NEWS

La Brebemi a secco di distributori?

29 gennaio 2014

L’arteria autostradale che collegherà Brescia, Bergamo e Milano (da qui Brebemi) rischia di aprire senza distributori di benzina.

La Brebemi a secco di distributori?
DA IMBOCCARE CON IL PIENO - Sarà colpa della crisi, sarà che gli imprenditori attendono di verificare i flussi di traffico necessari a ripagare eventuali investimenti, sta di fatto che la Brebemi, l’autostrada che sarà aperta al pubblico il 1° luglio 2014, rischia seriamente di restare senza distributori di carburante. Come riporta il Corriere della Sera, anche l’ultimo bando di gara si è infatti concluso con un nulla di fatto: è pervenuta una richiesta per un ristoro ma nessuna per una pompa di benzina. Luigi Zamper, direttore per gli affari generali della Brebemi non si scompone più di tanto: “esistono già tratti autostradali senza distributori, noi apriremo anche senza”. 
 
TOGLIE TRAFFICO ALLA A4 - Il collegamento autostradale tra Brescia, Bergamo e Milano, sarà in grado di attrarre parte del traffico (specialmente dei mezzi pesanti) che attualmente si concentra sulla A4. Secondo gli studi di progetto, il flusso giornaliero di traffico sarà di circa 40.000 veicoli all’apertura e di quasi 60.000 a pieno regime. La lunghezza complessiva della tratta autostradale è di 62,1 km costruiti, secondo la Società Progetto Brebemi, con la massima attenzione alla salvaguardia dell’ambiente circostante: dalla mitigazione acustica con 15,1 km di barriere fonoassorbenti alla costruzione di impianti a biomasse per la produzione di energia elettrica.
Aggiungi un commento
Ritratto di fabri99
29 gennaio 2014 - 20:10
4
.
Ritratto di marco.stroppare
29 gennaio 2014 - 20:54
Ma, non ho capito, la tratta è lunga 62 km.....E l'articolo dice che non ci sono distributori in questa tratta. Ma che motori bisogna avere per non riuscire a percorrere 62 km senza fermarsi a fare rifornimento? Anche le elettriche riuscirebbero a percorrere questa distanza..... Ottimo invece l'attenzione alla salvaguardia dell'ambiente....Bene, continuate così!!!!
Ritratto di Merigo
30 gennaio 2014 - 10:44
1
In italia ci lamentiamo del costo della benzina ma ci dimentichiamo che abbiamo un distributore ogni 30 km in autostrada e uno ogni cantone fuori autostrada. Viceversa, appena si va all'estero ci si accorge di cosa significhi una distribuzione omogenea delle pompe con, in Francia, dal Frejus alla Bretagna, quindi percorrendola completamente da EST a OVEST, una pompa ogni poco meno di 200 km. Come hai detto giustamente, quale è l'auto che non percorre 62 km? Quindi, dove è il problema? Se ci sarà traffico arriveranno anche le pompe! X Fabri99: a riguardo, chi sarebbero i furbetti che non mancano mai?
Ritratto di Veloce
29 gennaio 2014 - 22:10
basta che aprite sta gazzo di Brebemi!
Ritratto di rebatour
30 gennaio 2014 - 11:16
Il tracciato della nuova arteria sprofonda nella Calciana, quindi ben distante dal capoluogo orobico. Il fatto che non ci siano distributori non mi preoccupa: visti i prezzi demenziali praticati in autostrada, mi assicuro di avere abbastanza carburante prima di passare il casello. A proposito: giovedì a Chiasso la verde costava BEN 1.36/1.38 € al litro. Il pericolo della Brebemi, per me, è un altro: che a ridosso spunti una megalopoli, distruggendo la bella campagna che c'è adesso.
Ritratto di Merigo
30 gennaio 2014 - 19:47
1
In effetti la Brebemi collega Brescia a Milano saltando Bergamo e, diversamente, se lo facesse dovrebbe viaggiare parallela alla A4. Probabilmente si chiama così perché attraversa la bassa bergamasca, anzi bassissima considerato che sfiora la provincia di Cremona.
Ritratto di Diavolo76
30 gennaio 2014 - 12:04
le compagnie hanno fatto cartello e disertato il bando... è ovvio che le compagnie vogliono spartirsi i distributori sulla BreBeMi, ma alle loro condizioni. Arriveranno, arriveranno...
Ritratto di gilrabbit
31 gennaio 2014 - 14:37
Da Berlino a Monaco 500 km 4/5 autogrill. Da Ingolstadt a Praga 2 distributori 250 km. Da Trieste a Budapest 600 km 4/5 autogrill. Da Roma a Milano uno ogni 20 km con la benzina più cara al mondo. Girando poi all'interno delel città una miriade di piccole pompe di benzina lungo i marciapiedi. Italia!!!!