City Transformer: la microcar elettrica “variabile” 

Pubblicato 07 settembre 2021

Premendo un tasto, questo quadriciclo a batteria si “stringe”, fino a occupare solo un metro in larghezza: i parcheggi non sono più un problema. La velocità massima è di 90 km/h; l’autonomia dichiarata è di 180 km.

City Transformer: la microcar elettrica “variabile” 

QUASI COME UNA MOTO - La City Transformer (che condivide il nome con quello del costruttore stesso) è una vetturetta lunga solo 250 cm, che può ospitare due persone (una dietro l’altra, come sulle moto). Guidando l'auto in modalità tradizionale, la larghezza della macchina è di 140 cm (ovvero, non lontano da a quella di una normale autovettura). Tuttavia, basta premere un tasto sulla plancia per azionare il sistema elettrico che consente, grazie alla piattaforma ripiegabile, di far rientrare le ruote di 20 cm per lato, riducendo l’ingombro a 100 cm. In tal modo, la City Transformer diventa abbastanza stretta da poter essere parcheggiata in spazi riservati alle moto: fino a quattro City Transformer possano entrare in un parcheggio dedicato a una macchina “normale”. Occorre ricordare, però, che quando si viaggia in modalità… “ristretta”, la velocità massima si riduce, passando da 90 km/h a 45.

HA DUE MOTORI - La City Transformer, che è stata presentata nella sua versione di produzione all’IAA Mobility 2021 di Monaco ed è costruita da un'azienda israeliana, è spinta da due motori elettrici da 7,5 kW alimentati da una batteria agli ioni di litio, che consente un’autonomia massima (dichiarata) di 180 km; si può ricaricare completamente a casa in circa sei ore, o in 15 minuti se ci si collega a una stazione di ricarica pubblica. I preordini sono già aperti, a partire da  12.500 euro, compresa la batteria (terminato il periodo di lancio, il prezzo salirà a  16.000 euro).



