NEWS

Antitrust: multe (per un totale di 29 milioni) a UnipolSai e Generali

27 marzo 2015

Il Garante della concorrenza ha sanzionato in modo severo i due colossi assicurativi: alla base, una forma di “intesa molto grave”.

Antitrust: multe (per un totale di 29 milioni) a UnipolSai e Generali
PER QUATTRO ANNI - L’Antitrust sanziona in maniera pesante le compagnie di assicurazioni Generali (con 12.013.443 euro) e Unipol-Fondiaria, confluite oggi nel gruppo UnipolSai (qui la cifra è di 16.930.031 euro). Motivo? Un’intesa lesiva della concorrenza nella partecipazione a gare per la copertura assicurativa Rca dei mezzi di 15 aziende di trasporto pubblico locale in altrettante città italiane. L’accordo, che è stato individuato come attivo in periodo di tempo che va dal 2010 al 2014, ha riguardato 58 appalti.
 
ADDIO, COMPETIZIONE - Per il Garante, il punto chiave è la mancata partecipazione a numerose procedure: l’obiettivo, evitare il confronto competitivo e mantenere una clientela già storicamente servita attraverso negoziazioni bilaterali. Su un totale di 58 gare d’appalto, 39 sono andate deserte, e 19 sono state aggiudicate alla compagnia storicamente affidataria del servizio, in quanto unica offerente. Il coordinamento tra i due colossi è avvenuto, per giunta, attraverso contatti intercorsi tra le compagnie nel gruppo di lavoro sul trasporto pubblico locale istituito presso l’Ania, l’associazione di categoria delle imprese assicurative. L’intesa è stata giudicata molto grave dall’Antitrust perché aveva per oggetto la partecipazione coordinata a gare d’appalto in un comparto particolarmente sensibile. I due colossi assicurativi hanno annunciato ricorso contro il provvedimento.
Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
27 marzo 2015 - 18:06
4
...io devo pagare ad un privato qualcosa che lo stato mi impone......allora lo stato facesse delle tariffe fisse con una propria assicurazione e io la pago........troppo comodo essere operatori di un mercato imposto.......e poi se ne escono pure dicendo che dall'rca auto non guadagnano abbastanza........IN QUESTO PAESE DA 4 SOLDI, FINCHE' SI DARA' POTERE A PRIVATI, DI GESTIRE SERVIZI O QUESTIONI LEGATE ALLA MASSA, NON CAMBIERA MAI NIENTE........
Ritratto di Paglianti
27 marzo 2015 - 18:27
L' assicurazione auto secondo me e' un vero furto. Fosse per me toglierei l obbligo di assicurare le auto. Se non faccio incidenti xke' devo pagare?? E se ne faccio uno, beh,.. risarcisco di tasca mia. E se deve andare proprio nel modo peggiore che nn voglio neanche immaginare, ho una casa di proprieta' hce onestamente vale anche parecchio... beh e' un rischio, ma se nella vita nn si rischia.. che gusto c' e'??
Ritratto di Sepp0
28 marzo 2015 - 18:34
...o cosa? L'assicurazione serve a far sì che se hai torto e non puoi pagare, qualcuno paga per conto tuo affinchè chi deve avere il risarcimento lo ottenga. Se non fosse obbligatoria i 3/4 di chi andrebbe risarcito resterebbe senza risarcimento.
Ritratto di onlyroma
30 marzo 2015 - 07:18
Di scemenze ne ho sentite tante,ma questa penso che si piazzi tra le prime 10. Tu hai una casa di proprietà,bene,e che ci fai?.. Pensa solo che se con il tuo incidente stacchi un braccio ad un chirurgo,la tua bella casetta non copre nemmeno un terzo di quello che devi rimborsare come risarcimento. E tutti quelli che nemmeno posseggono una casa cosa togli? gli organi? Ma quando scrivete riflettete o sparate cose a caso,tanto x far risultare che siete attivi nel forum? Il problema non è l'obbligo di avere una assicurazione,ma verificare l'effettiva concorrenza che dovrebbe esistere in questo mercato. il problema come il solito è politico, le assicurazioni,come le banche,sono i primi sponsor nelle campagne elettorali dei nostri,anzi dei vostri,politici,e concedendo finanziamenti politici,in cambio hanno immunità nelle loro nefandezze. I prossimi a essere messi sotto torchio dovrebbero essere le compagnie telefoniche,è già da molto che hanno tariffe pressoché uguali tra loro. Non mi sembra difficile beccarli,ma non si toccano gli amici.
Ritratto di matteo466
30 marzo 2015 - 11:03
l'obbligo dell'assicurazione non è per tutelare chi ha la responsabilità dell'incidente, ma chi l'incidente lo subisce. un normale tamponamento lo puoi risarcire tranquillamente con i soldi tuoi ma quando le cifre di risarcimento sono attorno al milione? buon per te se la tua casa vale quelle cifre. ma chi non ha case di proprietà o comunque valgono meno del risarcimento?in quel posto se la prende chi ha subito l'incidente solo perchè l'altro non ha l'assicurazione. meglio mantenere l'obbligo dell'assicurazione e punire anche più severamente chi sbaglia
Ritratto di acterun
27 marzo 2015 - 18:27
Se hanno fregato sugli appalti quei 29 milioni dovrebbero tornare alle aziende truffate, cioé ai cittadini, visto che si parla di trasporto pubblico: invece come sempre li intasca l'antitrust, cioé lo Stato che permette che queste porcate succedano, perché tanto a capo di quelle compagnie c'è gente che ha sempre il sedere su qualche poltrona pubblica.
Ritratto di Franck Dì
30 marzo 2015 - 09:47
tanto alla fine il costo delle multe vengono scaricate sui clienti e non attraverso la decurtazione degli stipendi dei dipendenti e manager delle compagnie assicurative... le multe alle assicurazioni vengono scaricate sui clienti come se fosse loro la colpa....
Ritratto di ANGELINO
31 marzo 2015 - 19:14
Dove c'è il rosso c'è sempre qualche malaffare! Forse va di moda .......... da troppi anni però!!!
Ritratto di bluspazioprofondo
31 marzo 2015 - 19:42
Non bisogna arrivare ad avere l'assicurazione facoltativa, anche perché non si sa mai cosa possa accadere nella vita... Siccome il governo attuale pare sia fissato con le riforme e l'assicurazione obbligatoria è appunto contemplata nel CdS, che imponga un decurtamento dei premi assicurativi di tutta Italia ed un successivo riallineamento tra Nord e Sud, pena pesanti multe alle società: poi vedi come gli passa la voglia di sbruffonare e come si mettono davvero a indagare su eventuali truffe senza che paghi il povero cristiano di turno sempre in regola.