NEWS

Audi Q8: forme da suv, grinta da sportiva

5 giugno 2018

L’Audi presenta la Q8, la sua prima suv dalle forme sportive: è basata sulla Q7, ma con linee più grintose e decise.

Audi Q8: forme da suv, grinta da sportiva

ORA CI SONO ANCH’IO - Il successo di auto come la BMW X6 e la Mercedes GLE Coupé non poteva passare inosservato dalla parti di Ingolstadt e, seppure con un certo ritardo rispetto alle rivali, l’Audi presenta oggi la sua Q8. La ricetta è simile: realizzate una vettura dalle forme accattivanti, con caratteristiche da suv, dimensioni imponenti, linea filante che si ispira a quella delle coupé, un abitacolo comodo e lussuoso e grande versatilità di utilizzo. Il risultato è l’Audi Q8, che abbiamo potuto osservare in anteprima durante una visita presso il centro stile della casa. La nuova suv tedesca sarà ordinabile già a partire da luglio 2018 in Germania. 

FRONTALE GRINTOSO - L’Audi Q8 non fa nulla per nascondere gli ingombri esterni (misura 499 cm in lunghezza, 200 cm in larghezza e 171 cm in altezza) e la grossa mascherina anteriore la fa sembrare ancora più larga e cattiva di quello che è. L'impressione viene confermata da altri dettagli, come ad esempio le enormi prese d'aria nel fascione e il disegno dei fari a led, che allargano visivamente il frontale e gli trasmettono una sensazione di maggior grinta. La mascherina ha un bordo più spesso rispetto alle altre Audi e verrà ripresa da tutte le nuove suv della casa tedesca, che avranno un look nettamente differenziato delle berline e coupé. Nella vista di lato spiccano lo spesso e inclinato montante posteriore del tetto e le enormi ruote in lega, che sono da 20" fin dal primo livello di allestimento (arrivano fino a 22"). I fanali posteriori ricalcano quelli già visti su alcune fra le Audi più recenti (a partire dall'ammiraglia A8) e sono uniti da una luce a led, che mette in evidenza lo spigolo sul portellone. 

MECCANICA IN COMUNE - La carrozzeria dell’Audi Q8 è stata realizzata per vestire la piattaforma a motore longitudinale MLB Evo, la stesso già utilizzata per tutte le suv grandi del gruppo Volkswagen (Audi Q7, Bentley Bentayga, Lamborghini Urus, Porsche Cayenne e Volkswagen Touareg). Il 14,4% della sua struttura è in metallo ad alta resistenza, mentre le portiere e il portellone sono in alluminio. Questi accorgimenti però riescono solo in parte a contenere il peso complessivo dell'auto: la casa tedesca dichiara infatti 2.145 kg per la versione dotata del motore 3.0 TDI. Gli stilisti della casa tedesca hanno sfruttato appieno la generosa distanza fra le ruote anteriori e posteriori (299 cm) e ricavato un abitacolo molto arioso, dove l'agio non manca nemmeno per il passeggero posteriore centrale, anche se l'ingombrante tunnel per la trasmissione limita lo spazio per i piedi. All'interno sono disponibili i sedili sportivi con il poggiatesta integrato, tre diversi tipi di pellame per i sedili e rifiniture in legno o metallo. Optional il divano posteriore scorrevole.

NON MANCA NULLA - Come abitudine la casa tedesca ha curato molto l’aspetto tecnologico, quindi sull’Audi Q8 troviamo fari a led in grado di spegnersi selettivamente per non abbagliare chi proviene in direzione opposta, le sospensioni con molle ad aria (di serie i più semplici ammortizzatori regolabili), le ruote posteriori sterzanti. Nell’abitacolo troviamo tre schermi: quello di fronte al guidatore di 12,3, quello di 10,1" del sistema multimediale e, subito sotto, quello di 8,6" che consente di gestire la climatizzazione, le funzioni comfort e l’immissione dei testi. Non mancano poi il navigatore connesso ad internet, il sistema di visione notturna e tutti i più moderni dispositivi di assistenza alla guida, come la frenata automatica d'emergenza o il regolatore di velocità adattivo con riconoscimento dei limiti di velocità nella segnaletica. Per ora, l'unico motore previsto sull’Audi Q8 è il V6 3.0 a gasolio della versione 50 TDI, con 286 CV, che secondo il costruttore tedesco consente alla suv uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e una velocità massima di 232 km/h.

HA L'IBRIDO LEGGERO - Sull’Audi Q8 50 TDI è previsto di serie il cosiddetto sistema mild hybrid con batteria agli ioni di litio a 48 Volt, composto da un piccolo motore elettrico al posto di alternatore e motorino d’avviamento, che aiuta il motore a gasolio in determinate situazioni per ridurre i consumi e aumentare il comfort. Grazie ad esso la Q8 può avanzare per inerzia a velocità comprese tra 55 e 160 km/h e spegnere il motore già a 22 km/h, così da ridurre i consumi ad esempio quando c’è un semaforo rosso in lontananza. Nelle ripartenze il riavvio del motore è istantaneo e senza sussulti. In fase di decelerazione il motore elettrico garantisce potenze di recupero fino a 12 kW (16 CV), che si traducono in un risparmio fino a 0,7 litri di carburante ogni 100 km. Il cambio è automatico a 8 marce. Nei primi mesi del 2019 verranno lanciati il diesel 3.0 TDI da 231 CV (Q8 45 TDI) e il benzina 3.0 TFSI da 340 CV (Q8 55 TFSI).

VIDEO
loading.......
Audi Q8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
13
10
10
18
17
VOTO MEDIO
2,8
2.764705
68
Aggiungi un commento
Ritratto di Thresher3253
5 giugno 2018 - 14:10
Ma quel frontale é prima o dopo i crash test?
Ritratto di marcoss
6 giugno 2018 - 15:38
cavolo se è bella!!! altrochè quello sgorbio mostruoso della nuova X5!!!
Ritratto di xtom
15 giugno 2018 - 14:03
Ma poi la faranno anche di dimensioni normali? Perché questo è un pazer enorme. Faranno in scala la Q6 e la Q4.
Ritratto di TheBartman
7 giugno 2018 - 09:10
Ovviamente è pre-crash test.
Ritratto di grande_punto
5 giugno 2018 - 14:10
3
Dalle prime immagini non mi convinceva del tutto... Ora invece la trovo bella.
Ritratto di dottorstrange
5 giugno 2018 - 21:51
Io la trovo piuttosto agghiacciante... il posteriore poi sembra uscito dagli anni '70. Boh, mi sembrano impazziti in Audi/VW. Il design delle ultime uscite è nato proprio stanco.
Ritratto di MAXTONE
5 giugno 2018 - 22:54
Non toccarmi gli anni 70: È il decennio delle bellissime Manta A e B.
Ritratto di grande_punto
6 giugno 2018 - 07:29
3
Non è stupenda, ma di sicuro meglio di quella schifezza del Q7.
Ritratto di AMG
6 giugno 2018 - 10:32
Anche secondo me ricorda qualcosa di vintage anni 70, tuttavia non la trovo una cosa negativa. Infatti negli anni 70 le auto avevano un bel design e comunque questa coda mi garba, semmai è il frontale che non si può vedere. Auto eleganti e tecnologiche con linee vintage per me non sarebbero affatto un problema! Anzi risolleverebbero le sorti di alcuni design moderni tanto scontati e banali
Ritratto di Rik-dmc12
5 giugno 2018 - 14:14
Il primo suv con le occhiaie
Pagine