NEWS

Auto usate: i numeri di ottobre 2018

7 novembre 2018

Il mercato dell’usato è in crescita e vale il doppio delle immatricolazioni di auto nuove. In aumento il numero di radiazioni.

Auto usate: i numeri di ottobre 2018

IL MERCATO DELL’USATO - Secondo i dati elaborati dall’ACI, il mercato dell’usato relativo alle automobili in Italia ha fatto registrare un aumento consistente: i passaggi di proprietà sono stati 307.910 con un incremento, nel mese di ottobre 2018, dell’8,8%. Questi dati vanno in controtendenza con quelli relativi alle immatricolazioni di auto nuove: per ogni 100 vetture nuove ne sono state vendute 207 di seconda mano. Da gennaio ad ottobre 2018, il mercato dell’usato ha visto un incremento del 5,3% per le auto e del 3,5% per i veicoli in generale.

I DIESEL DIMINUISCONO - Per quanto riguarda le auto equipaggiate con propulsore a gasolio, il trend delle prime immatricolazioni è in continua diminuzione: rispetto al mese di ottobre 2017 è stata registrata una flessione del 27,5% e un volume di vendite totali sceso dal 55,6% al 43,2%. Guardando al mercato dell’usato, i dati risultano in controtendenza: il numero di passaggi di proprietà è salito del 9,7%. Le ragioni sono da ricondurre anche all’introduzione delle misure antismog intraprese da diverse regioni d’Italia; Attualmente, le auto a gasolio circolanti in Italia sono circa 16.900.000.

LE RADIAZIONI - Positivi i dati sulle radiazioni: da gennaio a ottobre 2018 sono aumentate del 7% per le autovetture, del 7,3% per i veicoli in generale. Anche in riferimento al mese di ottobre, il trend è positivo: per quanto riguarda le automobili, è stato registrato un incremento del 12,7%, mentre per i motocicli l’aumento è del 12,1%. Per 100 nuove immatricolazioni di auto nuove ne sono state radiate 93, con un tasso unitario di sostituzione dello 0,93%. 

Aggiungi un commento
Ritratto di zero
7 novembre 2018 - 19:54
11
Credo che i passaggi di proprietà di auto a gasolio avranno prossimamente incrementi anche maggiori del 9,7% registrato: a) per l'ubriacatura di diesel che ha caratterizzato la gamma modelli di pressoché tutti i costruttori nei primi quindici anni di questo secolo; b) perché chi abita in quei luoghi in cui le amministrazioni hanno intrapreso queste "sacre crociate" contro il diesel sarà sempre più invogliato a dar via le proprie auto a gasolio, che saranno sempre più svalutate e sempre più invendibili: ne beneficeranno gli acquirenti residenti in aree non ancora raggiunte da questa caccia alle streghe.