NEWS

Apple CarPlay e Android Auto promossi in sicurezza

28 giugno 2018

Stando alla fondazione statunitense AAA per la sicurezza stradale, sono più intuitivi e facili da utilizzare dei sistemi multimediali delle auto.

Apple CarPlay e Android Auto promossi in sicurezza

AL CENTRO LA SICUREZZA - I sistemi multimediali delle automobili più recenti hanno migliorato la leggibilità di alcune informazioni e aumentato le funzionalità disponibili, tanto è vero che oggi dalla vettura si può anche effettuare una conferenza di lavoro attraverso Skype oppure prenotare il caffè da Starbucks. I costruttori però sembrano trascurare che i sistemi di questo genere possono distrarre chi è alla guida, a causa dell'eccesso di informazioni e della grafica molto spesso elaborata delle schermate. Il tema è stato affrontato all'interno di una nuova ricerca della fondazione statunitense per la sicurezza stradale AAA, secondo la quale i sistemi multimediali messi a punto dai costruttori distraggono più di Apple CarPlay e Android Auto, funzionalità integrate nei sistemi multimediali stessi che riproducono l'interfaccia degli smartphone e permettono di utilizzare le app compatibili in modo più intuitivo. Le due piattaforme sono state messe a punto da Apple e Google (che sviluppa Android) e non dalle case automobilistiche, quindi rispecchiano fedelmente i menù, i colori e le impostazioni dei telefonini.

I SISTEMI MULTIMEDIALI DISTRAGGONO - La AAA ha effettuato la ricerca utilizzando come base cinque vetture, dotate di un sistema multimediale con integrate le funzionalità Apple CarPlay e Android Auto: sono le Chevrolet Silverado, Ford Mustang, Honda Ridgeline RTL-E, Kia Optima e Ram 1500. Ai guidatori scelti per il test è stato chiesto di svolgere alcune semplici operazioni al volante, come ad esempio selezionare e programmare l'impianto audio, comporre un numero di telefono ed effettuare una telefonata, mandare un messaggio di testo e impostare il navigatore satellitare. Sulla base di queste operazioni la AAA ha calcolato l'impegno visivo e mentale chiesto al guidatore, che troverà più semplice interagire con un sistema intuitivo e dalla grafica "snella" piuttosto che con un sistema complesso e ricco di funzioni. Ciò si ripercuote inevitabilmente sulla sicurezza stradale, visto che negli Stati Uniti muoiono circa 3.500 persone ogni anno a causa delle distrazioni al volante.

COMANDI PIÙ RAPIDI - La ricerca della AAA ha stabilito che Apple CarPlay e Android Auto sono più facili da utilizzare rispetto ai sistemi operativi messi a punto dai costruttori, anche se con alcune differenze: CarPlay ad esempio richiede una minore concentrazione per inviare un messaggio di testo, a differenza di Android Auto che invece è più diretto per impostare la navigazione. La AAA ha stabilito inoltre che Apple CarPlay distrae meno digitando sullo schermo anziché usando i comandi vocali, mentre per Android Auto vale l'opposto. Le persone alla guida hanno effettuato una telefonata 5 secondi più velocemente con Apple CarPlay e Android Auto rispetto al sistema multimediale, mentre il risparmio è stato addirittura di 15 secondi per il navigatore. Oggi quasi tutte le case automobilistiche offrono le due funzionalità di serie o in opzione sui loro modelli, anche quelli più economici, e alla luce di ciò Apple e Google stanno lavorando per migliorarle: è notizia degli scorsi giorni che presto su CarPlay (con il rilascio del sistema operativo iOS 12) saranno visualizzate app per la navigazione alternative a quella di Apple, compresa Waze (di proprietà di Google), molto usata perché consente agli utenti di inviare segnalazioni in tempo reale su incidenti e rallentamenti.

Aggiungi un commento
Ritratto di MirtilloHSD
28 giugno 2018 - 21:32
4
Sono contento che vengano creati questi accessori che riducono, ma non eliminano, le distrazioni
Ritratto di MirtilloHSD
28 giugno 2018 - 21:36
4
. Mirtillo
Ritratto di MirtilloHSD
28 giugno 2018 - 21:37
4
L'auto in foto è la nuova Toyota Auris? Mirtillo
Ritratto di Lo Stregone
29 giugno 2018 - 16:48
Leggo questo articolo e mi sento come un nano in una foresta di sequoie: per ora mi accontento di guidare.
Ritratto di lucios
30 giugno 2018 - 09:12
4
Mah, Io ce l'ho sulla mia Grandland X e non sono del tutto entusiasta!!!! Prima di tutto necessità di un buon smartphone per farlo funzionare bene. Col mio Asus Zenpad 8 non esegue i comandi vocali, nonostante li comprenda; è lento nei vari passaggi; e poi, tra entrare in macchina ed avere la musica immediatamente attivabil col collegamento bluetooth invece di collegare il filo, attivare Android Auto sul device, attivare la localizzazione geografica, ecc.......preferisco la prima opzione.....FINALE: TECNOLOGIA DA RIVEDERE E SVILUPPARE