NEWS

Cadillac XT4: lusso “compatto”

28 marzo 2018

La Cadillac svela al Salone di New York il suo modello più piccolo, la XT4, puntando ad una clientela più giovane.

Cadillac XT4: lusso “compatto”

TRE VERSIONI, OTTO COLORI - In concomitanza con l’apertura del Salone di New York la Cadillac ha presentato, presso il proprio showroom “Cadillac House” di Manhattan, la nuova XT4, una suv compatta lussuosa e agile mirata ad una clientela giovane ed esigente. Con l’arrivo nei concessionari della XT4 nell’inverno 2018 debutterà anche la nuova strategia della Cadillac. La XT4 sarà infatti disponibile nelle versioni Premium Luxury e Sport mentre la versione Luxury, già ben equipaggiata, sarà offerta come base di partenza in otto colori. Tutte le versioni nascono con proporzioni robuste (è lunga 460 cm e larga 188 cm esclusi gli specchietti) grazie anche alle linee squadrate e pulite mentre l’ultima tecnologia per quanto riguarda i fari Led (di serie su tutti i modelli) aggiunge aggressività all’anteriore. Le versioni Sport e Premium Luxury saranno ben riconoscibili anche dall’estero con cerchi in lega ah hoc e la griglia anteriore nera opaca per quanto riguarda la Cadillac XT4 Sport, ispirata dal design sportivo dei modelli V-Sport della Cadillac. La cifra di partenza per portarsi a casa questa nuova suv compatta sarà sicuramente attraente per la giovane clientela americana: 35.790 dollari escluse tasse.

IL NUOVO MOTORE TURBO - L’intero della Cadillac XT4 offre uno degli ambienti più spaziosi nel panorama delle suv compatte (le concorrenti sono BMW X1 e Jaguar E-Pace), soprattutto per i passeggeri posteriori, e anche qui possiamo trovare di soluzioni di stile che variano da una versione all’altra aggiungendo tocchi più sportivi (cromature e l’uso di fibra di carbonio), per quanto riguarda la XT4 Sport, e materiali più raffinati per chi volesse provare l’esperienza premium. Non può mancare il sistema multimediale proiettato su uno schermo ad alta risoluzione controllabile da un rotore posto accanto alla leva del cambio: una novità per la Cadillac. Tutte le XT4 saranno spinte dal nuovo motore 2 litri turbo con sistema di disattivazione dei cilindri (Active Fuel Management) da 237 CV e 350 Nm di coppia, con trasmissione automatica nove marce e trazione integrale.

