BMW Vision iNext: carattere forte 

16 settembre 2018

Originale e ricco di personalità, il prototipo Vision iNext fa capire come sarà il modello di serie, alimentato da un motore elettrico, atteso nel 2021.

BMW Vision iNext: carattere forte 

STILE FORTE - È attesa nel 2021 la crossover elettrica della BMW, un modello dotato di evolute tecnologie di assistenza alla guida che farà parte della gamma BMW i (la stessa delle i3 e i8), quindi avrà linee molto personali e dettagli più estremi rispetto alle Serie 3 e Serie 5. La crossover è anticipata oggi dalla proposta di stile BMW Vision iNext, una vettura ricca di personalità che fa capire in quale direzione stanno lavorando i tecnici e gli stilisti della casa bavarese. Sull'auto di vendita troveremo ad esempio una grande mascherina anteriore, ispirata alla classica griglia delle BMW ma assai più alta e massiccia. La sua funzione non è soltanto estetica, come rivelato dalla casa, ma anche tecnica: dietro ad essa si trovano infatti i sensori per le tecnologie di assistenza alla guida.

VIA I PULSANTI - La BMW Vision iNext è dotata di portiere laterali che si aprono ad armadio (per facilitare l'accesso a bordo non c'è il montante del tetto centrale) e di particolari molto avanzati, come ad esempio i sottili fari anteriori, telecamere al posto degli specchietti retrovisori e portiere comandabili con lo sfioramento delle dita. Il tetto spiovente e il piccolo alettone posteriore danno slancio alla vista laterale. La casa tedesca non ha rivelato le dimensioni dell'auto, ma gli enormi cerchi di 24" fanno intuire che non sarà affatto piccola. L'interno è minimale, perché tutti i comandi si possono gestire con la voce o il tocco delle dita: il tunnel centrale in legno e il divano posteriore in tessuto nascondono infatti pulsanti touch. A bordo quindi non c'è più la manopola del sistema iDrive, che sulle BMW odierne permette di gestire il sistema multimediale.

GUIDA LEI - L'assenza di bottoni e rotelle è un'ipotesi che "stuzzica" gli stilisti della BMW, al lavoro su interni dal look accogliente e all'apparenza poco tecnologico, per richiamare il soggiorno di un'abitazione. È in questo senso che vanno intesi gli studi su superfici sensibili al tocco rivestite da legno o tessuto. Sulla BMW Vision iNext servono invece i comandi vocali per richiamare una delle due modalità di guida: nella Boost è il guidatore a controllare volante e pedali, mentre nella Ease subentra l'autopilota e il volante rientra nella plancia per liberare spazio a bordo. Dalla BMW per il momento non sono arrivate informazioni sul motore e le batterie.

VIDEO
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
16 settembre 2018 - 12:19
Ammazza che bruttezza, il frontale è esilarante. Dentro invece sembrano i mobili della nonna del 1970, con le foto dei nipoti sulla mensola. Spero che quella mascherina oscena resti alla larga dai modelli di serie, che BMW si sta da poco riprendendo col design.
Ritratto di opinionista
17 settembre 2018 - 12:49
2
Commento abbastanza inutile... a... la mascherina si chiama calandra.
Ritratto di Fr4ncesco
17 settembre 2018 - 14:48
Replica abbastanza inutile. Mascherina, calandra, fascia, sono sinonimi.
Ritratto di Boys
17 settembre 2018 - 20:42
1
Concordo con Francesco in genere...poi chi corregge di solito pensa di saperne di più...nella realtà... molto meno.
Ritratto di gjgg
16 settembre 2018 - 14:34
1
Come stile e soluzioni personalmente il periodo Bangle resta ineguagliato. Questa nuova futura se non avessi avuto risaputezza del marchio avrei scommesso decisamente per Citroen-Ds: fanali anteriori sottili, maniglie celate, non ultimo accenno di pinna in zona giunzione sportelli. Anche gli interni, con le dovute proporzioni, li vedrei rispecchiare la filosofia alla base della prima C4 Cactus. P.S. Spero poi, riferendomi in generale per tutti i marchi, non si andrà mai verso comandi o attivazioni di funzioni univocamente vocali, metti che un periodo si ha mal di gola e/o voce roca; e poi conosco in parecchi che spesse mattine voglia di parlare/dialogare proprio zero
Ritratto di gjgg
16 settembre 2018 - 14:43
1
Proprio questa estate fatto caso, diversi avvistamenti di 5er Bangle, a targa straniera spesso col classico cofanettone portabagagli sul tetto, necessariamente tutte berline. Assolutamente una linea ancora attualissima, veramente una evergreen di stile e piacevolezza
Ritratto di Giuliopedrali
17 settembre 2018 - 12:45
No lo stile di Bangle è insopportabile, almeno questo prototipo è bello nel posteriore.
Ritratto di Alfiere
16 settembre 2018 - 21:01
1
Il periodo dei "carriarmati" ineguagliabile...Non so che commentare!
Ritratto di probus78
16 settembre 2018 - 15:12
Un concept dovrebbe sondare il terreno per capire se le soluzioni, soprattutto estetiche, sono apprezzate e possono venir riproposte più o meno sulle produzioni di serie. Qui mi sembra sia stato bocciato in modo pressoché unanime il possibile nuovo frontale. Ci può stare la ricerca di originalità in un momento in cui le auto sembrano tutte uguali...ma qui davvero abbiamo travalicato al di fuori del buon gusto... Umano. Poi magari Predator apprezzerà...
Ritratto di Epigrams
16 settembre 2018 - 16:49
Sisi caduta di BMW come no, infatti le BMW M8 Gran Coupé, o le BMW M5 Competition, o le BMW M4 GTS, o le BMW M2 Competition o le BMW i8, o le BMW M760i V12 sono proprio tutte terribili, che brutta fine che ha fatto BMW, proprio vero, come no, ma solo x la volpe che non arriva all'uva
Pagine