NEWS

La BMW i8 esce di produzione

Pubblicato 12 marzo 2020

Ad aprile 2020 saranno costruiti gli ultimi esemplari della i8, la prima supercar ibrida della BMW. Non sarà sostituita da un'erede diretta.

La BMW i8 esce di produzione

LA PRIMA PLUG-IN - Sei anni dopo l’arrivo sul mercato, ad aprile 2020 uscirà di produzione la supercar ibrida BMW i8. Questo modello, venduto in oltre 20.000 esemplari con carrozzeria Coupé e Roadster (dal 2017), è già entrato nella storia della casa tedesca, grazie al suo sistema ibrido con batterie ricaricabili: è stata la prima BMW ad averlo, nonché una fra le prime sportive “bimotore” in assoluto. L’ibrido si compone di un 3 cilindri 1.5 turbo a benzina da ben 231 CV, scaricati a terra dalle ruote posteriori, e di un motore elettrico da 131 CV, che invece dà trazione a quelle davanti. Il motore elettrico è alimentato da batterie agli ioni di litio, maggiorate nel 2017 dagli iniziali 7,1 kWh di capacità a 11,6 kWh: la i8 può marciare in elettrico per 55 km. Il cambio è automatico a 6 marce.

CARBONIO E ALLUMINIO - La BMW i8 dispone complessivamente di 374 CV e ha prestazioni di buon livello, come dimostrano lo ‘0-100’ di 4,4 secondi e la velocità massima limitata elettronicamente a 250 km/h, complice il peso relativamente contenuto per un’auto ibrida lunga 469 cm: pesa meno di 1.500 kg e ha un’ideale distribuzione delle masse, ripartite al 50:50 fra i due assi delle ruote, a vantaggio delle doti di guida (le batterie sono collocate al centro dell’auto). Ai fini della riduzione del peso è stato fondamentale l’utilizzo di un raffinato pianale in materiali compositi, che rappresenta il vero fiore all’occhiello della i8: la cellula centrale è costruita in CFRP, ovvero plastiche rinforzate con fibra di carbonio, mentre i telaietti ausiliari sono in alluminio.

NON PASSA INOSSERVATA - Oltre al sistema ibrido e all’evoluta base costruttiva, la BMW i8 si è contraddistinta anche per la sua carrozzeria aerodinamica e con tanti elaborati dettagli, ispirata al prototipo Vision EfficientDynamics del 2009: ha sfuggenti fari anteriori (è stata fra le prime auto con luci abbaglianti laser), montanti posteriori che sembrano poggiare sui passaruota posteriori e portiere apribili verso l’alto. Il risultato sono un look futuribile e una distintiva personalità, più marcata di tutte le supercar del periodo.

SARÀ ELETTRICA? - Stando alle indiscrezioni, la BMW i8 dovrebbe avere un’erede, anche se non prima del 2023 e sarà elettrica anziché ibrida: potrebbe adottare due motori sull’asse posteriore, per una potenza ben superiore alla generazione in via di pensionamento (si parla di circa 700 CV). Sempre secondo le prime voci, la nuova i8 potrebbe adottare una specifica versione del pianale destinato alla crossover iNext.

BMW i8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
208
66
26
19
36
VOTO MEDIO
4,1
4.10141
355




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
12 marzo 2020 - 17:02
Difficile dire se sia un flop o no con 20.000 esmplari in 6 anni nel globo terracqueo, però è un'auto affascinante quanto la Audi R8 che anch'essa non avrà eredi. Alla fine le supercar MC sanno farle solo certi e non in Germania.
Ritratto di Blablabla
12 marzo 2020 - 17:26
GRANDE MACCHINA.
Ritratto di padoin
12 marzo 2020 - 17:49
lascia un senso di incompiuto.. una linea fantastica ma evidentemente le mediocri qualità dinamiche (considerando il tipo di vettura) non l hanno trasformata in un successo. motore cambio dell' M4 e gomme adeguate avrebbero sortito ben altro effetto
Ritratto di lucaconcio
12 marzo 2020 - 17:55
2
Peccato. A me è sempre piaciuta, sia la vettura in sé sia il "concetto". Ho anche avuto modo di provarla a un evento BMW. Forse i pneumatici un po' troppo stretti (ma fanno parte del "concetto" di efficienza). E poi è esente dal superbollo
Ritratto di Fdet_
12 marzo 2020 - 18:53
Peccato veramente, anche se ho sempre avuto l'impressione di una potenziale super car, ma castrata. Motori e potenze non eccezionali, che di fatto non l'hanno mai collocata come vera avversaria di una R8, magari. Ha fatto segmento a parte, linea originale, personalmente la ritengo affascinante, ma forse neanche in BMW ci hanno creduto più di tanto.
Ritratto di v8sound
12 marzo 2020 - 19:06
Non so se sia più sbagliata la linea o la tecnologia motoristica (per il tipo di vettura), secondo me entrambe le cose... Non so se sia propriamente un flop, presumo di si ma non conosco gli obbiettivi che la casa si prefisso'. Interessante notare quante (in relazione alle prodotte) siano proposte in vendita anche con chilometraggi bassissimi. Vista solo una per strada, ovviamente con gli adesivi del concessionario sulle portiere, qualcuna ad eventi tipo fiere dell'elettrotecnica. Il fatto che, forse, verrà sostituita da una completamente EV non significa nulla, classica dichiarazione in voga di questi tempi.
Ritratto di Giuliopedrali
12 marzo 2020 - 20:39
La linea non era un granchè.
Ritratto di v8sound
12 marzo 2020 - 21:49
Voleva essere diversa dalle altre anche esteticamente e lo è. A qualcuno piace, a me no.
Ritratto di Scatnpuz
12 marzo 2020 - 19:37
Le supercar devo essere a benzina! Turbo, biturbo o aspirato di grossa cubatura! Ma deve fare brum brum!
Ritratto di Citroen DS 23
12 marzo 2020 - 21:56
Tempo fa ce l'aveva il riccone del paese. Era impossibile non voltarsi quando apriva le portiere verso il cielo e si calava dentro quell'abitacolo. Poi adesso invece è circa un anno che non la vedo più. Peccato
Pagine