NEWS

Daihatsu Copen, la spiderina piccola e sbarazzina

19 giugno 2014

Svelata al pubblico la nuova generazione della spider a due posti secchi destinata al mercato giapponese.

Daihatsu Copen, la spiderina piccola e sbarazzina
IN ARRIVO, MA NON IN ITALIA - La Daihatsu Copen, piccola e leggera spider dall’aspetto sbarazzino (68 CV per 850 kg), ha salutato l’Italia alla fine del 2010. Tre anni dopo è toccato a tutta la gamma del marchio giapponese abbandonare l’Europa in virtù della crisi economica globale, delle difficoltà del mercato automobilistico europeo e della crescente competitività della concorrenza. Le cose vanno diversamente in patria, dove la Daihatsu ha appena presentato la nuova generazione della piccola spider. 
 
 
TUTTA SPIGOLI - Come la concept presentata al Salone di Tokyo lo scorso anno, la nuova Daihatsu Copen è caratterizzata da una linea tagliente e spigolosa. Niente più curve ed “occhioni” dolci stile Audi TT della serie precedente, anche se la filosofia di base rimane più o meno la stessa: dimensioni contenute, peso-piuma e motore piccolo. È lunga solo 339 cm, larga 147 e alta 128 cm ed è spinta da un tricilindrico turbo da 660 cc capace di 64 CV e 92 Nm di coppia, abbinato ad un cambio manuale a 5 marce o ad un cambio a variazione continua CVT. Motore e trazione sono anteriori. L’hard top ripiegabile elettricamente consente di viaggiare a cielo aperto mentre il telaio D-Frame promette una rigidità torsionale tre volte superiore al modello che sostituisce. Migliorato nettamente anche il carico aerodinamico per garantire una maggior stabilità in rettilineo. Le sospensioni sono di tipo MacPherson all’anteriore e ad assale torcente al posteriore. 
 
 
COSTA POCO IN PATRIA - Dove la nuova Daihatsu Copen riesce a stupire è al capitolo personalizzazione. Ogni pannello della carrozzeria (ad esclusione di porte e tetto) e alcuni pannelli interni sono facilmente sostituibili. Anche dopo l’acquisto si potrà dunque facilmente cambiare colore alla vettura. Quanto al listino giapponese, la Copen sarà offerta ad un prezzo equivalente a circa 12.900 euro con il cambio CVT e a circa 13.000 euro con il cambio manuale.
Aggiungi un commento
Ritratto di Montreal70
19 giugno 2014 - 19:17
Certo che è un peccato. Quando veniva importata era impossibile da acquistare con quella carrozzeria, solo una ragazza con la nostalgia di Minnie poteva comprarla. Ora va bene.
Ritratto di Flavio Pancione
19 giugno 2014 - 19:29
7
e si faceva guardare quando passava. E la compattezza e leggerezza portava solo vantaggi , si univa la particolarità di una cabrio con costi di gestione contenuti. Ora è senza dubbio migliorata, ma peccato che in Italia ora si vedano obbrobri come Captur e Sportage e in futuro roba Ford EcoSport, Cactus e compagnia cantata. E non c'è interesse a importare o produrre auto del genere. Davvero peccato. Mi direte che queste crossover almeno sono più pratiche e spaziose, ok, ma che sfizi del piffero.
Ritratto di PariTheBest93
20 giugno 2014 - 10:13
3
Ne ho vista una a Bari, incredibile ma vero, il guidatore era un uomo abbastanza grande...
Ritratto di Mattia Bertero
19 giugno 2014 - 20:02
3
Mi è sempre piaciuta questa minuscola cabrio. Questa serie è anche meglio di quella che va a sostituire. Peccato che non si venda più qui da noi.
Ritratto di Necchi
19 giugno 2014 - 21:51
pensavo in questi giorni leggendo il servizio sulla 4c.. questa e' uguale!!! I fiattari si riempion la bocca per quell obrobrio.. che e' uguale a una dahiatsu.
Ritratto di Erdadda
20 giugno 2014 - 08:48
1
A me sembra più una veyron roadster o al massimo una huayra. Ma va
Ritratto di PariTheBest93
20 giugno 2014 - 10:14
3
In cosa è uguale, nel colore delle gomme?
Ritratto di NeroneLanzi
20 giugno 2014 - 12:00
Non solo nel colore, hanno pure scelto di farle rotonde e di mettergliene 4, quindi l'auto è veramente identica.
Ritratto di Chromeo
20 giugno 2014 - 18:36
La Huayra e la Duna
Ritratto di Chromeo
20 giugno 2014 - 18:36
La Huayra e la Duna
Pagine