NEWS

Assicurazioni: a rischio calo i risarcimenti

di Fabio Madaro
Pubblicato 10 febbraio 2021

Una bozza di decreto prevede un taglio dei risarcimenti per le vittime di incidenti, il tutto a favore delle casse delle assicurazioni. Ma c’è chi protesta.

Assicurazioni: a rischio calo i risarcimenti

PUNTANO AL RIBASSO - La travagliata vicenda delle assicurazioni in Italia sembra non aver mai fine. E una novità degli ultimi giorni rischia di danneggiare nel 2021 gli automobilisti italiani, in special modo tutte le vittime di incidenti stradali. Il motivo è la bozza di “Decreto del Presidente della Repubblica, Regolamento recante la tabella delle menomazioni all’integrità psicofisica comprese fra 10 e 100 punti di invalidità”, che stabilisce i valori monetari e medico/legali per le vittime della strada che hanno subito lesioni gravi e gravissime. Detto in altri termini un pesante taglio ai risarcimenti dovuti a incidenti stradali.

SI LEVANO LE PROTESTE - Ovviamente il decreto ha subito ha provocato la protesta delle associazioni del CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti) perché riducendo il valore dei risarcimenti si consente che le compagnie risparmino cifre enormi: dicono da 500 milioni di euro ad un massimo di 800 milioni. Stessa alzata di scudi da Assoutenti, associazione specializzata nel settore dei trasporti, secondo la quale un’invalidità pari al 50% calerebbe fino al 10,5%; mentre per invalidità fino al 10% la riduzione arriverebbe addirittura al -12,7%. “È evidente - sostiene Furio Truzzi (presidente di Assoutenti) - che lo scopo del decreto è quello di far risparmiare ulteriormente le compagnie assicuratrici danneggiando in modo grave gli automobilisti". Una scelta ingiustificata, sostiene sempre Truzzi che, basandosi su dati ANIA, fa notare come dal 2010 al 2019 la sinistrosità in Italia si sia ridotta del 46%. Un beneficio che solo parzialmente si è trasformato in risparmi sui premi assicurativi pagati dagli utenti. Per cui non è un caso se dal 2012 al 2019 su oltre 116 miliardi di raccolta premi nella RC auto, secondo Assoutenti le assicurazioni hanno conseguito utili per oltre 10 miliardi, con una redditività media per polizza di oltre il 9%.





Aggiungi un commento
Ritratto di lovedrive
10 febbraio 2021 - 14:20
a dir la verità le somme per le vittime in italia sono tra le più alte nel confronto internazionale con tanti che hanno danni d'invalidità. per questo che abbiamo anche i premi piu alti che comunque negli ultimi dieci anni si sono ridotti .
Ritratto di GeorgeNN
10 febbraio 2021 - 17:00
Fonte???
Ritratto di risso65
11 febbraio 2021 - 12:25
Assicuratore eh? Brighella....
Ritratto di lovedrive
13 febbraio 2021 - 12:32
no, ma non ho mai pagato cosi poco per la rca negli ulrimi 30 anni come adesso.
Ritratto di risso65
13 febbraio 2021 - 12:44
Se se....birbantello!
Ritratto di Andrea Zorzan
10 febbraio 2021 - 18:19
Che vergogna! Le vittime devono essere risarcite in modo adeguato.
Ritratto di lovedrive
13 febbraio 2021 - 12:33
adeguato sono d'accordo , ma non con somme astronomiche per un certificato medico di un medico amico.
Ritratto di Ennio s
10 febbraio 2021 - 20:41
Ci vorrebbe un prontuario: per ogni danno un risarcimento, uguale per tutti e senza ricorrere alle vie legali, che vincono sempre gli avvocati.
Ritratto di Sparviero
11 febbraio 2021 - 08:29
Assurdo. Dopo un anno che a causa del covid hanno avuto degli utili stellari, invece di parlare di risparmio sui premi RCA si parla di tagliare sui risarcimenti. Risarcimenti tra l'altro che già sono ridicoli. Questa è la conseguenza del potere che ormai oggi hanno le banche. Non ho parole Speriamo che qualcuno al potere ci salvi non approvandolo
Ritratto di sergioxxyy
11 febbraio 2021 - 10:50
A me sembra una BUFALA. Una bozza di decreto dal presidente della repubblica……………..Che il presidente si occupi ora di assicurazioni mi sembra strano
Pagine