NEWS

Jumpy ed Expert: sempre più "auto" i furgoni del gruppo PSA

13 giugno 2016

Citroën e Peugeot rinnovano i due “commerciali”più importanti della gamma: più versatili, "puliti" e sicuri, sono capaci di un comfort quasi da monovolume.

Jumpy ed Expert: sempre più "auto" i furgoni del gruppo PSA

DA 20.250 EURO - Per la sua gamma di veicoli commerciali leggeri (quelli che si possono guidare con la patente B e con un peso a pieno carico entro i 3.500 kg), il gruppo Psa (Citroën e Peugeot) punta sull’incremento del comfort, della versatilità e della sicurezza. L’equipaggiamento, infatti, comprende dispositivi di assistenza alla guida come il regolatore di velocità adattativo, l’avviso di superamento involontario della linea di carreggiata e l’allarme che segnala il rischio di collisione. Quanto alle configurazioni sono previste quella di furgone normale, a doppia cabina, combi per il trasporto di persone e cose e la versione per allestimenti speciali e “su misura”. Il Citroën Jumpy (foto sopra) e il Peugeot Expert (foto sotto) sono entrambi già ordinabili, a prezzi (Iva esclusa) che partono da 20.250 euro (il prezzo "base" è uguale per entrambi).

SONO “PIÙ AUTO” - Completamente rinnovati, i due commerciali sono proposti in tre lunghezze: 460 cm (con passo corto), 495 e 530 (questi ultimi due con passo lungo). Diversi nel frontale (più originale la mascherina del Jumpy, con lo stemma Citroën che si estende ai fari, più tradizionale quella dell'Expert), sono entrambi caratterizzati da un aspetto meno "rude" rispetto al passato: il cofano corto, sviluppato orizzontalmente e sostenuto dai larghi gruppi ottici posizionati in alto, dà l’impressione di dominare la strada; i parafanghi sporgenti e il grande paraurti, che integra le griglie delle prese d’aria, accentuano lo stile "muscoloso". Utili le porte laterali scorrevoli, apribili anche passando un piede sotto il pianale: semplificano il carico e lo scarico quando le mani sono occupate.


 
SI GUIDANO PIÙ IN ALTO - La posizione di guida, con la seduta più alta di 11 centimetri rispetto alla versione precedente, dà la sensazione di dominare la strada: la visibilità è sempre soddisfacente. Anche dietro, nonostante le lamiere al posto dei finestrini, si ha la situazione sotto controllo, come abbiamo potuto verificare in occasione del test su strada: merito della telecamera. A bordo si apprezzano la forma piuttosto "automobilistica" della plancia e le tante soluzioni pratiche, come l'alloggiamento per il computer portatile (ripiegando lo schienale del sedile centrale anteriore si crea una pratica postazione di lavoro) e le due botole che consentono di caricare oggetti molto lunghi. Evoluto il nuovo sistema multimediale di navigazione Connect Nav: può essere controllato a voce o sfiorando i tasti dello schermo di 7" ed è associato a servizi come il TomTom Traffic (informazioni sul traffico in tempo reale, localizzazione e prezzi di stazioni di servizio e parcheggi, informazioni meteo e ricerca locale dei punti di interesse). Interessante l’opzione "zone a rischio", che permette di essere informati, tramite un segnale visivo e sonoro durante il tragitto, sulle zone caratterizzate da un alto numero di incidenti e di pericoli. 
 
MOTORI RINNOVATI - Assieme alla nuova generazione dei Peugeot Expert e Citroën Jumpy, debutta anche una nuova gamma motori turbodiesel BlueHDi, 1.6 e 2.0. Il primo è disponibile nelle varianti da 95 e da 115 CV; il 2.0 con 120, 150 e 180 cavalli (il più potente è abbinato al cambio automatico a sei rapporti). Noi abbiamo guidato il 2.0 da 120 cavalli, di cui abbiamo apprezzato la buona insonorizzazione e brillantezza, soprattutto sopra i 1750 gri (sotto questa soglia, è un po' pigro). Apprezzabili lo sterzo, davvero leggero (non granché preciso, però) e i freni, molto potenti.

Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
13 giugno 2016 - 18:53
4
è una misura sempre più apprezzata quella di questi due nuovi furgoni, piccoli artigiani, distributori di prodotti alimentari caseari, pescivendoli, li trovano ideali per le loro esigenze...ottimi. La collaborazione fra PSA e Gruppo Fiat già 20 anni fa aveva prodotto le prime serie di questo furgone e il valore del progetto lo apprezziamo ancor oggi...
Ritratto di Dune buggy
14 giugno 2016 - 18:32
Oggi chiamarli "furgoni"........ sono auto per il trasporto merci e vanno anche meglio di alcune automobili, io possiedo un Vivaro e lo preferisco all'auto sia come stabilità e anche come prestazioni non è male.