFONDITI - Sono in programma sulla strada provinciale Ardeatina di Roma i test di un nuovo asfalto messo a punto dalla società Iterchimica, che nelle sperimentazioni effettuate in laboratorio ha mostrato di essere più riciclabile e duraturo del normale asfalto, la miscela di bitume e ghiaia utilizzata per la pavimentazione di strade e autostrade. Il nuovo asfalto si chiama Ecopave e verrà steso in via sperimentale per 250 metri tra il km 15 e 800 e il 16 e 800 in direzione Sud della Ardeatina. Gli studi verranno supervisionati dal del professor Nicola Fiore, a capo del laboratorio Materiali Stradali all’Università La Sapienza di Roma. I test potrebbero durare fino a 72 mesi.

MERITO DEL GRAFENE - Ecopave è stato brevettato nel 2017 dopo tre anni di studi, stando al resoconto della Iterchimica, che ha reso il nuovo asfalto più flessibile e resistente grazie ad additivi al grafene, un materiale già usato nell’industria dei computer e noto per essere fra i più resistenti sulla Terra. La Iterchimica non a caso stima che Ecopave può resistere alla fatica oltre 2,5 volte in più rispetto all’asfalto normale, questo significa che se un asfalto normale dura 10 anni questo dura 25 anni. Di conseguenza i costi iniziali (più elevati) verranno ammortizzati con il tempo: Ecopave va posato con meno frequenza dell’asfalto normale e dovrebbe durare più a lungo senza danneggiarsi e far sorgere buche, aiutando così a migliorare lo stato di conservazione delle strade. Ecopave inoltre è realizzato largamente con materiali di recupero e può essere riutilizzato.





Aggiungi un commento
Ritratto di flavio84
26 settembre 2018 - 18:41
Aridatece i sanpietrini!!!stanno li da duemila anni e non se so mai sfasciati!
Ritratto di Prrrrr
27 settembre 2018 - 16:17
A no? Quindi stanno tutti li... non saltano via i sampietrini, guarda che anche quelli vanno mantenuti integri e non sono pensati x il traffico Urbano, i sampietrini sono figli di un altra Era... in questa ci vuole il Bitume.
Ritratto di flavio84
27 settembre 2018 - 19:10
Era una battuta...non so se hai colto la vena ironica, capito? Te la rispiego?
Ritratto di Prrrrr
28 settembre 2018 - 03:58
Rispiego? Basta una volta che te devi spiegà... è na battuta? Scusa ma non l'ho capita.
Ritratto di flavio84
28 settembre 2018 - 07:41
Ho capito che non hai capito, ma xche commentare sempre? Chiaro che nessuno invoca l uso di sanpietrini, gua da questo si capiva!ma no...sul blog di alvolante, l importante è criticare e sciorinare paroloni, del tipo:il mio è piu bello del tuo!!!
Ritratto di Prrrrr
28 settembre 2018 - 14:02
Ah?
Ritratto di giògiò64
26 settembre 2018 - 21:27
Io avrei fatto 25 metri.....è uno spreco fare prove di 250 metri, anche perchè sulle nostre strade buche non ce ne sono affatto..............................
Ritratto di UnAltroFiattaro
26 settembre 2018 - 21:42
Wow ben 250 m!!! Una sperimentazione veramente dispendiosa e adatta a infinite situazioni... L'asfalto tradizionale dura 10 anni" All'estero forse qua se arriva a 10 giorni devi essere felice...
Ritratto di AlphAtomix
27 settembre 2018 - 09:40
Fare l'asfalto normale ma posarlo bene no eh?
Ritratto di GeorgeN
27 settembre 2018 - 10:40
l'asfato tradizionale non dura nemmeno 10 anni e nè tantomeno 1 anno.... ho visto asfalti appena fatti che già alle prime pioggie si staccano pezzi interi o addirittura si fanno crepe.... E parlo di asfalto appena fatto in un paesino molto frequentato dai turisti (turismo religioso) ed è una vergogna solo a dirlo..... figuriamoci gli asfalti fatti nei paesini "normali" (dove non c'è turismo) dove 7 giorni già si vedono crepe e sprofondamenti..... Ci vorrebbe un bel test sulle aziende carpentiere e sulle qualità dei materiali impiegati....
Pagine