NEWS

Auto usate: il 2018 un anno positivo

22 marzo 2019

Nel 2018 sono aumentati il volume d’affari e i passaggi di proprietà, per un volume d’affari complessivo di 21,6 miliardi.

Auto usate: il 2018 un anno positivo

IL MERCATO HA TENUTO - In controtendenza rispetto alle vendite di auto nuove, negative nel 2018, il mercato delle automobili usate si dimostra in “salute” e fa registrare un incremento fra 2017 e 2018: l’anno scorso in Italia sono state scambiate 5.567.570 auto usate, contro le 5.337.851 dell’anno precedente (il 4,3% in più). Ciò equivale ad un giro d’affari pari a 21,6 miliardi di euro, in aumento del 10,1% rispetto ai 19,7 miliardi del 2017, per una media di circa 7.100 euro ad auto. Lo dicono i numeri elaborati dal Centro Studi dall’Unrae, l’associazione delle case estere in Italia, che ha riscontrato un aumento sia dei passaggi di proprietà (3.043.577, il 4,0% in più) che delle minivolture, i passaggi di proprietà temporanei che effettuano gli autosaloni in attesa di vendere l’auto ad un cliente: sono stati 2.523.993, il 4,6% in più. Il prezzo medio delle auto oggetto di passaggio di proprietà si colloca intorno ai 7.100 euro.

UN MERCATO DI VECCHIETTE - Se si guarda all’anzianità delle vetture oggetto di passaggio di proprietà nel 2018, le cosiddette chilometri zero, cioè le vetture immatricolate nuove dalle concessionarie e poi rivendute ai privati, si collocano al 13,2% del totale. In aumento anche quelle di 1-2 anni, che costituiscono il 6,7%, e quelle da 2 a 4 anni che si collocano al 10% del mercato. Le vetture più anziane, quelle con oltre 10 anni, raggiungono il 42,5% del totale. Quelle con anzianità da 4 a 10 anni complessivamente copre il 27,6% del mercato dell’usato. Nell’insieme, l’anzianità media delle vetture oggetto di passaggio di proprietà è stata di 8 anni e 11 mesi.



Aggiungi un commento
Ritratto di Renee
22 marzo 2019 - 11:50
Gallina vecchia fa buon brodo
Ritratto di otttoz
22 marzo 2019 - 14:57
spesso è una scelta obbligata visti gli esosi listini del nuovo...
Ritratto di Alfiere
22 marzo 2019 - 16:17
1
Un privato perde comunque il 22% e piu appena varcata la soglia del concessionario, quindi perchè non andare sul km0 dato che comunque "puzza" di nuovo? e se vai sul dimostrativo / aziendale di passeggio con 10-15k ci risparmi anche di più.
Ritratto di Asburgico
22 marzo 2019 - 17:26
Esatto, appena comprata si svaluta del 25% almeno
Ritratto di Probos
22 marzo 2019 - 22:16
La vera ecologia è comprare usato ed allungare il ciclo di vita delle auto invece che comprare il nuovo che avanza più inquinante del vecchio.
Ritratto di Roomy79
24 marzo 2019 - 08:04
1
Con la situazione politica e sociale attuale, lavori precari e part-time da 600 € al mese come si fa a pretendere che giovani o pensionati al minimo comprino auto nuove euro 6...ovvio che si va su auto decennali, magari tenute in maniera decente.
Ritratto di Probos
24 marzo 2019 - 21:26
E tutto ciò non è necessariamente un male
Ritratto di 19andrea81
24 marzo 2019 - 08:02
Il passaggio di proprietà però è un furto .....