NEWS

Bloodhound SSC: primo passo verso i 1600 km/h

27 ottobre 2017

Primo test in pista fino a circa 320 km/h per il razzo su ruote che nel 2020 tenterà di raggiungere il record di velocità di 1600 km/h.

Bloodhound SSC: primo passo verso i 1600 km/h

TEST RIUSCITO - C’è un’auto al mondo per cui l’espressione “va come un missile” appare del tutto calzante: è il Bloodhound SSC, una sorta di razzo a quattro ruote messo a punto con il preciso obiettivo di raggiungere le 1.000 miglia orarie (circa 1.600 km/h) e stabilire così il nuovo primato di velocità su terra. La squadra internazionale che sta portando avanti lo sviluppo del Bloodhound SSC ha in programma di ottenere il record fra 3 anni, al termine di un’estenuante processo di sviluppo, in cui la ricerca delle massime prestazioni non deve mettere a repentaglio la vita di Andy Green, l’ex pilota dell’Aeronautica britannica specializzato in imprese del genere detentore del record odierno (1227.99 km/h con il Thrust SSC nel 1997). I primi test sembrano incoraggianti: ieri il Bloodhound SSC ha ultimato con successo una prima dimostrazione, raggiungendo le 200 miglia orarie (320 km/h) sulla pista dell’aeroporto di Newquay (video qui sotto).

UN RAZZO COME MOTORE - I tecnici dovevano accertarsi in particolare che il veicolo rispondesse ai comandi e trasmettesse una serie di informazioni. Nel corso del test è stato messo alla prova anche il motore a reazione della Rolls-Royce, derivato da quello del jet militare Eurofighter Typhoon, uno dei tre che aiuteranno il Blooundhound SSC a raggiungere la velocità prevista: il motore a reazione si accende alla partenza e si disattiva una volta superate le 300 miglia orarie (480 km/h), quando entra in funzione un razzo a propellente costruito su misura che darà la spinta all’auto per farle raggiungere i 1.600 km/h. Il terzo motore è un V8 sovralimentato della Jaguar, incaricato di azionare la pompa di alimentazione del razzo. La squadra di sviluppo ha organizzato un nuovo test il prossimo anno, in cui verranno raggiunte le 600 miglia orarie e che farà da preludio alla simulazione del 2019, quando l’obiettivo di velocità sono le 800 miglia orarie.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
27 ottobre 2017 - 19:03
È tutto pazzesco, sono imprese umane memorabile queste!
Ritratto di Agl75
27 ottobre 2017 - 20:00
Spettacolare impresa anche se mi sfugge il senso pratico
Ritratto di Prrrrr
29 ottobre 2017 - 15:52
Sfugge anche a me, veramente inutile come cosa. Detto questo, se rimaniamo in campo Record, molti di questi sono veramente stupidi e senza senso. Questo specifico, è anche terribilmente costoso, oltre che RISCHIOSO...veramente fenomenali.
Ritratto di Fr4ncesco
29 ottobre 2017 - 19:09
Servono ad andare oltre i limiti fisici umani trovando poi riscontro in altri ambiti più pratici. Lo sviluppo del mezzo e gli studi condotti non sono fini a se stessi ma incrementeranno le conoscenze in materia. Più o meno la storia del dito che punta il cielo, non soffermiamoci sul dito.
Ritratto di maxstilo
27 ottobre 2017 - 20:16
Non capisco una cosa......Geely è proprietaria di Volvo, Lotus, Mg, Pirelli e parte di Citroen/Peugeot. Mettere nella stessa scocca il marchio Geely e Rolls Royce mi sembra assurdo dopo che la Geely ha costruito la GE cioè la brutta copia della Phantom.
Ritratto di Xadren
28 ottobre 2017 - 11:10
1
In che senso? L'azienda aeronautica Rolls-Royce non ha nulla a che fare con quella automobilistica da decenni.
Ritratto di maxstilo
28 ottobre 2017 - 13:56
Sì hai ragione, dal 1973 Rolls-Royce motors e Rolls-Royce plc sono gruppi divisi. Il mio ragionamento è sul fatto che Bmw, proprietaria della divisione auto, ha acquistato da Rolls-Royce plc la licenza del marchio RR, per 40 milioni di sterline, per poi vedere sulla stessa scocca i marchi RR e Geely vicini. L'assurdo secondo me è questo.
Ritratto di Xadren
28 ottobre 2017 - 14:19
1
Sì, lo capisco. Ma in fondo - secondo me - le grandi aziende hanno tanti accordi fra loro e mantengono sempre i contatti anche se magari ogni tanto qualcuna fa uno sgarro all'altra. Geely poi si sta ampliando incredibilmente negli ultimi anni, tra Volvo, Lotus, LEVC, ecc.
Ritratto di neuro
28 ottobre 2017 - 07:36
era in prima marcia.
Ritratto di Fr4ncesco
28 ottobre 2017 - 10:53
Hanno ancora 3 anni poi il razzo darà un boost pazzesco.
Pagine