NEWS

Chevrolet Equinox, negli USA la terza serie

24 settembre 2016

La suv Equinox, in vendita nel 2017, è più compatta e leggera e adotta motori turbo più piccoli e parchi nei consumi.

Chevrolet Equinox, negli USA la terza serie

IL SUV DELL’EQUINOZIO - Nel giorno dell’equinozio d’autunno la Chevrolet ha presentato la nuova Equinox, suv compatta (per gli standard USA) con il compito di competere con le rivali Ford Escape (Kuga) e Honda CR-V, note anche agli automobilisti italiani. Per la Equinox, però, lo sbarco in Europa non è previsto, pur avendo caratteristiche interessanti, quali gli ingombri più contenuti (è lunga 465 cm, larga 184 e alta 166) e la disponibilità del motore diesel. Il modello, che dal debutto nel 2005 è stato venduto in oltre 2 milioni di unità (secondo solo al pick-up Silverado per consegne Chevrolet), sarà commercializzato in Nord America nel primo trimestre del 2017 e in seguito su altri 115 mercati.

CI SONO MYLINK E ONSTAR - La Chevrolet Equinox riprende i canoni stilistici impiegati dai designer del marchio della General Motors per Volt, Malibu e Cruze. L’esito è una vettura equilibrata nelle forme, con una silhouette aerodinamica studiata alla galleria del vento e impreziosita dalle luci diurne anteriori e dai fari posteriori a LED. L’abitacolo offre spazio abbondante per cinque adulti e un design curato nelle tonalità e nelle forme. La plancia è dominata dallo schermo di 7-8” del sistema multimediale MyLink, lo stesso utilizzato sui modelli Opel che consente di accedere alle risorse degli smartphone con tecnologia iOS e Android. Presente pure l’ultima evoluzione del sistema OnStar che fornisce informazioni stradali, chiamata d’emergenza in caso di incidente e diverse altri servizi. Il bagagliaio è ampio, ha pavimento piatto anche reclinando lo schienale della della seconda fila di sedili e una capienza massima di 1.798 litri. 

A PROVA DI TEENAGER - Per la meccanica della terza serie della Chevrolet Equinox i tecnici americani hanno optato per motori di piccole dimensioni rispetto al 2.4 e al V6 da 3 litri attuali, ma dotati di iniezione diretta e turbo. I benzina sono un 1.5 da 170 CV di potenza e 203 Nm di coppia massima e un 2.0 con 252 CV e 260 Nm abbinato al nuovo cambio automatico a 9 rapporti della General Motors. Debutta pure un’unità a gasolio da 1,6 litri che eroga 136 CV e 236 Nm e usufruisce, come il 1.5 benzina, di una trasmissione automatica a 6 velocità. Rispetto al passato sono da segnalare pure una cura dimagrante di 180 kg (la 1.5 a trazione anteriore pesa ora poco più di 1.500 kg) e, per le versioni AWD, la nuova trazione integrale con posteriore scollegabile quando non necessaria per la sicurezza attiva. Tema, quest’ultimo, al quale i tecnici USA hanno prestato particolare attenzione dotando la Equinox di numerosi sistemi elettronici, come ESC ed ESP, il cruise control con sensore di distanza, il rilevamento degli ostacoli con frenata automatica o il segnalatore di superamento della corsia. Previsti pure il Surround Vision che consente di avere una visione panoramica a 360 gradi durante il parcheggio e il Teen Driver, un dispositivo che permette di controllare il comportamento di guida dei figli tramite il monitoraggio di alcuni dati, come velocità massima raggiunta o numero di volte nel quale sono intervenuti ABS ed ESP. Tra le opzioni previste da Teen Driver c’è pure il blocco della musica e delle connessioni a smartphone e tablet fino a quando non si allacciano le cinture di sicurezza. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
24 settembre 2016 - 12:58
Classiche linee da SUV americano con un pizzico di dinamismo, molto bello. È come un SUV dovrebbe essere: alto, lunotto verticale, linee tese e dimensioni abbondanti. Belli anche gli interni, non massicci ma adeguati alle dimensioni della vettura. Moderni i motori, quello più adeguato è il 2.0 da 252CV.
Ritratto di ADC
24 settembre 2016 - 13:00
Concordo, infatti specialmente il diesel lo vedo inadeguato alla mole; avrei preferito il 2.0 da 170 cv montato sulla Insignia.
Ritratto di Fr4ncesco
24 settembre 2016 - 13:06
Io invece non lo avrei proprio proposto. Avrei optato per un'unità ibrida associata al 1.5, visto che ormai GM ha il giusto know-how per farlo. Il diesel in America è pressoché inutile, se non per i mezzi pesanti.
Ritratto di ADC
24 settembre 2016 - 13:31
Effettivamente è strano che non abbiano proposto una motorizzazione ibrida. Penso che in seguito verrà aggiunta, visto che ormai vendono bene
Ritratto di Fr4ncesco
24 settembre 2016 - 13:34
Abbastanza probabile.
Ritratto di MAXTONE
24 settembre 2016 - 13:25
1
Davvero un gran bel mezzo, ben costruito, robusto e senza fronzoli con in più una gran bella linea. Davvero un peccato che GM lo abbia ritirato dall'Europa. Come appeal trovo ne avesse molto più il brand Chevrolet dello stesso Opel.
Ritratto di Fr4ncesco
24 settembre 2016 - 13:33
Dovrebbe essere proposta una variante Buick, che potrebbe arrivare in Europa come Opel in sostituzione all'Antara. Probabile che ci mettano il 2.0 CDTI.
Ritratto di giovi11
24 settembre 2016 - 14:00
3
@Fr4ncesco in verità proprio dalla versione Chevy dovrebbe derivare la prossima Antara (fonte Quattroruote)
Ritratto di Fr4ncesco
24 settembre 2016 - 17:04
Mi aspetto minimo un frontale diverso allora.
Ritratto di AlexTurbo90
26 settembre 2016 - 00:32
Ahahahahahah Ma dai Max, ma cosa dici? :) Il brand Chevrolet ha appeal solo per quanto riguarda la Camaro, la Corvette e poche altre. Tutti quei ricarrozzamenti di Daewoo che vendevano in Italia erano a dir poco pessimi, sia esteticamente che meccanicamente, e anche a livello di finiture interne non brillavano (tranne la Malibu e, più o meno, la Cruze)! Io sinceramente, a parte i due modelli che ho citato, non sento proprio la mancanza delle varie Spark, Aveo, Trax ecc.
Pagine