BMW Serie 7: usa il carbonio

18 settembre 2015

Più elettronica e meno peso per la nuova BMW Serie 7, che compie un consistente salto tecnologico: c’è anche un’ibrida ricaricabile di tipo plug-in.

BMW Serie 7: usa il carbonio
DOPPIA TAGLIA - La sesta generazione della BMW Serie 7, già in produzione nella fabbrica di Dingolfing, si presenta al Salone di Francoforte all’apparenza simile alle generazione appena sostituita: le linee vengono affinate (e arricchite di elementi cromati, specie sulla fiancata) ma non certo stravolte, e neppure le dimensioni cambiano molto, con 510 di lunghezza per la versione normale e 524 per la L a passo allungato. Già fissato il listino per l’Italia: si parte da 88.800 euro per arrivare a 121.000.
 
CARBON MIX - La scocca Carbon Core è la novità di maggior rilievo: oltre al carbonio richiamato dal nome, è composta anche da acciai ad alta resistenza, alluminio e a materiali plastici: la BMW promette una diminuzione del peso fino a 130 kg a parità di versione, oltre a una maggiore rigidità torsionale rispetto alla Serie 7 precedente. L’evoluzione tecnica è evidente anche nelle sospensioni, che sono pneumatiche a controllo elettronico, accoppiate a un sistema di sterzatura anche sull'asse posteriore (disponibile anche sulle versioni xDrive a trazione integrale). Al rollio in curva pensa il sistema Executive Drive Pro, che aziona le barre elettroattuate e regola lo smorzamento degli ammortizzatori in base alle condizioni del fondo stradale. A contorno, è stata aggiunta anche una nuova modalità di guida chiamata Adaptive.
 
 
ELETTRONICA A PROFUSIONE - Molteplici i sistemi elettronici relativi a comfort, funzionalità e sistemi di assistenza alla guida della BMW Serie 7. Il sistema multimediale iDrive della BMW Serie 7 supporta ora i comandi tattili e gestuali, che integrano la confermata manopola girevole. Sulla console centrale è presente una stazione di ricarica senza fili per gli smartphone che supportano questa caratteristica. Il sistema Driving Assistant Plus comprende l'assistenza al controllo della traiettoria, con sensori di presenza collegati al sistema di prevenzione dalla collisione per elementi laterali, posteriori e trasversali; la guida assistita in colonna viene estesa anche al traffico extraurbano, impostando mediante un pulsante la velocità secondo i limiti “letti” dai segnali stradali. Stando alla BMW, la Serie 7 è la prima auto di serie capace di entrare e uscire da parcheggi trasversali e garage senza la presenza del guidatore al volante: la funzione viene comandata da una chiave con schermo incorporato, e la distanza massima ammessa senza passeggeri è di circa 7,5 metri, pari al 150% della lunghezza del veicolo.
 
ANCHE IBRIDA - Al debutto sono previsti due motori a benzina: la 740i e 740Li adottano il sei cilindri in linea 3.0 da 326 CV e 450 Nm; le 750i xDrive e 750Li xDrive il 4.4 V8 da 450 CV e 650 Nm. A gasolio, per ora, l'unico motore è il 3.0 con 6 cilindri in linea, 265 CV e ben 620 Nm di coppia, che dà vita alle versioni 730d, 730Ld, 730d xDrive e 730Ld xDrive. Per tutte, cambio automatico Steptronic. La novità è l'ibrida di tipo plug-in, chiamata 740e: il motore termico è il 2.0 TwinPower turbocompresso da 258 CV, collegato a un motore elettrico da 95 e a un pack batterie agli ioni di litio; i CV complessivi sono 326 con una percorrenza di 48 km/litro dichiarata e 40 km di autonomia in modalità solo elettrica.
VIDEO
BMW Serie 7
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
90
55
19
6
29
VOTO MEDIO
3,9
3.859295
199


Aggiungi un commento
Ritratto di Corvette
18 settembre 2015 - 12:18
Bellissima, la regina di Francoforte.
Ritratto di M93
18 settembre 2015 - 12:31
BMW Serie 7 G11 - Molto bella, elegante e pulita, ma che non rinuncia a quel tocco dinamico tipico delle BMW. Il design è equilibrato e non troppo distante dal passato, ma le modifiche sottopelle sono consistenti e di primo livello.
Ritratto di william_riker
18 settembre 2015 - 12:32
Non c'è paragone tra questa è una meravigliosa Classe S (e lo dico da ex bimmer).
Ritratto di delfinod72
18 settembre 2015 - 14:59
10
Meglio la 7 della S, da quando hanno messo su tutte le versioni quell orribile muso con i buchi a rete nei paraurti al posto dei classici fendinebbia.
Ritratto di Strige
18 settembre 2015 - 19:40
Rispettando il tuo pensiero, ma come si fa ad essere ex bmwista? Presumo che ora tu sia alfista, ma come facevi ad essere prima bmwista. Cioè stiamo parlando di due mondi diversi, olio e acqua, juventus e Torino, Milan e Inter, Roma e Lazio. Un alfista non può mai essere un bmwista e un bmwista non potrà mai essere un alfista. Un mio amico di università è sempre stato alfista, anche quando l'alfa era in fondo al tunnel. Io sono bmwista, dico tranquillamente che la giulia è più bella della M4, ma l'm4 non si batte (e non si parla di tempo dul giro al nurb e via dicendo, ma di sensazioni). Ho più volte scritto bentornata alfa, ma se qualcuno mi regala la giulia, io la vendo e mi prendo una BMW :) così per curiosità, come mai ex? P.S. la mia è solo curiosità, lungi da me criticare la fede automobilistica di qualcuno ;)
Ritratto di Flavio Pancione
19 settembre 2015 - 13:42
7
Credo piuttosto sia impossibile essere ex "bmwista" perché oggi Alfa non ha nessuna auto a livello di una BMW, o meglio non ha auto in listino fin quando non iniziano le vendite della Giulia. Poi se si é alfisti a chiacchiere é un altro paio di maniche.
Ritratto di Claus90
18 settembre 2015 - 13:23
Uno yot su 4 ruote bel mezzo , mi immagino il vecchio alla guida che si perde nei vicoletti di un paesino o della città, con auto del genere impossibile girarla come un'utilitaria si impara a camminare in retromarcia.
Ritratto di Claus90
18 settembre 2015 - 19:33
Un panfilo, si può scrivere anche YOT o yacht,
Ritratto di puccipaolo
20 settembre 2015 - 11:21
5
Yacht ....chi di noi non ce lo ha? poi si capisce lo stesso
Ritratto di Flavio Pancione
18 settembre 2015 - 14:06
7
Molto bella, magari in veste più sportiva.
Pagine