NEWS

Coronavirus: maxi-multa e sequestro del mezzo per spostamenti ingiustificati

Pubblicato 24 marzo 2020

Si studia una sanzione fino 4.000 euro per chi trasgredisce alle limitazioni sulla circolazione per contenere il contagio.

Coronavirus: maxi-multa e sequestro del mezzo per spostamenti ingiustificati

CONTENERE LA DIFFUSIONE - Per far rispettare con più efficacia le norme e i divieti sugli spostamenti in tempi di coronavirus, si annuncia in queste ore una stretta durissima sugli spostamenti ingiustificati e sulle irregolarità emerse nell’ultimo modello di autocertificazione diffuso dal ministero dell'Interno. L’obiettivo è ovviamente contenere la diffusione del virus. E già dai giorni scorsi al Ministero dell’Interno valutavano poco efficace la violazione dell’articolo 650 del codice penale prevista dalle ultime norme sul Covis-19 che prevede un arresto fino a tre mesi con un’ammenda fino a 206 euro. Al punto che lo stesso capo della Polizia Franco Gabrielli  chiede misure più restrittive. Ecco perché è partito lo studio di una sanzione molto più dura, di tipo amministrativo.

FINO A 4.000 EURO DI MULTA - Poiché si ritiene che il rischio di pagare poco più di 200 euro è poca cosa per chi ha intenzione di  eludere i divieti, visti anche i ripetuti episodi di assembramento, di partenze ingiustificate, di violazioni di ogni genere. Le denunce presentate da Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e polizie locali solo ieri sono state oltre 10 mila, mentre dall’11 marzo il totale è di oltre 90 mila. È tempo dunque di cambiare pagina passando a una sanzione amministrativa: immediata e priva di lungaggini della procedura penale. Impugnabile, certo, ma con meno margini rispetto a quella originaria. La linea del ministro  Lamorgese è ferrea: l’ipotesi è prevedere 4.000 euro di sanzione massima, la minima di 500 euro. Cui si aggiunge il fermo amministrativo del mezzo, norma forse già oggi all’approvazione in Consiglio dei ministri. Va detto però che tutto deve ottenere un consenso politico e non è certo che tutti siano d’accordo.

ANCHE ALTRE SOLUZIONI - La nuova sanzione dovrà anche ottenere  l’accordo tra l’Interno e il Ministero della  Giustizia, diretto da Alfonso Bonafede, anche se passare dal reato alla sanzione amministrativa permette di alleggerire il carico di denunce affluite alle procure della Repubblica. In ogni caso nella imminente discussione sulla nuova disposizione potrebbero emergere anche linee più morbide ma non per questo poco efficaci, anzi. Al Consiglio dei ministri spetta dunque l'ultima parola. La prossima riunione di governo, dovrà anche risolvere il caos nato con le varie indicazioni regionali sulla circolazione e sulle restrizioni. Ad esempio, l’ordinanza della Lombardia fissa una sanzione di 5mila euro: il divario con la norma applicata a livello nazionale è enorme. Staremo a vedere.



Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
24 marzo 2020 - 16:44
La sanzione è giusta ,ma ce gente che non paga le multe perché non ha niente, le multe spaventano di meno, penso che gli arresti domiciliari o la galera, siano più adeguati alla situazione attuale.
Ritratto di Magnificus
24 marzo 2020 - 18:21
sanzioni giuste? Ma per favore
Ritratto di Antonio D.
24 marzo 2020 - 22:17
1
Cosa suggerisce di adottare contro i trasgressori?
Ritratto di alex_rm
24 marzo 2020 - 18:00
Tanto molti che trasgrediscono non hanno niente ed hanno anche il reddito di cittadinanza,o sono dell est Europa,nord Africa ed ecc ecc
Ritratto di Rav
24 marzo 2020 - 18:41
3
Credo che i Media dovrebbero smetterla di pubblicare notizie su "allo studio", "si pensa di fare", "la bozza prevede", e altre supposizioni che non si sa se si trasformeranno in regole oppure no. Questo al solo scopo di aver qualcosa di cui parlare ma all'atto pratico sortiscono due effetti. 1) Allarmismo, come successo qualche giorno fa quando tutti si precipitavano al supermercato. 2) Caos, perchè non si capisce più cosa sia reale e cosa semplicemente una proposta o bozza. Questo non solo legato all'emergenza attuale, ma soprattutto vista l'emergenza attuale. Mi auguro che le testate serie si astengano dalle "chiacchiere" attendendo ed informando sulle reali regole e procedure. E' fin troppo tempo che viviamo nella vita reale i discorsi da bar, vista la situazione sarebbe meglio limitare tutto ciò.
Ritratto di Giulio Menzo
25 marzo 2020 - 12:26
2
Mi pare lievemente esagerata,ma non c'è altro modo per far smettere ai trasgressori
Ritratto di Oxygenerator
25 marzo 2020 - 23:26
Credo che muoversi in questo periodo, senza averne la necessità, sia particolarmente stupido. Purtroppo siamo pieni di stupidi. Allora bisogna trovare un mezzo di prevenzione. Di solito, il denaro, funziona.