NEWS

Rca alle stelle: iniziativa del ministro Romani

31 dicembre 2010

Il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, ha convocato per il 4 gennaio 2011 l’Isvap (l’Istituto che vigila sulle assicurazioni) e l’Ania (l’Associazione che raggruppa le compagnie). Obiettivo: approfondire le proposte avanzate dall’Isvap per abbassare le Rca del 15-18%.

UN PRIMO EFFETTO - Combattere le frodi, rivedere l’indennizzo diretto e il sistema di rimborso delle lesioni fisiche, cancellare il tacito rinnovo: sono le proposte avanzate dall’Isvap (l’Istituto che vigila sulle assicurazioni) al governo per fare calare le tariffe Rca del 15-18% (vedi qui). Tutto da vedere se queste idee verranno tradotte in nuove leggi; ma un primo risultato l’hanno già ottenuto: il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani (nella foto), ha convocato per il 4 gennaio 2011 l’Isvap e l’Ania (l’Associazione che raggruppa le compagnie) per approfondire le questioni sollevate dall’autorità di vigilanza. Romani intende verificare quelle proposte rispetto alle azioni già portate avanti dal ministero per contenere il costo delle tariffe Rca e per rendere più efficiente il settore assicurativo, aumentando la competizione fra le imprese.

QUALCUNO NON GRADISCE - Carlo Pileri, presidente dell’Adoc (un’associazione dei consumatori), ha però commentato in modo polemico l’iniziativa del ministro: “Romani non può pensare di affrontare un problema importante e complesso come il caro Rc auto ascoltando solo le compagnie”. I Consumatori chiedono di essere ascoltati: “Domandiamo al ministro”, continua Pileri, “di convocare contestualmente le associazioni dei consumatori al tavolo di confronto”. E non manca una stoccata alla stessa Isvap; l’Adoc vuole individuare misure concrete e immediate per ridurre i prezzi delle polizze: “Misure diverse e più incisive di quelle proposte dall’Istituto di vigilanza, le quali rischiano di non determinare alcuna diminuzione dei costi”.



