NEWS

Le auto più “sporche” secondo Forbes

30 novembre 2011

La rivista americana ha stilato una classifica delle auto più inquinanti degli Stati Uniti: tra le suv al primo posto c’è la BMW X5 M.

UN IMPORTANTE PASSO AVANTI - L’inquinamento atmosferico dovuto all’emissione di gas nocivi dagli scarichi delle auto è un tema quanto mai attuale. Le case stanno correndo ai ripari, attraverso lo studio di auto a basso impatto ambientale, come le ibride e le elettriche, e i governi (anche in Italia) hanno compiuto scelte importanti per limitare la circolazione di auto inquinanti. Lo riconosce anche la famosa rivista americana Forbes, che in una recente ricerca sulle auto più “sporche” d’America, afferma che per la prima volta dal 1975 le emissioni di gas di scarico sono diminuite negli Stati Uniti, anche grazie alla maggiore efficienza dei motori e all’attenzione ai consumi da parte degli automobilisti. E questa tendenza positiva, secondo l’autorevole magazine americano, sembra destinata a proseguire anche nel prossimo futuro.

bmw_x5_m.jpg

NIENTE AUTO “ESOTICHE” - Ma veniamo alla classifica stilata da Forbes delle auto più inquinanti in circolazione negli Stati Uniti. Analizzando i dati riportati negli studi sull’inquinamento da gas di scarico di due importanti società (la NHTSA, National Highway Traffic Safety Administration, e la EPA, Environmental Protection Agency), la rivista ha stilato un elenco di auto, divise per categoria e ordinate secondo la quantità di CO2 emessa. Dalla lista sono state escluse le macchine poco rappresentative (come la Bugatti Veyron), perché vendute in piccole quantità e raramente utilizzate per lunghi tragitti.

Maserati quattroporte sport gt s awards edition
La Maserati Quattroporte, qui nella versione Sport GT S Awards Edition.


LA POTENZA INQUINA
- Ipotizzando una percorrenza annua di 15.000 miglia (poco più di 24.000 km), dei quali il 55% in città e il 45% nel ciclo extraurbano, è risultato che la BMW X5 M (nelle due foto in alto), con i suoi 555 cavalli è l’auto più “sporca” nella categoria suv, seguita dalla Cadillac CTS Station Wagon 6.8 V8 automatica, da ben 564 cavalli (per le famigliari) e dalla Dodge Challenger SRT8 (“Midsize cars”, quelle che in America vengono considerate “medie”). Quindi troviamo la Maserati Quattroporte automatica (berline grandi); poi la Mercedes C300 4MAtic (nella categoria “Small cars”!); tra i pick up il gigantesco Nissan Titan, anch’esso equipaggiato con un poderoso V8 a benzina; per le monovolume la Toyota Senna V6 a benzina.

Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
30 novembre 2011 - 16:50
2
dico: ma a che servono auto da 6.0 di cilindrata quando con le stesse misure si possono avere 1.8/2.0??? Una Spark è venduta con un 1.6!?!, una Cruze con un 2.2, una Fiesta ha un 2.0... le stesse auto in Europa, le cilindrate delle medesime le conoscete bene...
Ritratto di mustang89
30 novembre 2011 - 18:14
Semplice, con cilindrate alte, a parità di potenza, si ottengono motori economici da produrre e duraturi. I consumi non sono mai stati presi in considerazione visti i prezzi della benzina.
Ritratto di Gipo
30 novembre 2011 - 18:52
Per loro è esattamente questo il punto; qui da noi chi "schiaccia" con una X5 M si brucia biglietti da 50 a iosa, da loro, a parte il prezzo d'acquisto, in termini di consumi sarabbero in molti a potersela permettere (senza contare ovviamente il suberbollo oltre i 300 cv).
Ritratto di Big Lune V6
2 dicembre 2011 - 18:25
1
... non sono poi così terribili se escludiamo i V8 supercharged e i Suv come Hummer H2 Lincoln Navigator e Caddy Escalade! Io ad esempio con il mio V6 arrivo anche a 12km/l in autostrada con una media di 110-120 km/h (in città invece, specie se c'è traffico, sono dolori)
Ritratto di mustang54
3 dicembre 2011 - 09:27
2
...
Ritratto di Big Lune V6
3 dicembre 2011 - 09:54
1
Per la precisione una Mustang Covertible 4.0 V6 del 2005.
Ritratto di mustang54
3 dicembre 2011 - 10:47
2
me la devi far vedere o non dormo la notte :)
Ritratto di Big Lune V6
3 dicembre 2011 - 11:20
1
Sono perlopiù foto modificate con photoshop che ho postato per alcuni amici di un forum: http://img703.imageshack.us/img703/6668/must1.png http://image.forumcommunity.it/5/7/8/2/8/4/6/1300225294.jpg https://fbcdn-sphotos-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/205524_137175676355157_100001881769155_238326_3930566_n.jpg https://fbcdn-sphotos-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/197872_137179046354820_100001881769155_238335_788712_n.jpg
Ritratto di GL91
30 novembre 2011 - 19:05
A parte il solito discorso del prezzo delle spese di gestione nettamente più basse, è anche il loro stile di guida ad essere diverso, in quanto preferiscono auto sempre pronte a tirare, sia in basso che in alto, con erogazioni potenti e omogenee, per questo scelgono cilindrate più grandi. Sebbene oggi anche loro si stanno rendendo conto che questi risultati si possono ottenere anche con cubature molto più piccole. P.s. non per essere pignoli, ma nessuna delle auto da te citate monta i motori che hai detto: la Spark ha un 1.2, la Cruze un 1.4 e la Fiesta un 1.6.
Ritratto di volvo96
30 novembre 2011 - 21:39
si ma le auto vendute da noi hanno un 1.2 la spark , 1.4 la cruze e la fiesta un 1.6 in america la spark ha un 1.6 , la cruze un 1.8 e la fiesta un 2.0 ma nn da noi . in america
Pagine