NEWS

Audi A5 Coupé: elegante e tecnologica

2 giugno 2016

L'Audi presenta la seconda generazione della A5 Coupé, una due porte dalle linee bilanciate e dalla meccanica raffinata.

Audi A5 Coupé: elegante e tecnologica

IMMAGINE  EVOLUTA - L'Audi A5 Coupé ha esordito nel 2007 ed è il modello più anziano nel listino della casa tedesca. L'ultimo aggiornamento risale al 2011, ma dal quel momento sono arrivate sul mercato vetture più recenti e moderne: avversarie di riferimento sono le BMW Serie 4 e Mercedes C Coupé, ma nella stessa fascia di mercato sono presenti anche le Cadillac ATS Coupé e Lexus RC. La casa dei Quattro Anelli doveva pertanto mettere mano alla A5 Coupé e aggiornarne la sostanza. Lo fa con la seconda edizione, presentata oggi ad Ingolstadt (Germania), che introduce novità sotto il profilo estetico, tecnico e dell'equipaggiamento a bordo. Sarà in vendita dall'autunno 2016.

PIÙ SPIGOLI, STESSA SOSTANZA - La nuova Audi A5 Coupé mantiene linee esterne eleganti e di classe, ma guadagna qualche spigolo in più rispetto all'edizione uscente: il motivo ad onda sulla fiancata, ad esempio, risulta ora molto più accentuato. La mascherina anteriore viene posizionata qualche centimetro più in basso ed è più larga. Gli stilisti hanno lavorato in maniera da curare la parte aerodinamica, ottenendo un coefficiente di resistenza pari a 0.25: in questo modo, secondo l'Audi, è possibile ridurre i consumi e le emissioni di sostanze nocive, grazie ad un più efficace trattamento dei flussi dell'aria. Le luci anteriori e posteriori adottano la tecnologia led, anche di tipo 'intelligente': i fari anteriori Matrix, a matrice, regolano il fascio degli abbaglianti e non abbagliano chi proviene in senso opposto.

PERDE FINO A 60 KG - Un'altra grande novità dell'Audi A5 Coupé sta nell'utilizzo della base meccanica MLB Evo, la stessa della nuova A4, che assicura un risparmio dichiarato fino a 60 chili rispetto alla serie uscente. La trazione rimane anteriore o integrale quattro. Sulle varianti con motore quattro cilindri e cambio manuale viene proposta una variante aggiornata della trazione quattro, chiamata ultra, che secondo l'azienda fa diminuire i consumi rispetto alla classica trazione integrale di tipo permanente (che rimane cioè sempre in funzione). A richiesta si possono ordinare il sistema per regolare gli ammortizzatori in maniera attiva e il differenziale posteriore di tipo sportivo, che migliora la presa sull'asfalto in condizioni non ottimali e incrementa l'aderenza a terra. Lo sterzo può essere di tipo elettromeccanico oppure dinamico: il primo, di serie, rappresenta una novità assoluta per la A5 Coupé, mentre il secondo (optional) varia la risposta in relazione alla velocità e all'angolo di sterzata.

SEI MOTORI - Al momento del lancio dell'Audi A5 Coupé saranno disponibili due motori benzina e tre diesel, i cui valori di potenza oscillano fra 190 CV e 286 CV. Subito dopo sarà lanciata anche la versione sportiva S5, da 354 CV, che utilizza lo stesso benzina sei cilindri 3.0 della berlina S4. La casa dichiara per la S5 Coupé un'accelerazione 0-100 km/h in 4,7 secondi. L'utilizzo di soluzioni tecniche più moderne genera un sostanziale miglioramento in termini di consumi e emissioni: l'Audi parla di un calo rispettivamente fino al 17% e fino al 22%, grazie ai chili risparmiati ed alla maggiore efficienza dei nuovi motori. Le unità a quattro cilindri e il 3.0 TDI saranno abbinati al cambio manuale 6 rapporti o all'automatico doppia frizione S tronic, a 7 rapporti, mentre il diesel più prestazionale (286 CV) e l'Audi S5 verranno equipaggiate con l'automatico Tiptronic ad 8 marce, che utilizza la tecnologia con convertitore di coppia.