Aggiungi un commento
Ritratto di follypharma
31 dicembre 2010 - 12:08
2
ladri legalizzati..non mi viene in mente altro da dire. Poi si scandalizzano che la gente che gira SENZA assicurazione e' in continuo aumento (con tutti i rischi che ne conseguono)
Ritratto di stig
31 dicembre 2010 - 12:46
io non li considero ladri...ma strozzini che approfittano del fatto che l'rca sia obbligatoria costituendo un cartello con un'offerta al rialzo anzichè farsi concorrenza.....senza parole
Ritratto di Sprint105
31 dicembre 2010 - 15:38
perdonate il cinismo, ma io a queste iniziative non ci credo. Quanto scommettete che i prezzi delle assicurazioni non caleranno?
Ritratto di Rivoluzione
31 dicembre 2010 - 16:12
Mi sono collegato al sito chiarezza.it ho impostato tutti i dati ed ho impostato la richiesta di preventivo con la legge Bersani. Risultato mi escono diverse compagnie con le loro offerte, la piu conveniente è stata ConTe. Il sistema ad un certo punto per convalidare il tutto mi invitava a telefonare al Numero Verde. Io ho chiamato e mi ha risposto una Signorina la quale mi ha chiesto il numero di preventivo e poi mi ha detto che la polizza al costo di 867 Euro non poteva essere convalidata in quanto la somma reale da pagare deve essere di oltre 1200 Euro. Chiedo il perché e perché il sistema mi da una cifra e loro me ne propongono un altra più cara di 350 euro??....forse perchè sono Napoletano? La Signorina non ha saputo rispondermi ed Io mi sono riproposto di prendere provvedimenti con il Garante dei Prezzi e con le autorità competenti. Io non capisco ma la RC auto è in base alla classe di merito e allora mi chiedo se Io ho la prima classe a Napoli vuol dire che Io sono meritevole al pari si quelle che si trova ad Iserni. Però quello di Isernia paga 200 Euro.........Io dovrei pagare anche 2.000 Euro a seconda della compagnia. Ma perché??? Poi vedi che gli stessi Politici hanno a che fare con le compagnie di assicurazioni....vedi la UNIPOL e capisci che non è loro interesse cambiare le cose. Continuiamo a girare senza assicurazione e vadino a fanculo questi ladri legalizzati e denunciamo, denunciamo, denunciamo....smettiamola di stare sempre zitti.
Ritratto di Moreno50
31 dicembre 2010 - 16:50
Ho il sospetto che l'Isvap vigili sulle assicurazioni affinché non dimentichino di darci... il nostro aumento quotidiano. In fondo, "La provenienza della quasi totalità delle entrate necessarie per far fronte alle spese di funzionamento dell'ISVAP è costituita dal contributo di vigilanza a carico dei soggetti vigilati.". E si è mai visto un cane che morde la mano di chi gli dà da mangiare? Forse potrebbe darci una mano Mister Prezzi, ma chi l'ha più visto? Forse si sarà perduto fra i banchi di qualche mercato mentre controllava i prezzi dei carciofi. Pazienza, non mi sembra una gran perdita. Personalmente preferisco Mister Muscolo, almeno mi aiuta a sgorgare il lavandino.
Ritratto di Tullio Tapinassi
31 dicembre 2010 - 18:13
Per gli italiani non è possibile assicurarsi all'estero dove le tariffe sono circa la metà che in Italia. Che le assicurazioni abbiano fatto cartello per non diminuire le tariffe è un fatto giuridicamente accertato. Che le stesse siano state salvate dalle multe che le erano state comminate con una legge "speciale" di Berlusconi è altro fatto reale. Perchè il ministro di turno si ostina a prenderci per i fondelli? Avete voi una spiegazione?
Ritratto di metacril
1 gennaio 2011 - 11:56
mi fan morir dal ridere...è da almeno 15 anni che si sente parlare di assicurazioni troppo care (idem il carburante) e alla fine non cambia mai nulla...noi dobbiamo tacere e pagare...è poi lo chiamano il belpaese...
Ritratto di manuel120
2 gennaio 2011 - 13:11
sono stato un pò di tempo senza poter pagare l'assicurazione,pagavo 600euro l'anno nonostante il contratto che avevo da 5 anni,mai un incidente e un misero 1.4 come cilindrata.quando la volevo riprendere mi ha detto l'assicuratore che se volevo dovevo pagare adesso 800 euro l'anno per essere stato un anno senza pagare...me ne frego delle loro regole,non pago e non pagherò,che mi fermino,che se la portino la macchina,io continuo a camminare tranquillo e se tutti facessero come me vivremmo in un mondo migliore...così come x la benzina...solo automatici con sconti e solo lo stretto indispensabile...nel mio piccolo questa è la mia protesta,non risolverò nulla ma qualche soddisfazione me la sono presa!!!tipo mandare a fanculo l'assicuratore!!!
Ritratto di Rivoluzione
2 gennaio 2011 - 14:50
Premetto che sono con te. Ma ti sei mai chiesto se malauguratamente fai un incidente o investi qualcuno??....i guai che ti vengono addosso sono enormi credimi. Ciao
Ritratto di TOTAL CAOS
2 gennaio 2011 - 13:21
Oggi un ragazzo con meno di 26 annni, che vive nel meridione e che non può usufruire della legge bersani arriva a pagare fino a 5000€ all' anno per assicurare una normalissima utilitaria... ditemi un pò se è normale che bisogna chiedere un finanziamento per assicurare la propria auto... Ma di tutto questo un grazie speciale va allo stato che tutela le politiche per i giovanni e gli invoglia ad andare avanti.... Grazie,grazie,grazie....
Pagine