NEWS

Chevrolet Corvette Stingray: in Italia arriva nel 2021

Pubblicato 09 giugno 2020

La supercar americana arriverà anche da noi nella seconda metà del prossimo anno, con prezzi che partono da 102.500 euro, competitivi rispetto alle rivali.

Chevrolet Corvette Stingray: in Italia arriva nel 2021

DALLA SECONDA METÀ DEL 2021 - Lanciata nel 1953, la supercar Chevrolet Corvette è un mito negli Stati Uniti e ha numerosi fan anche in Europa, dove si è fatta apprezzare non solo per le doti di guida e lo stile muscolare, ma anche per il prezzo inferiore rispetto alle rivali europee e giapponesi. Quest’ultimo sarà fra i punti di forza anche dell’ottava generazione, svelata nel 2019 e attesa in Italia dalla seconda metà del 2021: ad importarla sarà il gruppo Cavauto di Monza, specializzato nella vendita di auto americane, che ne ha fissato il prezzo a partire da 102.500 euro per la Coupé e 109.680 euro per la Convertible. Una cifra di circa 50.000 euro inferiore rispetto alla rivale Audi R8 e quasi 75.000 euro alla McLaren 540C.

RICCA DOTAZIONE - L’edizione 2021, che si chiama Chevrolet Corvette Stingray, in più offrirà una ricca dotazione di serie, perché l’unico allestimento disponibile al lancio (chiamato Launch Edition) avrà anche le sospensioni a controllo elettronico, finiture esterne e interne in fibra di carbonio, impianto audio della Bose con 14 diffusori, sedili riscaldati e ventilati, head up display, telecamera posteriore di parcheggio e il controllo degli angoli ciechi negli specchietti. Di serie anche il pacchetto Z51, che porta in dote dischi freno maggiorati, differenziale elettronico a slittamento limitato, scarico sportivo, pneumatici sportivi Michelin Pilot Sport 4S e specifiche appendici aerodinamiche.

TUTTA NUOVA - La nuova Chevrolet Corvette Stingray è un radicale cambio di rotta rispetto alle precedenti, perché ha il motore centrale-posteriore. Questa architettura va a incidere sulle proporzioni della carrozzeria, che perde il lungo cofano, tipico delle Corvette sin dalle origini, e guadagna una coda alta e massiccia. Il motore è un V8 aspirato di 6.2 litri, che raggiunge i 502 CV grazie allo scarico sportivo offerto di serie (altrimenti ha 497 CV). Il cambio è un robotizzato doppia frizione a 8 marce.

Chevrolet Corvette Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
55
18
10
6
8
VOTO MEDIO
4,1
4.092785
97




Aggiungi un commento
9 giugno 2020 - 18:39
Competitiva rispetto alle avversarie. E ci credo la McLaren è tutta in fibra di carbonio, l'audi è fatta anche lei quasi tutta in fibra di carbonio, costando di più non possono metterle a meno.
Ritratto di ahl74
10 giugno 2020 - 02:06
1
La R8 ha tante parti in carbonio, ma il telaio è in alluminio, quindi non così nobile come la McLaren
Ritratto di rollotommasi
10 giugno 2020 - 13:00
A volte fate così confusione che mi costringete a parlare bene di Audi! Vero che nella McLaren c'è più carbonio e più tecnologia, ma la scocca e telaio in lega di alluminio richiedono cura e ricerca costruttiva di eccellenza, assolutamente "nobili", quanto la fascinosa fibra.
Ritratto di 82BOB
9 giugno 2020 - 19:16
È diventata una supercar moderna! I puristi storceranno il naso, i bifolchi a stelle e strisce probabilmente cerceranno il motore per anni prima di capire che sta al centro, mentre il mercato credo che apprezzerà questo ulteriore step di GM verso una maggior competitività nel mondo delle supercar!
Ritratto di Pavogear
9 giugno 2020 - 22:17
A me piace un sacco questo modello, però bisogna ammettere che è un colpo al cuore a quello che è sempre stata la Corvette. Avrebbero potuto sviluppare una vettura del tutto nuova e dare un nome nuovo e al tempo stesso continuare a produrre le Corvette classica a motore anteriore. Questa a motore centrale è chiaramente migliore in tutto, ma in tutto ciò viene meno il fascino di quella che è la classica Corvette. Sarebbe come togliere il motore posteriore a sbalzo alla 911 e piazzarlo in posizione centrale-posteriore come sulla versione che corre a Le Mans per migliorarne le prestazioni (anche se la 911 ha prestazioni eccellenti anche con questa configurazione grazie ad un lavoro fantastico da parte dei tecnici). Cioè si insomma, è stupenda la C8 e per quello che offre al prezzo a cui lo offre merita 5 volanti e la considerazione di ogni appassionato, ma non è una vera corvette. Però in un certo senso la rabbia di certi fan del marchio è comprensibile
Ritratto di Pavogear
9 giugno 2020 - 22:17
*Quindi in un certo senso
Ritratto di 82BOB
9 giugno 2020 - 23:02
Un po' come quelli che hanno criticato la Ford GT per il motore... si possono capire e condividere per la nostalgia, la tradizione, ecc., ecc., ma pensandoci bene, cosa identificano le due auto per Chevy e Ford? Non sono forse il loro manifesto tecnologico? Allora è giusto che si siano evoluti, per far vedere di cosa sono capaci... Certo, non sono più gli anni pioneristici, quando gli USA innovavano (Tesla a parte, unica attuale eccellenza a stelle e strisce), è dagli anni '50 che inseguono l'Europa e l'Asia... ora finalmente, con i loro prodotti come Camaro, Mustang, Corvette e GT, non dico che sono alla pari, non lo possono ovviamente essere, ma almeno non sfigurano troppo al cospetto delle noste eccellenze! Anche io in generale preferisco, e avrei preferito anche per la Corvette, per stile, storia, un pensiero "alla Drake", che il motore fosse stato piazzato davanti, ma apprezzo la voglia di evolvere che hanno messo in campo! Hanno mostrato coraggio! La 911 fa storia a se, per design, impostazione meccanica e storia... ultimo baluardo nell'era moderna dell'impostazione della Tatra V570... chi avrebbe il coraggio di cambiarla? A suo tempo ci provarono, con la 928, ma non ce la fecero... più tardi la "imborghesirono" con il raffreddamento a liquido, ma nelle forme e nell'impostazione è rimasta pressoché immutata!
9 giugno 2020 - 19:24
E comunque, visto che tutti sono passati al motore posteriore/centrale vediamo se farà così anche la Mercedes per la prossima AMG GT.
Ritratto di Gatsu
9 giugno 2020 - 20:01
2
Assurdo, negli USA parte da 60.000 dollari e qui arriva oltre i 100.000 euro? Come si è arrivati a una differenza simile, conviene comprarla direttamente dagli USA
Ritratto di Aggro
9 giugno 2020 - 21:13
Se penso che gente così può votare mi si accappona la pelle... Prima di tutto il prezzo americano è come sempre tasse escluse, in secondo luogo per importare in prodotto vanno aggiunti i dazi e le tasse sulle spese di spedizione, poi c’è un piccolo particolare che si chiama IVA che va calcolato più le spese di immatricolazione da calcolare sui cavalli ed infine c’è anche da calcolare un guadagno per il concessionario che le vende. Prova ad importarla dagli Stati Uniti, vediamo come finisce.
Pagine