INTERNET ANCHE ALL'ESTERO - L'abitacolo dell'Audi A5 Coupé resta disegnato per quattro passeggeri e rimane molto ben rifinito, anche grazie alla presenza dello scenografico quadro strumenti digitale, già introdotto su numerose altre vetture dell'Audi e della Volkswagen: si chiama Audi Virtual Cockpit, misura 12,3 pollici e fornisce informazioni ampiamente personalizzabili. L'impianto multimediale MMI si avvale di uno schermo ampio 8,3 pollici e può essere comandato tramite una rotella sul tunnel centrale, che recepisce gli stessi comandi degli smartphone. L'Audi A5 Coupé è una fra le vetture dotate di un'evoluta scheda sim interna, utilizzabile in tutta Europa, che permette di utilizzare anche all'estero funzioni come ad esempio Google Maps. Il divano posteriore si può ripiegare grazie ad una leva e si fraziona nello schema 40:20:40, dando accesso ad un vano bagagli ampio un minimo di 465 litri.

SICUREZZA AL VERTICE - L'equipaggiamento in termini di sicurezza è molto ricco: l'Audi A5 Coupé potrà essere ordinata con il riconoscimento della segnaletica, con l'assistente al traffico trasversale, con l'avviso agli ostacoli e con il regolatore di velocità adattivo, che muove l'auto in maniera autonoma quando procede incolonnata a velocità medio/basse. L'Audi A5 Coupé sarà in vendita a partire dall'autunno (i prezzi verranno comunicati a ridosso del lancio) e offrirà di serie le luci diurne a led, i fari anteriori allo xeno, il monitor interno da 7 pollici, la connettività Bluetooth, il sistema multimediale MMI plus, il volante multifunzionale a tre razze ed il sistema d'illuminazione interno a led, che permette di regolare la luce su 30 sfumature diverse. A seguire arriveranno le varianti Cabriolet e berlina Sportback.

VIDEO
Audi A5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
113
59
54
33
51
VOTO MEDIO
3,5
3.48387
310


Aggiungi un commento
Ritratto di Yasnarrod
2 giugno 2016 - 22:22
Alta tecnologia, interni da paura .V6 con compressore 350cv .waw
Ritratto di Pierpaolo C
2 giugno 2016 - 23:07
Intendi "da paura" per quanto sono freddi e tristi? E' proprio la sensazione che ho provato guardandoli.
Ritratto di Yasnarrod
2 giugno 2016 - 23:32
Pierpaolo C , gli vedi tristi e freddi solo perché piove in questi giorni .
Ritratto di Pierpaolo C
2 giugno 2016 - 23:37
Il "sole" bisogna averlo dentro, e le auto tedesche non potranno mai averlo proprio perché TEDESCHE. Lo stile e l'appeal non si comprano ne si progettano, fanno parte di un DNA. Per esempio il fasciono intramontabile di una Ferrari o di un Alfa 4C. Poi tecnologicamente potranno essere pure valide, interni da aereo e sala giochi. Ma lo stile è un'altra cosa ed io parlavo di quella "paura".
Ritratto di Yasnarrod
3 giugno 2016 - 00:49
Ma perché le auto tedesche sono belle e anche classe , le Ferrari sono auto sportive care et durano 50000km altrimenti i costi per mantenerle sono alti .
Ritratto di v8sound
3 giugno 2016 - 01:25
Ha ragione Pierpaolo, per carità, gli interni saranno pure ben assemblati e costituiti con materiali di qualità, ma lo stile è altra cosa. Poi per il cliente medio di Audi, assiduo frequentatore della piazza per lo spriz, con i suoi ridicoli ed insulsi risvoltini nei pantaloni fin sopra le caviglie, capisco che lo stile è qualcosa di diverso da come lo concepisco io.
Ritratto di Pierpaolo C
3 giugno 2016 - 09:44
Infatti. Audi è uno status per i vipettini.
Ritratto di lordpba
3 giugno 2016 - 11:03
7
in Italia si, AUDI vende piu' che altro perche' sono care. Se costassero meno venderebbero meno. Paradossale ma ha un fondo di verita'. Io non ho mai capito i prezzi alti di AUDI, prodotte in ungheria, motori normali, pieni di tecnologia che oggi costa pochissimo (India, china, viene tutto da li'). BMW\MERCEDES costano molto ma c'e' un perche'.
Ritratto di Fr4ncesco
3 giugno 2016 - 11:51
Tra l'altro un quadro analogico dovrebbe costare di più. Un tablet quanto può costare, non so, alla Samsung? Tra l'altro non è nemmeno touch, quindi anche più basico (il confronto è solo per la definizione e la velocità). E poi, essendo un prodotto di elettronica sarà sicuramente Made in China.
Ritratto di Fr4ncesco
3 giugno 2016 - 12:22
Ovviamente mi riferisco al quadro strumenti. Il cockpit digitale è sicuramente scenico, ma dalla dubbia efficacia e valore.
Pagine