NEWS

Cadillac CT5: ecco l’erede della CTS

18 marzo 2019

La Cadillac CT5 è una berlina di lusso concorrente della BMW Serie 5, disponibile con due motori: 2.0 turbo o 3.0 biturbo.

Cadillac CT5: ecco l’erede della CTS

LINEE DECISE - Esordirà al salone dell’automobile di New York (19-29 aprile) la nuova berlina medio-grande Cadillac CT5, erede della CTS con dimensioni di circa 500 cm, paragonabili alle rivali dirette BMW Serie 5 e Mercedes Classe E. La CT5 ha uno stile tipicamente Cadillac, seppure evoluto in alcuni particolari, con linee tese e tratti decisi, oltre a particolari come le luci diurne a led verticali, il finto terzo finestrino sul montate posteriore ed i fanali posteriori a “T” che si estendono anche sulla fiancata. La Cadillac CT5 ha proporzioni decisamente diverse rispetto alla precedente CTS: vista di lato si nota il profilo simile a quello delle berline a cinque porte, con tetto che si allunga fin quasi sulla coda, che per questo è più corta, conferendo più dinamismo alla vettura.

DUE MOTORI A BENZINA - In attesa del debutto ufficiale, la casa statunitense ha diffuso solo pochi particolari della Cadillac CT5, basata su un pianale a trazione posteriore o integrale (aggiornato rispetto alla CTS) e disponibile con due motori: un 4 cilindri turbo di 2.0 litri e un 6 cilindri a V biturbo di 3.0 litri. Per entrambi è di serie il cambio automatico a 10 marce. Due le versioni disponibili: Sport e Luxury. La Cadillac CT5 sarà costruita nella fabbrica di Lansing Grand River, nel Michigan, rinnovata con un investimento di 211 milioni di dollari, segno che la Cadillac punta ancora sulle berline con motori tradizionali nonostante abbia annunciato l’arrivo di una piattaforma costruttiva specifica per auto elettriche.

Cadillac CT5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
7
3
5
1
4
VOTO MEDIO
3,4
3.4
20




Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
18 marzo 2019 - 12:35
2
Mi fa piacere che ci sia un'erede della straordinaria CTS, un po' crossover con quella coda discendente tipo fastback, forse più in risposta alle berline "coupe" tedesche che alle Serie 5 e Classe E classiche. Spero che arrivi anche una versione "V" da 650CV e 320km/h come l'attuale CTS-V che monta il 6.2 V8 della Corvette sovralimentato. Bella la combinazione di linee tese e morbide e la pulizia generale del design, con un'eleganza tipica del marchio che fa molto uomo d'affari newyorkese o mafioso italoamericano.
Ritratto di IloveDR
18 marzo 2019 - 12:59
4
il marchio ha tanto fascino, ma, poi, le autovetture che vendono se la sognano l'immagine Premium che sanno offrire i marchi Europei...la Classe non è acqua...
Ritratto di remor
18 marzo 2019 - 14:11
A dire il vero, per quanto tale dato possa poi valere, nei vari movies e series americani sembrerebbe come se l'aspirazione massima fra i suv sia l'Escalade. Idem quando devono chiamare una limousine esce spesso fuori una Cadillac. Poi non so se e quanto può essere condizionante il patriottismo in quei casi televisivi-cinematografici
Ritratto di luperk
18 aprile 2019 - 14:11
una classe c e una serie 3 si sognano l'opulenza della CT5
Ritratto di Gwent
18 marzo 2019 - 13:28
2
Non ha più il profilo delle Cadillac, il gomito appuntito a freccia è quasi identico a quello delle Lexus, nonostante ciò la trovo piacevole. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Gwent.
Ritratto di tramsi
18 marzo 2019 - 13:33
AH AH AH, dopo tutte le altre marche, adesso anche Cadillac copia Lexus… Ovviamente, ne ha copiato anche il numero di ruote.
Ritratto di Gwent
18 marzo 2019 - 22:34
2
Il problema sta tutto nella piega della luce posteriore, anni fa andava molto copiarla a BMW (piega di Hoffmeister) infatti la Passat 2005 la riprendeva in pieno e come lei molte altre sedan. Dal 2005, con l'uscita dell'L-Finesse design il quale introduceva proprio quel particolare come stilema distintivo,e che ha debuttato sulla IS XE20, sono stati in molti ad attingere da quel corso stilistico, prima la Hyundai con la Sonata 2010 la quale aveva una fanaleria ispirata abbastanza palesemente a quella della IS, poi la Skoda che prima con la Octavia e successivamente con la Superb, hanno adottato una piega pressoché identica. In realtà si tratta di una soluzione tanto gradevole quanto semplice da adottare per dare slancio da coupé alla vista laterale di una sedan però va dato atto a Lexus di averla introdotta per prima ai tempi di quando De Silva diceva "io con tutte quelle linee ci disegnerei due auto". Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Gwent.
Ritratto di Gwent
18 marzo 2019 - 22:41
2
*Forse dal mio commento sopra non si evince bene ma quando accenno alla piega della luce posteriore della Lexus dal peculiare andamento "a freccia" voglio dire che essa non ha alcuna analogia con la piega della luce tipica di BMW dai tempi della Neune Klasse di Michelotti e nota come piega di Hoffmeister, dal nome del designer che la ideò. Un saluto. Gwent.
Ritratto di tramsi
18 marzo 2019 - 22:45
Quel "gomito a freccia" rammenta infinitamente più una… Infiniti che una Lexus.
Ritratto di luperk
18 aprile 2019 - 14:11
Da che sito l'hai copiato questo commento? Solo per curiosità :)
Pagine