NEWS

Ancora troppe le auto con pneumatici non in regola

14 luglio 2016

Il bilancio dell’operazione “Vacanze Sicure” 2016 della Polizia stradale che ha portato a 12 mila controlli sulle strade.

Ancora troppe le auto con pneumatici non in regola

IRREGOLARITÀ DIFFUSE - Su un campione di 10.185 autovetture, tutte controllate sulle strade dalla Polizia, il 6,82% viaggiano con pneumatici “lisci”, cioè con battistrada profondo meno di 1,6 mm (limite minimo previsto dal Codice della strada). La percentuale poi sale se la si limita ai veicoli commerciali (ne sono stati controllati 1.480) tra i quali quelli non in regola sono l’8,5%. E non basta. Oltre a questo tipo di irregolarità, i controlli stradali hanno rilevato che il 6% delle autovetture controllate viaggiavano con gomme non omogenee, vale a dire con diversità di tipo, marca e di misura tra le coperture di uno stesso asse della vettura, cosa non consentita dal Codice. Tutti questi dati evidenziano una tendenza all’aumento di questi comportamenti scorretti e pericolosi. Negli anni passati le percentuali erano tutte inferiori. 

NUMERI PREOCCUPANTI ­ Complessivamente i veicoli colti in condizioni non regolari, per via dei loro pneumatici non conformi sono stati il 16% delle autovetture sottoposte a controllo e il 28% dei furgoni/van. E inesorabilmente il dato si fa ancora più pesante se si considerano anche gli automezzi non in regola con la revisione; in questo caso i mezzi non in regola con le gomme arrivano al 20,3% delle auto e al 32,4% per i veicoli commerciali.

PREVALENTEMENTE AL NORD - Questi dati sono il risultato dei controlli effettuati dalla Polizia Stradale nell’ambito dell’iniziativa “Vacanze Sicure”, svolta dal 15 maggio al 20 giugno, in collaborazione con le associazioni Assogomma e Federpneus, rispettivamente dei produttori e dei rivenditori di pneumatici. Le regioni interessate sono state Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Toscana e Sicilia Occidentale, per 42 province coinvolte. Le regioni in questione registrano oltre 14 milioni di veicoli immatricolati, pari al 39% del totale nazionale.

DIFFERENZE DA REGIONE A REGIONE - I risultati non sono omogenei per tutte le regioni. Infatti, la quota maggiore di vetture con battistrada delle gomme anteriori meno profondo di 1,6 mm è stata rilevata nella Sicilia Occidentale, con l’8,54%, mentre la percentuale minore è quella del Piemonte e della Toscana, con il 5%. Ancora più impressionante gli esiti dei controlli sui veicoli commerciali: nella Sicilia Occidentale la percentuale di furgoni e autocarri leggeri che viaggiano con pneumatici non all’altezza è del 13,6%; in Valle d’Aosta è stato addirittura 18%. L’uso di gomme non omogenee sulle ruote dello stesso asse è stato registrato sul 7,98% delle auto in Lombardia (nel 2013 la percentuale era del 4,3%).



Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
14 luglio 2016 - 18:20
4
Secondo me i pneumatici costano troppo; su una compatta in media si spendono non meno di €400 per pneumatici nemmeno di alta qualità. Abbassate i prezzi, oppure fate qualche incentivo e vedrete come la gente li cambierà.
Ritratto di luigi sanna
14 luglio 2016 - 20:26
5
Mamma mia, che sprezzante senso di modestia.... il tuo livello, quello si che è da poveretto. Dev'essere di grande soddisfazione dire quello che scrivi. è talmente piatta a tua vita, che trovi soddisfazione nel scrivere ste stronz.... ma prova a crescere cazz4ro. A no... ngelotto.
Ritratto di all'avanguardia della truffa2
15 luglio 2016 - 07:26
luigi... non voglio difendere nessuno, ma sono sicuro che il commento di ngelotto, poco più sopra, NON è il suo. Infatti, ultimamente, sembrerebbe che qualcuno gli abbia duplicato il nick name!! Prova a confrontare le info con ngelotto "originale". Scoprirai anche tu, che ce ne sono 2 differenti.
Ritratto di luigi sanna
15 luglio 2016 - 14:11
5
Di chi sia o meno, m'interessa il giusto.... praticamente nulla. Il "ngelotto" finale l'ho scritto per non scrivergli altro.... cazz4ro è il minimo. Forse un ragazzino di 13 anni alla sua prima canna, può partorire un commento simile.
Ritratto di lucios
15 luglio 2016 - 10:58
4
L'intervento di ngelotto non merita di essere considerato. Per quanto riguarda s46, sono pienamente d'accordo con quello che tu dici, tuttavia, come per le tante aziende che evadono il fisco, perché devono scegliere tra mangiare o dar mangiare agli operai o pagare le tasse, a causa di un sistema assurdo e miope, anche per quanto riguarda i pneumatici il problema è sostanzialmente lo stesso. Attualmente l'auto costa un sacco di soldi mantenerla, allora la gente cerca di mandare più in là nel tempo spese che potrebbe fare oggi, in quanto, anche in questo caso, deve scegliere tra cose più importanti da acquistare, come il cibo, e altre anche importanti ma meno urgenti. Se aggiungi che negli ultimi anni è stata introdotta anche l'assurda normativa per la quale tutti devono cambiare le gomme termiche, quindi in sostanza si è raddoppiato il costo delle gomme, il tutto avvalora ancora di più la mia tesi.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
15 luglio 2016 - 11:07
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
15 luglio 2016 - 11:10
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di mirko.10
15 luglio 2016 - 14:41
2
La gomma deve essere sopra la tacca in ogni sua parte....se all'esterno è liscia vuol dire che eri fuori convergenza o campanatura...la multa e' applicabile!
Ritratto di mirko.10
15 luglio 2016 - 14:43
2
Aggiungo che, quando si prendono le curve in maniera molto sportiva, le gomme si consumano all'esterno anche con convergenza e campanatura perfette.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
15 luglio 2016 - 16:19
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Pagine