Aggiungi un commento
Ritratto di francyb11
7 settembre 2021 - 09:43
1)Strana 2)Idea buona 3)Auto squadrata 4)Anche Israele caccia cose strane.
Ritratto di bebbo
7 settembre 2021 - 09:47
A parte ora il caso specifico che causa il meccanismo di restringimento che certamente influisce, a fronte di una discutibile utilità, sul prezzo. I mezzi di questo tipo sono quelli che oggi mi incuriosiscono fra gli elettrici. Non voglio esagerare a dire i soli che trovo interessanti per razionalità su una diffusione di massa, ma sono quasi certo che la mia prima elettrica sarà in questa categoria, se la cosa dovesse avvenire nei prossimi anni. Se invece ci passeranno ancora 10-15 anni intanto che mi decida, tutte le tipologie sarebbero potenzialmente possibili anche per me, ma onestamente mi spiacerebbe riscontrare che in 10 anni non hanno saputo proporre niente che non fosse la solita auto da minimo 20 mila euro di listino, magari con scatto 0-100 in 8 secondi che poi comunque non me ne faccio niente, in città.
Ritratto di bebbo
7 settembre 2021 - 10:00
Nello specifico comunque, stando al dichiarato, ottimi i 90 orari, e fin troppi i 180km di autonomia anche se la ricarica in 15min per ottenerli da colonnina pubblica è certamente un buon messaggio sullo stato della velocità di ricarica oggi ottenibile. In ottica di abbattimento prezzo, fin troppo da auto classica" la qualità degli interni, non dico spartani in assoluto come la Ami ma una via di mezzo potrebbe andare bene. Non so quanto gli sportelli in quella maniera influiscano sui costi ma direi evitabili anche loro. Preferibile invece, personalmente, a prescindere la configurazione della Ami con 2 posti affiancati anche se poi sfalsati in abitacolo, invece che come in questo caso in linea, se non visto male. Si tiene direttamente la vettura un po' più larga, che tanto gli spazi si recuperano più in lunghezza che in larghezza dove se sei più largo di uno scooterino spesso perdi quasi tutti i vantaggi nel traffico.
Ritratto di Dr.Torque
7 settembre 2021 - 10:07
Un notevole aggravio di complessità e di costi per nulla. A mio parere una city car ha senso se è semplice, robusta ed economica. In questo senso Citroen Ami ha una filosofia decisamente più centrata (anche se non incontra i miei gusti stilistici).
Ritratto di NeuroToni
7 settembre 2021 - 12:24
costerà anche di più, ma va il doppio e come autonomia piu del doppio!
Ritratto di Volpe bianca
7 settembre 2021 - 10:15
Dopo il suppostone bmw con la "i vision" , ecco una suppostina transformer. Per il mezzo comunque sia la velocità massima che l'autonomia sono notevoli, poi bisogna vedere in quanti metri riesce a fermarsi da 90km/h....a parte il fatto che si può restringere non vengono menzionati nemmeno gli airbag o altri sistemi di sicurezza e come per gli altri mezzi simili a questo, la vedo dura in caso di incidente... Limiterei l'uso di mezzi simili alle ztl.
Ritratto di gianno
7 settembre 2021 - 10:19
sempre più sicuro di uno scooter
Ritratto di Volpe bianca
7 settembre 2021 - 10:25
@gianno, sí, ma anche molto meno di una Spring. Tralasciando il prezzo di lancio, quest'ultima costa solo 4k in più, ma è un'auto "vera" a 4 posti, con bagagliaio e tutto il resto.
Ritratto di gianno
7 settembre 2021 - 10:18
molto interessante
Ritratto di 82BOB
7 settembre 2021 - 11:13
2
Tutto sommato non male...
Ritratto di NeuroToni
7 settembre 2021 - 12:18
Perfetta per fare casa-lavoro-casa... ma anche per andare a fare la spesa.
Ritratto di Cancello92
7 settembre 2021 - 12:18
Dubito che possa parcheggiare in un posto per moto legalmente, in più i posti nel mio comune non mi sembrano larghi un metro magari sbaglio però
Ritratto di Check_mate
7 settembre 2021 - 13:30
Praticamente si vuole promuovere la micro mobilità in città in sostituzione delle citycar per le quale produrle elettriche e farci pure dei margini sopra sarà un po' difficoltoso. Questa costa come na Panda..
Ritratto di pikkoz
7 settembre 2021 - 13:53
Interessante come seconda "auto" per chi la puo' usare sovente per andare a lavoro, portare un figlio a scuola e fare una piccola spesa .
Ritratto di PierSilver
7 settembre 2021 - 15:07
Come già scritto per la Ami, finché la legge non chiarisce chi può parcheggiare nei parcheggi moto tutta ste proposte stanno a zero (provate a informarvi e vedrete: nella maggioranza dei casi i vigili multano i mezzi con più di due ruote fermi negli stalli moto). Purtroppo.
Ritratto di Trattoretto
7 settembre 2021 - 15:44
La nuova Smart Fortwo
Ritratto di Trattoretto
7 settembre 2021 - 15:46
Puoi anche fare la spesa tra le corsie del supermercato con quel coso.
Ritratto di Mbutu
7 settembre 2021 - 16:19
Interessante, anche se l'idea di avere pure questi oltre alle smart che rompono le scatole sui parcheggi per moto non è che mi solletichi molto. Sarei curioso di capire quanto è stabile a ruote richiuse. E sopratutto non riesco a vedere se il posto passeggero ha la cintura.
Ritratto di Andre_a
7 settembre 2021 - 17:06
9
La trasformazione in movimento mi ricorda il taxi dell'omonima serie francese di film. Non so perché, ma esteticamente mi piace molto, anche se 15000€ su questi cosi non ce li spenderei mai.
Ritratto di RubenC
7 settembre 2021 - 21:04
1
Il design non mi piace proprio.
Ritratto di marcoluga
8 settembre 2021 - 06:58
2
Mi piace.
Ritratto di Oxygenerator
8 settembre 2021 - 09:14
Basta che non ti multino, se la parcheggi nei posti delle moto. Con la smart ho parcheggiato spesso di traverso, alla strada, quando non trovavo posto, ma una volta mi han multato, perchè non seguiva il senso di marcia.