NEWS

Una Camaro d’autore

6 febbraio 2017

Il noto preparatore americano Ringbrothers ha messo a punto la Chevrolet Camaro G-Code, auto d'epoca con 1.000 CV.

Una Camaro d’autore

POTENZA PURA - È stata la regina del Sema 2017, lo show più estremo e folle del pianeta in fatto di auto elaborate, questa Chevrolet Camaro G-Code del 1969 opera della Ringbrothers, tuner di musclecar tra i più noti in America. Sotto il cofano c’è sempre un motore V8 con compressore volumetrico della Chevy, ma aumentato di cubatura fino a portarlo dai 6.2 originali a 6.8. E la potenza? Si parla di circa 1.000 CV e 800 Nm di coppia. E a sentire il sound che esce dallo scarico, ci sono tutti (guarda il video qui sotto con il presentatore Jay Leno).

LOOK PREPOTENTE - Cambiata la faccia e anche il posteriore. Il cofano con tanto di gobba centrale è in carbonio. Poi c’è il frontale rifatto con un labbro nero in fondo, così come il posteriore è più largo e massiccio. Il raccordo nero che scorre sotto le portiere vorrebbe essere quello delle minigonne racing. E per fermare questo mostro ribassato a dovere e dal telaio completamente inedito? Ci sono  freni sono a sei pistoni, perché qui non si è mai parlato molto di alleggerimento, al di là di alcuni particolari in materiale composito: infatti la Chevrolet Camaro G-Code della Ringbrothers pare pesi più di 1.700 chilogrammi.

INTERNI DA GOLDEN GLOBE - I due posti secchi sono immersi in un a ridondanza di pelle e cromature. Lo sterzo a tre razze, il cambio dal telaio nudo che spunta dal tunnel centrale le danno un look anni Ottanta niente male, comunque. C’è poi il display centrale che governa il sistema multimediale, elemento irrinunciabile anche per un tuner di auto d'epoca come la Ringbrothers.



Aggiungi un commento
Ritratto di Gordo88
6 febbraio 2017 - 16:24
Gran bel mezzo però una tale potenza richiede più baccano!!
Ritratto di money82
6 febbraio 2017 - 16:30
1
Colore a parte che con i cerchi stona forte, un' auto veramente stupenda. Peccato che qui in italia possedere un simile mezzo voglia dire spendere 20.000 euro l'anno solo di bollo.
Ritratto di Francesco110
6 febbraio 2017 - 17:02
Come è giusto che sia. Che il superbollo lo paghi chi ha la sportivetta usata da 300cv è uno scandalo ma che lo paghi chi si fa un pezzo unico da 1000cv e dal costo a sei cifre mi sembra il minimo.
Ritratto di LOL25
6 febbraio 2017 - 23:01
Il problema è che il superbollo va a colpire nel 99% dei casi persone che ricche non sono assolutamente, io che ho un'auto che vale neanche 20.000 euro devo spendere 900 euro annuali, chi invece si compra un Range Rover da 100.000 euro con 250 cv non spende un euro in più. Il superbollo è una tassa usurai concepita dalle solite scimmie che abbiamo al governo tanto per mettere le mani nelle tasche di chi non lo merita. Tra l'altro perché io che ho il mezzo più potente devo pagare di più se il limite è 130 per tutti? Se mi fai pagare di più per la potenza, io allora pretendo di andare alla velocità che mi pare.
Ritratto di Gordo88
7 febbraio 2017 - 12:44
Ma quanto quoto!!!!!!
Ritratto di money82
7 febbraio 2017 - 18:30
1
In realtà Francesco il bollo servirebbe al mantenimento delle strade (usiamo il condizionale che è meglio), però un' auto del genere non la usi nel quotidiano ma solo i fine settimana. Quindi per fare 3-4.000 km l' anno dovrei pagare cifre folli? Se volessi appunto acquistare un' americana d' epoca per passione, non lo potrei fare perchè mantenere un 4.000-5.000 cc in questo paese è impossibile. Che abbia 200 o 1000 cv il discorso è uguale, ti massacrano. Ci hanno messo 30 anni per farti mettere un cerchio in lega che non è a libretto e comunque sia devi fare riferimento soltanto ai modelli con il nad che hanno un costo esorbitante. Però le supercar con targa tedesca circolano liberamente, non pagano le multe e non pagano le tasse...l' ennesima presa in giro.
Ritratto di Fr4ncesco
6 febbraio 2017 - 16:36
Conosco questo tuner proprio tramite Leno. Ho sempre trovato affascinante modificare modelli classici con componenti moderne e qui il livello di elaborazione è stato davvero importante. Tutta quella potenza è in linea con la filosofia muscle e considerando che le versioni di fabbrica escono ormai già con 700CV la tendenza sarà sempre più quella di avvicinarsi ai 1000. Il lavoro estetico è altrettanto figo, veramente tanta roba. Bravi.
Ritratto di ct46
6 febbraio 2017 - 20:09
Francesco concordo pienamente... Che magnifiche classiche Muscle Car da elaborare si trovano in America,stupenda questa elaborazione della Camaro,adesso ne aspetto una all'altezza (molti ci hanno provato con discreti risultati) della Mitica Shelby del '67
Ritratto di Fr4ncesco
7 febbraio 2017 - 00:06
Mi è piaciuta molto anche la Challenger del '71 con la meccanica della Challenger moderna e della Viper, pubblicata pure qui su alVolante, idem alcune Jeep. Sono prodotti evergreen che continuano ad appassionare e ad evolversi. Le muscle car sono proprio senza tempo!
Ritratto di ct46
7 febbraio 2017 - 01:24
Se intendi la Challenger del'71 Shakedown,posso dirti che quando la vidi sono rimasto folgorato da tanta bellezza, con quello stile retro' e dettagli moderni che solo nelle classiche Muscle car Americane ben si sposano senza scadere nel "pacchiano". Come ben scritto da te,sono auto senza tempo.
Pagine