Aston Martin DB11: inizia una nuova era

3 marzo 2016

Dopo anni di immobilismo tecnico l'Aston Martin lancia la DB11, un'auto completamente nuova di grande fascino.

Aston Martin DB11: inizia una nuova era
SAPER ESSERE MODERNI - Annunciandola come il primo modello del secondo secolo della casa, l’Aston Martin ha presentato a Ginevra la nuova DB11. L’impiego della stessa sigla di tanti modelli prestigiosi del passato (DB2, DB4, DB5, fino alla DB10 creata per l’agente 007 (fornire auto all’agente segreto più famoso al mondo è una tradizione per la casa inglese) è una implicita dichiarazione di fedeltà alla filosofia produttiva che da sempre caratterizza la produzione della casa. Una tradizione che sostanzialmente si basa su tre elementi: sportività, eleganza e stile. Il tutto su una vettura di tipo coupé lunga 4,74 metri, larga 1,94 è alta 1,28.
 
FACCIA E CUORE SPORTIVI - Per quanto riguarda la sportività il nuovo modello Aston Martin propone una linea che già al primo sguardo evoca prestazioni robuste e grinta da vendere. L’indicazione di primo acchito viene poi confermata dalle caratteristiche tecniche “sotto pelle: muovere l'Aston Martin DB11 è infatti un inedito 12  cilindri a V in alluminio di  5.204 cc di cilindrata, con sovralimentazione tramite turbocompressore. La potenza erogata è di 608 CV a 6.500 giri, con coppia massima di 700 Nm nell’arco di regimi da 1.500 a 5.000 giri.
 
 
8 MARCE ED ELETTRONICA - Per scaricare a terra tanta potenza l’Aston Martin DB11 adotta cambio ZF a 8 marche, installato posteriormente in prossimità del differenziale. Il motore invece è in posizione anteriore, dietro l’assale delle ruote. L’abbinamento del propulsore con questa trasmissione si traduce in prestazione di livello molto elevato: velocità massima di 322 km/h e accelerazione 0-100 km/h in 3,9 secondi. Per rendere guidabile e sicura la vettura suono state adottate sospensione  di impostazione sportiva, con doppio quadrilatero per le ruote anteriori e multilink per quelle posteriori, con molle elicoidali e barra antirollio sia davanti che dietro. C’è poi la risposta degli ammortizzatori gestita dal sistema elettronico Adaptive Damping System; tre le regolazioni possibili:  (quello per la guida stradale normale, Sport e Sport+, ovviamente per la guida più “allegra”. L’impianto. Reni dispone di dischi anteriori di 40 cm di diametro e 3,6 cm di spessore, mentre quelle posteriori sono 36 cm di diametro e 3,2 cm di spessore.
 
DENTRO FA UN SALTO DI QUALITÀ - Inutile dire che l'Aston Martin DB11 è equipaggiata con tutto il meglio dei dispositivi elettronici che apportano sicurezza, affidabilità e sicurezza sulle vetture odierne, sia per quanto riguarda la risposta dei freni che per la loro gestioni in situazioni di emergenza, così da avere un livello di sicurezza adeguato o o alla considerazione di cui gode il marchio Aston Martin. Anche l'abitacolo fa un grande salto qualitativo in termini di usabilità, di qualità dei materiali e di cura costruttiva. Anche il sistema multimediale è stato completamente rinnovato e ora, secondo la casa, è al passo con i migliori.
Aston Martin DB11 Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
106
26
5
4
4
VOTO MEDIO
4,6
4.55862
145
Aggiungi un commento
Ritratto di FiestaLory
3 marzo 2016 - 12:14
Un po' pesante la feritoia che sorge direttamente dal passaruota.
Ritratto di tommaso tampucci
3 marzo 2016 - 12:22
quella presa d'aria dietro il passaruota rovina tutta la linea laterale, non si può guardare...inoltre il frontale non mi convince, mi sembra troppo appesantito (i fari poi mi sembrano un po' scopiazzasti dalle ultime ferrari).
Ritratto di tommaso tampucci
3 marzo 2016 - 12:23
*scopiazzati
Ritratto di MAXTONE
3 marzo 2016 - 12:46
Sarà anche tutta nuova ma continua ad avere le solite linee poco incisive dei modelli dei primi anni 2000, peccato davvero, erano così belle, personali e ricche di suggestione nelle linee le Aston del trentennio 60-90.
Ritratto di jabadais
3 marzo 2016 - 13:03
Aggressiva ed elegante. Stilemi della casa interpretati in chiave moderna e dotazioni finalmente al passo con le avversarie più aggreditate. Spettacolare il posteriore. Concordo infine con chi sostiene che i fanali anteriori ricordano un po' tanto quelli delle Ferrari e che la feritoia nei passaruota se la potevano risparmiare.
Ritratto di ARAMIS973
3 marzo 2016 - 13:45
qualcuno sa chi produce i cerchi che erano presenti nella versione DB10 per Spectre..Grazie
Ritratto di maino90
3 marzo 2016 - 13:55
La rotellina a sinistra del volante, che presumo sia quella preposta per l'accensione dei fanali, mi sembra rivolta tanto in basso.
Ritratto di MAXTONE
3 marzo 2016 - 14:02
Bella come i pantaloni attillati e nella stessa tinta della carrozzeria del tipo che la osserva da dietro.
Ritratto di littlesea
3 marzo 2016 - 14:05
2
Voto 3 volanti...5 alla linea esterna...1 a quella degli interni!!!
Ritratto di giovi11
3 marzo 2016 - 14:31
3
Stupenda
Pagine