Cadillac XT4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
7
6
3
2
1
VOTO MEDIO
3,8
3.842105
19
Aggiungi un commento
28 marzo 2018 - 19:57
E' strano vedere una Cadillac così piccola ma fronteggia in prima linea con i marchi premium europei quindi ci sta. Sarebbe stato interessante conoscere i dettagli tecnici ma considerando le concorrenti presumo un pianale Chevrolet a trazione anteriore e motori trasversali, impreziosita con un multilink al posteriore e un motore all'altezza del blasone. Quanto alla linea not bad, mi piace lo stile Cadillac anche così "compresso".
Ritratto di Wilson97
28 marzo 2018 - 20:03
Il nuovo stile cadillac è bellissimo e questa ne è l ennesima dimostrazione, se non fosse che in Europa questo marchio non è molto apprezzato di sicuro avrebbe un grande successo. Esteticamente è di gran lunga più interessante di tutte le concorrenti tedesche.
Ritratto di Xadren
28 marzo 2018 - 21:40
1
A me le Cadillac piacciono molto, specialmente la CTS (ma pure ATS), trovo che abbiano uno stile unico e, specialmente di recente, molto azzeccato anche per chi da auto di questo segmento cerca personalità e presenza su strada, sia da ferma sia in movimento. Detto ciò, non è che il marchio sia poco apprezzato in Europa, quando che GM non offra abbia offerto una gamma completa di motori diesel al pari delle concorrenti né abbia mai spinto sui suoi marchi americani (ad eccezione di Chevrolet, per un breve periodo) per non pestare i piedi ad Opel/Vauxhall, che poi ha comunque venduto ai francesi.
28 marzo 2018 - 21:52
A inizi 2000 avevano versioni diesel e infatti qualche piccola Cadillac si vedeva, quindi il motivo per cui non sono diffuse sarà al 99% quello. Essendoci in listino però qualcosa venderanno, credo in nord europa principalmente, con l'Escalade poi ti distingui abbastanza. Ma meglio così, hanno un fascino più esotico e poi sono rimaste più fedeli a se stesse. Poi chissà, ora che il gasolio è sempre meno quotato in Europa, con l'ibrido ecc possono far breccia anche qui, vedi Lexus.
Ritratto di bridge
28 marzo 2018 - 23:54
1
Una decina di anni fa la GM powertrain di Torino aveva progettato un 2.9 V6 diesel da 250 cv per le Cadillac, Saab e sulle Opel di alta gamma. Ma poi per via della crisi il progetto è stato chiuso anche se il motore era già pronto. Cadillac ha provato a inserirsi in Europa con la BLS ma non è andata bene. Peccato, anche se era una Saab 9-3 ricarrozzata non mi dispiaceva perché la linea era molto Cadillac. Comunque la nuova ATS è tutt'altra auto.
Ritratto di Wilson97
28 marzo 2018 - 22:26
Vero, esteticamente hanno carattere ed un familiare feeling unico senza risultare un copia e incolla da un modello all'altro. Spero che adesso che le premium stanno andando di moda e che i diesel vengono screditati, basterebbe qualche ibrido fatto bene o benzina adatti nei consumi (già questo proposto potrebbe andare bene) e le potenzialità per il successo in Europa ci sono (magari come gamma premium rispetto ad Opel, come lexus per toyota)
Ritratto di Xadren
28 marzo 2018 - 23:02
1
Ho letto a riguardo su qualche sito americano che l'A.D. di GM, interrogata sull'argomento, ha detto di non escludere un ritorno in Europa dopo la vendita di Opel/Vauxhall, ma di volerlo fare con prodotto davvero innovativi e non semplicemente spendendo soldi per lanciare prodotti analoghi a tanti altri. È stata vaga, probabilmente vuole tenere una porta aperta, ma del resto il mercato europeo è forse il più difficile di tutti per i costruttori americani (Ford ce la fa, ma grazie alla sua presenza radicata in Germania e Regno Unito) e quello con i minori vantaggi. Più probabilmente, GM proverà altrove ad avere successo con le nuove tecnologie, negli Stati Uniti e in Cina (con Buick) e solo allora si farà avanti in Europa, dove deve ricostruire la linea di promozione, distribuzione-vendita e assistenza. Io gli auguro di riuscirci, mi piacciono le Chevrolet e le Cadillac.
28 marzo 2018 - 23:29
Chevrolet stava andando alla grande, aveva preso tutto il portfolio della lineup coreana per poi trasferirlo sulla gamma americana, appetibile esteticamente, con una meccanica valida in comune con le Opel e a prezzi da discount, in un periodo di crisi economica tanto da essere l'unico marchio in crescita. Avevano anche ampliato gli stabilimenti coreani per l'aumento della domanda europea e pensavano anche di trasferire parte della produzione qui. Poi causa Opel hanno abbandonato tutto nel fiore del successo. Secondo me torneranno anche se sarà più difficile ora, qui hanno ancora la sede di sviluppo powertrain di Torino e un canale di vendita da cui importano Cadillac, Camaro e Corvette.
Ritratto di Xadren
29 marzo 2018 - 08:54
1
Vero, dalle mie parti ci sono ancora alcune Chevrolet Matiz (Spark); ricordo che all'epoca il modello vendette tantissimo, sia come Daewoo (il primo modello era disegnato da Giugiaro) sia come Chevrolet. Un mio conoscente ha ancora la sua Aveo T300, quella con i fari esposti e la strumentazione motociclistica, ed è ancora bella esteticamente, ben distinguibile da tutto il resto. Speriamo che ritornino, gli Chevy Trax ed Equinox potrebbero rivaleggiare con Ford EcoSport e Kuga e la Cruze potrebbe dire la sua nelle berline a due volumi. Reputo meno probabile l'arrivo di Buick in tempi brevi, dato che molti modelli erano su base Opel, mentre GMC sarebbe davvero tagliata fuori. Chevrolet e Cadillac possono farcela.
Ritratto di IloveDR
29 marzo 2018 - 12:34
4
GM è meglio stia lontana dall'Europa...solo Camaro e Corvette hanno un certo fascino per Noi...
Pagine