Buick: a Detroit la concept Avista

11 gennaio 2016

Coupé sportiva ma anche elegante, è spinta da un V6 biturbo accreditato di 400 CV. Una rivale in più per l’Infiniti Q60 e le tedesche?

Buick: a Detroit la concept Avista
COUPÉ ELEGANTE - In bella vista al Salone di Detroit la concept firmata Buick (nome storico per l’auto a stelle e strisce, facente parte del gruppo General Motors): chiamata Avista, è una coupé dalle forme slanciate - con assenza del montante centrale - e dalle dimensioni non eccessive. L’unico dato dichiarato in tal senso è il passo, pari a 281 cm: verosimilmente si può ipotizzare una lunghezza prossima ai 470 cm, qualcuno in più rispetto alla BMW Serie 4 o alla Mercedes C Coupé che, insieme alla Infiniti Q60 appaiono come le naturali concorrenti in caso di entrata in produzione.
 
V8? NO GRAZIE - Non priva di una certa eleganza, la coupé Buick Avista è caratterizzata da passaruota muscolosi (specie i posteriori) che alloggiano pneumatici su cerchi di 20”, spoiler anteriore in fibra di carbonio e frontale aggressivo, con fari sottili e ampia mascherina con griglia fitta e bordo cromato. Evidenti le nervature sul cofano, per dare l’impressione visiva di uno sviluppo pronunciato di quest’ultimo, quasi se sotto il cofano vi fosse ancora un motore V8, architettura cara agli statunitensi.
 
400 CV SOTTO IL COFANO - Invece, in ossequio alle attuali tendenze, il motore della Buick Avista è un V6 biturbo da 3 litri, accreditato di 400 CV di potenza e di tecnologie quali la disattivazione selettiva dei cilindri e lo Stop&Start. Il cambio è un automatico a 8 marce. Un motore che evidenzia la duplice vocazione della concept di casa Buick: sportiveggiante sì (aspetto evidenziato anche dagli inserti in carbonio in abitacolo, dall’accenno di spoiler in coda e dall’evidente sfogo sulla fiancata), ma anche attenta al comfort e ai contenuti tecnologici (il sistema multimediale è il noto IntelliLink, non mancano comandi tattili sulla console centrale, al posto del quadro strumenti c’è un ampio schermo digitale e il tetto panoramico in vetro regala luce all’abitacolo con sedili posteriori a poltrona singola).


Aggiungi un commento
Ritratto di giovi11
11 gennaio 2016 - 17:09
3
Peccato che non arrvi in Italia sarebbe una buona auto certo è solo un concept
Ritratto di giovi11
11 gennaio 2016 - 17:09
3
Arrivi*
Ritratto di Claus90
11 gennaio 2016 - 17:18
è la copia dell'Aston Martin Vanquish.
Ritratto di Fr4ncesco
11 gennaio 2016 - 17:23
Molto molto bella, ricorda un po' la Tesla ma anche le coupe americane anni 90. Mi auguro che non resti solo una concept, trovando un risvolto produttivo. Con qualche modifica potrebbero venderla anche da noi come Opel Monza.
Ritratto di Luk maserati
11 gennaio 2016 - 17:41
2
Ha già molti dettagli che richiamano gli stilemi Opel a cominciare da fari e fanali. Senza considerare che Buick e Opel si sono "scambiati" diversi modelli in precedenza, per cui ci sono buone possibilità che arrivi anche qui e viste le politiche di GM di miglioramento percettivo del marchio tedesco, un veicolo così sarebbe sicuramente positivo.
Ritratto di Fr4ncesco
11 gennaio 2016 - 22:11
Infatti. Spero solo che non resti un esercizio di stile ma che la mettano in produzione. Dopo tante improponibili SUV si tornerebbe a vedere belle auto.
Ritratto di AMG
12 gennaio 2016 - 19:06
Anche a me ricorda molto un prototipo Opel, oltre al fatto che ci sono svariati elementi ripresi quà e là. Il risultato tuttavia è più che gradevole e non evoca troppo un'anima rispetto a un'altra, che sia Aston, Tesla... eccezione forse solo per Opel ma una Opel come questa a parte nei concept non s'è vista quindi si dimentica.
Ritratto di ivanvalenti
11 gennaio 2016 - 18:04
1
niente male...
Ritratto di andrea750
11 gennaio 2016 - 18:32
Molto bella.
Ritratto di MAXTONE
11 gennaio 2016 - 18:56
Seee no dai...banalotta (a mio avviso) tra poco arriverà il super coupé Lexus a renderla "laughable".
Pagine