NEWS

Bollo auto: l’esenzione è competenza delle Regioni 

21 maggio 2019

La Corte Costituzionale ha confermato che le Regioni hanno piena libertà decisionale in merito all'eventuale esenzione del bollo auto.

Bollo auto: l’esenzione è competenza delle Regioni 

LIBERE DI DECIDERE - Le Regioni sono libere di introdurre esenzioni fiscali sul bollo auto. Lo ha deciso la Corte Costituzionale nella sentenza 122/2019 depositata il 20 maggio. L'unico vincolo è quello di non aumentare la pressione fiscale oltre i limiti fissati dallo Stato. La questione era stata sollevata per un contenzioso tra la Commissione tributaria provinciale di Bologna e la Regione Emilia-Romagna riguardante il pagamento del bollo auto per autoveicoli e motoveicoli con anzianità tra i 20 e i 30 anni, classificati d'interesse storico o collezionistico. Esenzione che l’Emilia Romagna prevedeva solo se l’auto fosse stata iscritta a uno dei registri storici come l’ASI, riconosciuti dal Codice della strada.

PRESSIONE FISCALE - Il giudice della Consulta, oltre a dichiarare incostituzionale l’obbligatorietà dell’iscrizione nei registri, nella sentenza 122/2019, richiama un tema caro al federalismo fiscale, ossia che le Regioni, avendo la competenza sul bollo auto, possono stabilire anche le esenzioni. Con l’unico limite che è quello di non aumentare la pressione fiscale oltre i limiti fissati dallo Stato. Tradotto significa che le Regioni, se garantissero l’equilibrio dei propri bilanci potrebbero, in teoria, addirittura abolire il bollo auto, mettendo così la parola fine ad una delle tasse più odiate di sempre. 

MILIARDI DAL BOLLO - Le Regioni potrebbero quindi trasferire il carico fiscale del bollo auto sul prezzo della benzina. Bollo auto che secondo i calcoli effettuati su dati Istat dalla Uecoop, l'Unione europea delle cooperative, si traduce in una spesa su famiglie e imprese di 6,7 miliardi di euro (tra il 2013 e il 2017 è cresciuta al ritmo medio di 200 milioni di euro l’anno), incidendo, secondo la UIL, per l’11,7% sul totale delle entrate di imposte e tributi delle regioni.



Aggiungi un commento
Ritratto di studio75
21 maggio 2019 - 12:32
5
Se ci fosse un Governatore di Regione furbo, azzererebbe il bollo nella propria Regione e vedrebbe un impennata delle matricolazioni (con conseguente impennata delle imposte provinciali di trascrizione) che farebbe centuplicare gli introiti fiscali alla sua Regione. Poi ci sarebbe il decreto del Governo che rimetterebbe tutto in discussione...
Ritratto di Probabilmente
21 maggio 2019 - 12:55
Dici? L'IPT la prenderebbe solo al momento dell'immatricolazione e poi niente bollo per un bel pezzo (perché uno mica cambia l'auto tutti gli anni). Poi io personalmente non vedrei un grosso fattore decisionale per l'acquisto di una nuova vettura l'esenzione del bollo che tra tutti i costi è quello meno pesante (almeno per vetture "umane").
Ritratto di Blueyes
21 maggio 2019 - 15:42
1
Seee ragazzi questa è fantapolitica, cosa volete che cambi.
Ritratto di studio75
22 maggio 2019 - 20:53
5
@Benjamin ed erano pochi euro di differenza. Immaginatevi una differenza di centinaia di euro ad auto cosa succederebbe. Tutte le auto intestate a società (800k-900k l'anno) prenderebbero quella strada.
Ritratto di Benjamin
21 maggio 2019 - 18:05
È già accaduto qualcosa di simile quando alcuni anni fa hanno lasciato una certa libertà nel decidere i costi dell'Ipt e dei passaggi. Tutti hanno alzato e Bolzano ha abbassato, per favorire i cittadini e l'econonia locale: risultato? Le società di noleggio di tutta Italia, che fanno numeri significativi, hanno iniziato ad immatricolare a Bolzano causando un gran lavoro gli uffici locali, ma anche un'abnorme aumento degli introiti, con inutili proteste di altre regioni che si sono viste soffiare un certo business. Tutt'oggi infatti, qui da noi le spese accessorie all'acquisto od i passaggi di proprietà sono proprio bassi. Se non sbaglio, anche le tasse di proprietà sono modeste. 37€ la moto 600cc 70€ circa (vado a memoria) 66kW con GPL. E l'economia intera ne trae vantaggio. Gli esempi di scelte virtuose, non mancano, i politici lungimiranti o semplicemente in grado di copiare... molto meno!
Ritratto di davix-72
21 maggio 2019 - 16:28
Quindi nulla da fare........ o forse si in piena campagna elettorale il PD fa esenziane tassa in tutta Emilia Romagna , che figata!! recuperà almeno il 2 % dei consensi!
Ritratto di manuel1975
21 maggio 2019 - 17:11
e' giusto abolire il bollo in modo totale
Ritratto di RS
22 maggio 2019 - 09:15
Se tolgono da una parte mettono da un'altra... e magari alla fine paghi anche di più. I soldi per fare tagli di questo tipo non ci sono e quindi forse conviene lasciare il bollo com'è ora.
Ritratto di DavideK
21 maggio 2019 - 18:46
Buona notizia. Il bollo andrebbe comunque abolito. Spero che qualche regione furba lo abolisca, anche recuperando il gettito aumentando le accise sui carburanti.
Ritratto di money82
21 maggio 2019 - 18:56
1
ragazzi ma secondo voi ci saranno regioni che lo abbasseranno? ahahahah si certo...non contemplo nemmeno il "toglieranno" perchè è una barzelletta...
Pagine